Acque - acque pubbliche - derivazioni e utilizzazioni (utenze) - Canoni per le concessioni di derivazione idroelettrica - Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 9681 del 05/04/2019 (Rv. 653435 - 01)

Print Friendly, PDF & Email

Addizionale ex art. 18, comma 4, l. n. 36 del 1994 - Abrogazione da parte del d.lgs. n. 152 del 2006 - Decorrenza - Entrata in vigore della parte terza del decreto delegato – Fondamento 

L'addizionale del 10% del canone di concessione di derivazione idroelettrica, prevista dall'art. 18, comma 4, della legge n. 36 del 1994 (come richiamato dall'art. 93, comma 5-quinquies, della l. n. 7 del 2003 della regione Abruzzo), non è più dovuta dal concessionario per effetto dell'abrogazione della legge citata ad opera dell'art. 175, lett. u), del d.lgs. n. 152 del 2006, decorrente con effetto immediato dalla data della sua entrata in vigore, atteso che il regime transitorio previsto dall'art. 170 del medesimo testo normativo è circoscritto alla materia disciplinata dalla parte terza, nella quale non risultano contemplate disposizioni in materia di addizionali sui canoni di concessione.

Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 9681 del 05/04/2019 (Rv. 653435 - 01)

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile