Indagato o imputato resosi irreperibile – Cass. n. 8942/2021

Print Friendly, PDF & Email

Avvocato e procuratore - onorari - prestazioni professionali - giudiziali penali - Indagato o imputato resosi irreperibile - Liquidazione dell'onorario - Condizioni - Previa dimostrazione dell'attivazione presso le competenti per rintracciare l'assistito - Necessità.

L'avvocato che abbia difeso d'ufficio l'indagato o l'imputato resosi irreperibile non ha diritto alla liquidazione dei compensi a carico dello Stato ove, essendo venuto meno al dovere di diligenza, per essere incorso in colpevole inerzia, abbia fatto trascorrere un lasso di tempo ingiustificatamente irragionevole, prima di attivarsi con le competenti autorità per il rintraccio dell'assistito - specie nel caso in cui si tratti di straniero senza fissa dimora e di dubbia o non facile identificazione - tale da rendere vano il tentativo.

Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 8942 del 31/03/2021 (Rv. 660944 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1176

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

amministrativo

procedura penale

procedura civile

Menu Offcanvas Mobile