Accertamento tributario - avviso di accertamento – Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 9697 del 10/05/2005

Print Friendly, PDF & Email

Raggiungimento dello scopo di atti invalidi - Principio generale applicabile anche agli atti di imposizione tributaria - Conseguenze - Invalidità riguardante l'autore dell'avviso di accertamento - Proposizione del ricorso nei confronti dell'autore effettivo dell'atto - Sanatoria.

La sanatoria per il raggiungimento dello scopo di atti invalidi è principio generale che, enunciato espressamente per gli atti processuali dall'art. 156, terzo comma, cod. proc. civ., è applicabile per analogia a tutti gli atti amministrativi e, quindi, anche agli atti amministrativi di imposizione tributaria. Il principio è applicabile anche ove la causa dell'invalidità riguardi l'autore dell'avviso di accertamento, con conseguente effetto di sanatoria della ipotizzata invalidità dell'avviso stesso, quando, prima ancora che si sia pronunciato il giudice tributario, il contribuente abbia mostrato, attraverso la proposizione del ricorso, di saper fornire la corretta interpretazione della struttura della dichiarazione provvedimentale e di saper identificare l'autore dell'atto (nella fattispecie, società concessionaria del servizio Tosap).

Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 9697 del 10/05/2005

 

Accedi

Online ora

541 visitatori e 4 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile