Acque - competenza e giurisdizione - dei tribunali regionali delle acque e di altre giurisdizioni – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 4479 del 10/07/1986

Print Friendly, PDF & Email

Opere di bonifica integrale - azioni dirette ad ottenere la condanna dell'amministrazione al risarcimento dei danni - cognizione dei tribunali delle acque.

Ai sensi dell'art. 140 lett. E) del R.d. 11 dicembre 1933 n. 1775 (T.U. Sulle acque e sugli impianti elettrici), devono ritenersi devolute alla cognizione dei tribunali delle acque tutte le domande rivolte a conseguire la condanna dell'amministrazione al risarcimento di danni che si assumano direttamente conseguenti alla esecuzione o manutenzione non soltanto di opere idrauliche o di utilizzazione di acque pubbliche, ma anche di opere di bonifica integrale, ai sensi degli artt. 857 ss. Cod. civ. e del R.d. 1933 n. 215: di opere cioè destinate alla radicale trasformazione dello ordinamento produttivo del comprensorio (in base ad un piano generale di lavori, che comprende anche quelli stradali edilizi o di altra natura comunque necessari ai fini della bonifica) e che rientrano ex lege nell'attività istituzionale dei consorzi, sorti tra i proprietari degli immobili che traggono beneficio dalla bonifica, cui va riconosciuta la qualifica di persone giuridiche pubbliche.

Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 4479 del 10/07/1986

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile