foroeuropeo.it

Contratto concluso per effetto diretto del reato di estorsione - Cass. n. 17959/2020

Print Friendly, PDF & Email

Contratti in genere - invalidita' - nullita' del contratto - "Reati in contratto" - Contratto concluso per effetto diretto del reato di estorsione - Violazione di disposizioni di ordine pubblico - Conseguenza - Nullità - Rilevabilità d'ufficio - Sussistenza.

CONTRATTI

 INVALIDITA'

NULLITA'

ESTORSIONE

Il contratto stipulato per effetto diretto del reato di estorsione è affetto da nullità ai sensi dell'art. 1418 c.c., rilevabile d'ufficio in ogni stato e grado del giudizio, in conseguenza del suo contrasto con norma imperativa, dovendosi ravvisare una violazione di disposizioni di ordine pubblico in ragione delle esigenze d'interesse collettivo sottese alla tutela penale, in particolare l'inviolabilità del patrimonio e della libertà personale, trascendenti quelle di mera salvaguardia patrimoniale dei singoli contraenti perseguite dalla disciplina sull’annullabilità dei contratti.

Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Sentenza n. 17959 del 27/08/2020 (Rv. 658946 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1418

corte

cassazione

17959

2020


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile