foroeuropeo.it

Concessionario per la riscossione dei tributi – Cass. n. 760/2022

Print Friendly, PDF & Email

Giurisdizione civile - giurisdizione ordinaria e amministrativa - corte dei conti - Corte dei conti - attribuzioni - giurisdizionali - giurisdizione della corte - Concessionario per la riscossione dei tributi - Controversie - Giurisdizione contabile - Sussistenza - Fondamento - Estensione - Fattispecie.

 

La società concessionaria del servizio di riscossione delle imposte, in quanto incaricata, in virtù di una concessione contratto, di riscuotere denaro di spettanza dello Stato o di enti pubblici, del quale la stessa ha il maneggio nel periodo compreso tra la riscossione ed il versamento, riveste la qualifica di agente contabile, ed ogni controversia tra essa e l'ente impositore, che abbia ad oggetto la verifica dei rapporti di dare e avere e il risultato finale di tali rapporti, dà luogo ad un "giudizio di conto". (Nella specie, la S.C. ha affermato la giurisdizione contabile in una controversia in tema di risoluzione della concessione, disposta dall'Ente locale a seguito di misura interdittiva antimafia, ed anche sulla ulteriore domanda proposta dalla concessionaria, relativa alla declaratoria di illegittimità dell'atto di incameramento della polizza fideiussoria da parte del Comune).

Corte di Cassazione, Sez. U - , Ordinanza n. 760 del 12/01/2022 (Rv. 663584 - 01)

 

Corte

Cassazione

760

2022

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile