Pronuncia della Corte di cassazione - Ritenuta inesistenza di questione assorbita in primo grado e riproposta in appello ex art. 346 c.p.c. ed ivi assorbita - Errore revocatorio - Configurabilità.

In tema di revocazione delle pronunce della Corte di cassazione, integra errore di fatto ai sensi degli artt. 391-bis e 395, n. 4, c.p.c. la ritenuta inesistenza di un motivo del ricorso originario, non esaminato dal giudice di primo grado, in quanto ritenuto espressamente assorbito dall'accoglimento di un altro motivo e ritualmente riproposto, ex art. 346 c.p.c., in appello ed in quella sede assorbito per la medesima ragione, trattandosi, ove decisiva, di una "svista" immediatamente percepibile dagli atti processuali.

Corte di Cassazione, Sez. 5, Sentenza n. 10032 del 24/04/2018

 

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: