Acque - acque pubbliche - derivazioni e utilizzazioni (utenze) - concessione - Corte di Cassazione, Sez. 2, Ordinanza n. 25619 del 27/10/2017

Print Friendly, PDF & Email

Derivazione o utilizzazione di acque pubbliche abusiva - Domanda di concessione in sanatoria - Ammissibilità - Condizioni.

In caso di derivazione o utilizzazione di acqua pubblica in tutto o in parte abusiva, la presentazione della domanda di concessione in sanatoria è condizionata, ex art. 17 del r.d. n. 1775 del 1933 (come novellato dall'art. 96 del d.lgs. n. 152 del 2006), al previo pagamento della sanzione applicata in concreto dall'autorità competente, aumentata di un quinto.

Corte di Cassazione, Sez. 2, Ordinanza n. 25619 del 27/10/2017

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile