Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali - processo equo - termine ragionevole - in genere – Sez. 6 - 2, Sentenza n. 21658 del 26/10/2016

Print Friendly, PDF & Email

Procedimento "ex lege" n. 89 del 2001, come delineato dalla l. n. 134 del 2012 - Applicabilità, in via analogica, della disciplina in tema decreto ingiuntivo - Notifica nulla del decreto - Opposizione tardiva - Ammissibilità - Art. 650 cod. proc. civ. - Applicabilità - Conseguenze.

Procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - opposizione - tardiva - In genere.

La struttura monitoria del procedimento di equa riparazione, come delineata dalla l. n. 134 del 2012, giustifica l'applicazione ad esso, in via analogica, della disciplina sul decreto ingiuntivo, sicchè, ove sia nulla l'avvenuta notifica, ex art. 5, comma 2, della l. n. 89 del 2001, del ricorso e del decreto, l'unico rimedio esperibile contro quest'ultimo è l'opposizione ai sensi del successivo art. 5-ter, la quale impone all'opponente di svolgere le proprie difese anche nel merito, e, se proposta tardivamente, lo onera di provare, giusta l'art. 650 c.p.c., che, a causa di detta invalidità, egli non abbia avuto tempestiva conoscenza del decreto, nè sia stato in grado di proporre tempestiva opposizione.

Sez. 6 - 2, Sentenza n. 21658 del 26/10/2016

 

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile