Contemporanea indicazione in ricorso dell'elezione di domicilio in Roma e dell'indirizzo di PEC - Notificazione del controricorso - Alternatività dei luoghi - Fondamento.

In tema di giudizio per cassazione, allorché il ricorrente abbia eletto domicilio in Roma, indicando altresì l'indirizzo di posta elettronica certificata, il controricorso può essere indifferentemente notificato sia presso il detto domicilio, sia a mezzo posta elettronica, in quanto l'art. 366, secondo comma, cod. proc. civ. consente le notificazioni in via alternativa - con l'uso della disgiuntiva "ovvero" - all'uno o all'altro luogo.

Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 5457 del 10/03/2014

 

40.000 MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA/ARGOMENTO: