avvocato – domanda di decreto ingiuntivo nei confronti del proprio cliente - Corte di Cassazione, Ordinanza n. 5810 del 23/03/2015

Print Friendly, PDF & Email

foro competente - criterio ex art. 637, terzo comma, cod. proc. civ. - abrogazione per effetto del sopravvenuto art. 14, comma 2, del d.lgs. n. 150 del 2011 - esclusionE Corte di Cassazione, Ordinanza n. 5810 del 23/03/2015

La competenza in ordine alla domanda d'ingiunzione per il pagamento del compenso proposta dall'avvocato contro il proprio cliente spetta al giudice del luogo in cui ha sede il consiglio dell'ordine al quale il professionista è iscritto al momento della proposizione del ricorso, ai sensi dell'art. 637, terzo comma, cod. proc. civ., norma sulla quale non ha inciso l'art. 14, comma 2, del d.lgs. 1° settembre 2011, n. 150, riguardante le sole controversie ora regolate dal rito sommario di cognizione.
Corte di Cassazione, Ordinanza n. 5810 del 23/03/2015 (da sito web della Corte di Cassazione - http://www.cortedicassazione.it/corte-di-cassazione/it/sesta_sezione.page)

Accedi

Online ora

607 visitatori e 15 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile