Sicilia - igiene e sanità – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 9369 del 05/05/2005

Print Friendly, PDF & Email

Istituzione delle Aziende USL - Soppressione delle USL - Gestioni stralcio radicate presso gli uffici competenti delle USL - Attribuzioni riguardo a tali rapporti - Sussistenza - Proroga della soggettività delle USL - Configurabilità - Rappresentanza da parte dei direttori generali delle aziende sanitarie quali commissari liquidatori - Sussistenza - Giudizi in corso - Legittimazione processuale delle USL - Permanenza - Impugnazioni - Inclusione.

A seguito dell'istituzione delle aziende sanitarie locali, in sostituzione delle preesistenti unità sanitarie locali, i rapporti obbligatori concernenti la gestione pregressa confluiscono in una gestione stralcio, la quale usufruisce della soggettività dell'ente soppresso, che viene prolungata durante la fase liquidatoria, ed è rappresentata dal commissario liquidatore, il quale, in tale veste, è legittimato ad impugnare la sentenza pronunciata nei confronti dell'USL, secondo un principio applicabile anche per le strutture sanitarie operanti nella Regione siciliana.

Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 9369 del 05/05/2005

Accedi

Online ora

547 visitatori e 7 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile