foroeuropeo.it

Impiego pubblico - impiegati di enti pubblici in genere - rapporto di impiego - svolgimento - Corte di Cassazione, Sez. L, Ordinanza n. 21523 del 31/08/2018

Print Friendly, PDF & Email

Lavoro pubblico contrattualizzato - Inquadramento superiore - Riconoscimento - Revoca - Diritto alla ripetizione della retribuzione corrispondente - Insussistenza - Fondamento - Fattispecie.

In tema di pubblico impiego contrattualizzato, in caso di riconoscimento di un livello superiore di professionalità, successivamente revocato, sono irripetibili le differenze retributive erogate in favore del lavoratore durante il periodo di effettivo servizio prestato nella predetta qualifica, trovando applicazione l'art. 2126 c.c., da reputarsi compatibile con il regime del lavoro pubblico. (Nella specie, è stato escluso il diritto dell'Inps a ripetere quanto corrisposto a un avvocato dipendente dell'Istituto, nonostante l'annullamento da parte del g.a. della graduatoria del concorso espletato per la progressione in carriera, avendo il legale effettivamente svolto mansioni corrispondenti al livello superiore acquisito).

Corte di Cassazione, Sez. L, Ordinanza n. 21523 del 31/08/2018

 

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile