Spese giudiziali civili - condanna alle spese Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17147 del 26/08/2015

Print Friendly, PDF & Email

Onorario unico in ipotesi di difesa di più parti aventi la stessa posizione processuale ex art. 5, comma 4, del d.m. n. 127 del 2004 - Configurabilità in caso di giudizi non formalmente riuniti - Sussistenza - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17147 del 26/08/2015

In tema di onorari di avvocato, l'art. 5, comma 4, della tariffa professionale approvata con d.m. 8 aprile 2004, n. 127, in base al quale è consentito al giudice, nell'ipotesi di assistenza e difesa di più persone aventi la stessa posizione processuale, di liquidare un compenso unico - aumentato per ogni parte oltre la prima del venti per cento fino ad un massimo di dieci e sempre che la prestazione comporti l'esame di particolari situazioni di fatto o di diritto - trova applicazione anche nel caso di giudizi nei quali il professionista difenda una sola parte nei confronti di più parti in situazione processuali del tutto identiche, indipendentemente dalla riunione delle cause, trattandosi comunque di giudizi uguali, con difese conformi e analogo "iter" processuale e non potendo porsi a carico del cliente l'onere della mancata riunione.

Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17147 del 26/08/2015

Accedi

Online ora

608 visitatori e 4 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile