Erronea applicazione delle cosiddette "tabelle" del Tribunale di Milano - Vizio "in iure" - Riconducibilità all'art. 360, n. 3), cod. proc. civ. - Sussistenza. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 4447 del 25/02/2014

Le "tabelle" del Tribunale di Milano assumono rilievo, ai sensi dell'art. 1226 cod. civ., come parametri per la valutazione equitativa del danno non patrimoniale alla persona. Ne consegue che la loro erronea applicazione da parte del giudice dà luogo ad una violazione di legge, censurabile in sede di legittimità ai sensi dell'art. 360, n. 3), cod. proc. civ.

Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 4447 del 25/02/2014

 

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: