Assistenza e beneficenza pubblica – Cass. n. 28820/2019

Print Friendly, PDF & Email

Vittime dei reati di tipo mafioso - Elargizioni di cui alla l. n. 512 del 1999 - Requisiti - Estraneità del beneficiario ad ambienti mafiosi - Necessità - Art. 15, comma 1, lett. c), l. n. 122 del 2016 - Valenza non innovativa.

In tema di elargizioni in favore di vittime di reati di tipo mafioso, l'estraneità ad ambienti di mafia del richiedente l'accesso al fondo di rotazione istituito dalla l. n. 512 del 1999 costituisce condizione immanente allo scopo della legge, volta a contrastare fenomeni di infiltrazione mafiosa, dovendosi attribuire all'art. 15, comma 1, lett. c), della l. n. 122 del 2016 - che ha introdotto nella disciplina positiva l'espressa previsione di tale condizione - valenza non innovativa ma meramente confermativa del requisito.

Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 28820 del 08/11/2019 (Rv. 655643 - 01)

corte

cassazione

28820

2019

Accedi

Online ora

505 visitatori e 7 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile