Scuola Forense accreditata miniCorso di formazione, a rilevanza nazionale, obbligatorio integrativo della pratica forense per sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense ai sensi dell’art. 43 della L. 247 del 31/12/2012, organizzati dalla Scuola Forense Foroeuropeo, accreditata dal Consiglio Nazionale Forense, con delibera n. 636 del 23 Settembre 2022, ai sensi dell’art. 2 del D.M. 09/02/2018 n. 17MAGGIO 2022/OTTOBRE 2023 - 18 Mesi

I° CORSO DI FORMAZIONE OBBLIGATORIO INTEGRATIVO DELLA PRATICA FORENSE: MAGGIO 2022/OTTOBRE 2023 - 18 Mesi

Ai corsi della Scuola Forense Foroeuropeo possono partecipare i tirocinanti iscritti al registro di tutti gli Ordini Forensi Italiani. È possibile partecipare ad un singolo semestre, ma per partecipare al secondo e terzo è necessario aver superato la prova di valutazione rilasciata dalla Scuola Forense ove si è seguito il corso semestrale.

Il Corso è sviluppato in tre semestri - Maggio 2022/Ottobre 2022 – Novembre 2022/Aprile 2023 - Maggio 2023/Ottobre 2023 - come previsto dal D.M. 17/2018. 

OGNI SEMESTRE:  - è sviluppato come unità didattica autonoma; il programma previsto dal dm 17/2018 viene diviso in tre parti e ripartito su tre semestri e sviluppato in complessive 60 ore di lezioni: 44 in modalità frontale e 16 ore in modalità telematica;  - è prevista la verifica intermedia e il rilascio del relativo attestato per il tirocinante che ha partecipato almeno all’80% delle lezioni;   - è prevista – per i tirocinanti che hanno superato la prova di verifiche in tre semestri - il rilascio del relativo attestato di partecipazione necessario per integrare la pratica forense   - è organizzato in gruppi composti di un massimo di 50 allievi e ha una durata di 6 mesi, in conformità alla normativa vigente.

OGNI SEMESTRE È COSI’ ARTICOLATO:

1) - 8 Incontri in presenza sulle seguenti materie: Ordinamento e Deontologia Forense, Organizzazione e amministrazione dello studio professionale; profili contributivi e tributari della professione di avvocato; previdenza forense; tecniche della ricerca anche telematica delle fonti e del precedente giurisprudenziale; diritto civile e processuale civile, diritto penale e processuale penale e diritto amministrativo.

Gli insegnamenti toccheranno punti essenziali di ogni singola disciplina e le materie oggetto delle lezioni saranno improntate ad un approfondimento teorico specialistico ed all’insegnamento di pratiche “trasversali” quali il linguaggio giuridico, la tecnica di impugnazione dei provvedimenti giurisdizionali e degli atti amministrativi, l’argomentazione persuasiva, la tecnica di ricerca delle fonti e dei precedenti giurisprudenziali.

Tale metodologia consente l’acquisizione di abilità di risoluzione di problemi giuridici complessi attraverso lo studio di problemi pratici derivanti da casi concreti.

Ed infatti, la previsione di risoluzione di casi concreti, la elaborazione di pareri stragiudiziali e la redazione di atti giudiziari in ognuno dei moduli di insegnamento ha come obiettivo quello di completare la maturità dei tirocinanti affinchè siano pronti a diventare giuristi pratici.

Negli incontri docenti terranno:

     a) lezioni teoriche, sia di diritto sostanziale che processuale, dinamiche e corali, nel corso delle quali ci si confronterà su casi pratici e su questioni giuridiche, approfondendo di volta in volta gli istituti giuridici di riferimento;

     b) momenti pratici, in cui i Corsisti si cimenteranno, dapprima in maniera guidata con il Docente, su analisi e approfondimenti di pareri, quesiti e atti e poi autonomamente predisponendo gli elaborati con il metodo didattico della Scuola Forense Foroeuropeo.

CALENDARIO INCONTRI IN PRESENZA

Gli incontri in presenza si terranno il Sabato dalle ore 9 alle ore 14/15 come da calendario che verrà pubblicato all’inizio del semestre.

MATERIE TRATTATE NEI TRE SEMESTRI

I SEMESTRE MAGGIO / OTTOBRE

CIVILE: Elementi di diritto processuale civile - Comunione e condominio – Famiglia - Diritti reali - Possesso e proprietà – Donazione - Le garanzie reali e personali – Atti giudiziari – Pareri - Quesiti 

PENALE: Elementi di diritto processuale penale - Il principio di offensività - Il nesso di causalità - Gli altri principi del diritto penale: legalità, analogia, riserva di legge e tassatività - La successione delle leggi penali nel tempo - L’elemento soggettivo del reato: dolo e colpa - Le cause di giustificazione (scriminanti e scusanti) – Atti giudiziari – Pareri - Quesiti 

AMMINISTRATIVO: I principi del processo amministrativo - Lo svolgimento del processo amministrativo - Gli atti processuali - Le impugnazioni - Il processo esecutivo amministrativo - Il ricorso straordinario dinanzi al Presidente della Repubblica

II SEMESTRE NOVEMBRE / APRILE

CIVILE: Elementi di diritto processuale civile - Contratto pt 1: La formazione del contratto - Contratto pt 2: La fase patologica del contratto - Contratto pt. 3. Scioglimento del contratto - Le obbligazioni pt. 1 - Le obbligazioni pt. 2 - La responsabilità contrattuale ed il danno – Atti giudiziari – Pareri - Quesiti 

PENALE: Il concorso di reati - Il delitto tentato - Il reato continuato - La responsabilità penale degli enti - Il concorso di persone nel reato - Le misure di sicurezza - – Atti giudiziari – Pareri - Quesiti 

AMMINISTRATIVO: I Beni pubblici - Interessi legittimi - Organizzazione e struttura della Pubblica Amministrazione - L’azione amministrativa - La responsabilità della pubblica amministrazione - La giurisdizione Amministrativa Speciale

III SEMESTRE MAGGIO / OTTOBRE

CIVILE: Elementi di diritto processuale civile - La responsabilità extra contrattuale e le forme di responsabilità cd. “atipiche” - le successioni - i soggetti di diritto - i contratti tipici: vendita, appalto e assicurazione - i contratti tipici: contratto d’opera, mediazione e locazione - il contratto dei consumatori, comodato e leasing – Atti giudiziari – Pareri - Quesiti 

PENALE: I delitti contro la persona ed il codice rosso - Le misure di prevenzione - Delitti contro la PA e l’autorità giudiziaria - Gli stupefacenti - I delitti contro il patrimonio pt 1 - I delitti contro il patrimonio pt 2 - – Atti giudiziari – Pareri - Quesiti 

AMMINISTRATIVO: Il procedimento amministrativo - Silenzio amministrativo e SCIA - I contratti della Pubblica Amministrazione - Responsabilità della Pubblica Amministrazione - Espropriazione per pubblica utilità -Le patologie dell’atto amministrativo

Gli argomenti specifici oggetto degli incontri, saranno comunicati ai tirocinanti alcuni giorni prima dell’incontro, unitamente alla documentazione di riferimento predisposta dal docente.

2) – 8 Incontri a distanza in modalità telematica sulle seguenti materie:Teoria e pratica del linguaggio giuridico; argomentazione forense; Elementi di ordinamento giudiziario e penitenziario; Diritto costituzionale; Diritto commerciale; Diritto dell'unione europea; Diritto tributario; Diritto ecclesiastico; Diritto internazionale privato; Diritto del lavoro.

Sulla piattaforma di eLearning della Scuola Forense Foroeuropeo verranno pubblicati 8 videolezioni per un totale di 16 ore con accesso on demand e con le modalità previste dal regolamento FAD del C.N.F.

Per ogni materia il docente di riferimento individua tre gruppi di argomenti/istituti giuridici e predispone le tre videolezioni che verranno attivate una per ogni semestre.

3) VERIFICHE INTERMEDIE, VERIFICA FINALE E RILASCIO ATTESTATO

Sono previste, al termine dei primi due semestri, verifiche intermedie al fine della valutazione dell’apprendimento dei singoli tirocinanti, il cui superamento è propedeutico al sostenimento del test finale come indicato dall’art. 8, D.M. n. 17/2018.

L’accesso alle suddette verifiche didattiche è garantito solo a coloro che hanno partecipato all’80% delle lezioni come previsto dalla citata normativa

Il controllo delle presenze dei discenti verrà effettuato con la sottoscrizione, in entrata ed in uscita, di un apposito registro indicante la data, l’orario e che detta documentazione verrà trasmessa al Comitato di verifica per gli adempimenti previsti dalla normativa,

Verrà rilasciato il certificato di avvenuta frequenza alla Scuola e dunque dell’avvenuto svolgimento dell’obbligo formativo soltanto nel caso di superamento delle tre verifiche previste.

IL METODO DIDATTICO

Il metodo didattico, in armonia con le Linee Guida e la Normativa di riferimento, si articola con l’assegnazione di casi pratici multidisciplinari studiati, preparati e sviluppati dal Comitato Tecnico Scientifico della Scuola.

In ogni incontro saranno svolte esercitazioni scritte e orali, c.d., simulazioni processuali, discussione su casi pratici, lettura e scrittura guidata di un testo giuridico, massimazione di sentenze, analisi di materiale processuale, correzione delle esercitazioni, tecniche di redazione di pareri stragiudiziali e atti processuali, tecnica per la ricerca normativa sui codici.

Il docente, con l’ausilio di tutor, avrà cura di coinvolgere ciascuno dei partecipanti affinché, individuati gli argomenti da trattare, sulla base dell’approfondito esame della legislazione e della giurisprudenza di riferimento, sia in grado di inquadrare la questione, trovare la regola applicabile e fornire una soluzione mediante l’individuazione della fonte normativa corretta, fornendo una plausibile interpretazione alla luce dei precedenti giurisprudenziali e proponendo la strategia processuale ritenuta più idonea, tenuto anche conto dei sistemi di risoluzione ADR.

Il confronto, l’approfondimento giurisprudenziale e la ricerca di ragionate soluzioni a complesse problematiche giuridiche (tratte anche dalla pratica quotidiana) consentiranno a ciascuno dei partecipanti di cogliere le differenze tra il sapere, il saper essere e il saper fare.

Ogni lezione partirà da un caso pratico rispetto al quale i discenti si confronteranno tra di loro e con i rispettivi docenti/tutor al fine di pervenire alla miglior soluzione scegliendo tra opposte alternative.

I discenti in questo modo, con l’intervento dei docenti e dei tutor, dovranno inquadrare il quesito sotteso al caso sottoposto e gli istituti giuridici sottesi e conseguentemente argomentare una o più tesi tenendo altresì conto delle interpretazioni fornite dalla giurisprudenza - per risolvere la questione.

Nell’ambito di ciascun modulo ai tirocinanti verrà, altresì, data la possibilità di esercitarsi su prove scritte. In particolare, in occasione di ogni esercitazione verrà consegnata una traccia con la peculiarità di essere declinata sia sotto forma di parere che atto processuale.

In particolare, durante gli incontri si alterneranno:

a) lezioni teoriche, sia di diritto sostanziale che processuale, dinamiche e corali, nel corso delle quali, insieme ai Docenti Foroeuropeo, ci si confronterà su casi pratici e su questioni giuridiche, approfondendo di volta in volta gli istituti giuridici di riferimento, onde affrontare tendenzialmente tutte le maggiori tematiche di diritto sostanziale e processuale;

b) momenti pratici, in cui i Corsisti si cimenteranno, dapprima in maniera guidata con il Docente e poi simulando la prova nelle aule, con tracce/quesiti assegnati, predisponendo un elaborato scritto o una scaletta per l’esame del quesito pratico oppure ancora la discussione del caso.

MATERIALE DIDATTICO PREDISPOSTO PER OGNI MODULO

a) tracce/quesiti su diverse questioni giuridiche selezionate dal Centro Studi Foroeuropeo; b) approfondimenti teorici con redazione anche guidata e commento di tracce/quesiti; c) formulari ragionati ed esplicati di diritto processuale civile, penale ed amministrativo per ipotesi prove scritte; d) dispense ragionate; e) soluzioni schematiche ed approfondite delle tracce/quesiti svolte con relativo sviluppo delle questioni giuridiche sottese; f) osservatori giurisprudenziali, in cui vengono trattate le questioni giuridiche più rilevanti; g) focus sulle questioni giuridiche e sulle novelle legislative più recenti; h) schede di valutazione personalizzate redatte dal Docente/Tutor in sede di correzione degli elaborati o delle “scalette per la discussione” in caso di orale rafforzato; l) videoregistrazione delle lezioni con fruibilità illimitata sulla piattaforma E-learning;

SUPPORTI INFORMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DEI CORSISTI

La Scuola Forense Foroeuropeo mette a disposizione dei corsisti la piattaforma di e-Learning con accesso personalizzato al materiale didattico che viene pubblicato durante il corso. Sulla piattaforma verranno caricati i percorsi formativi corrispondenti a tutte le fasi previste con le lezioni svolte videoregistrate. Questo sistema consente al corsista di poter ripassare a piacimento tutti i percorsi didattici affrontati. Tutto il materiale didattico resta a disposizione dei Corsisti sulla piattaforma E-learning per l’intera durata del corso. L'accesso alla piattaforma E-learning è illimitato h 24.

DIRETTORE SCIENTIFICO

LA SCUOLA FORENSE FOROEUROPEO è stata fondata ed è coordinata e diretta dall’Avv. Domenico Condello, il quale ha maturato esperienze nel settore

   -essendo stato Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma dal 1996 al 2017, Consigliere Segretario dell’Ordine degli Avvocati di Roma dal 2001 al 2005; componente del Direttivo della Scuola di specializzazione forense dell’Università di Urbino – Facoltà di Giurisprudenza; componente del Direttivo della Scuola di specializzazione forense dell’Università di Roma Tre - Facoltà di Giurisprudenza; componente del Direttivo della Scuola di specializzazione forense dell’Università Tor Vergata - Facoltà di Giurisprudenza; Coordinatore della Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma;

   -avendo svolto attività di Docenza in informatica giuridica all’Università di Urbino, all’Università La Sapienza di Roma – Facoltà di Giurisprudenza nella Scuola di specializzazione forense nella materia di Informatica Giuridica; Docente di Deontologia ed Ordinamento professionale alla Scuola di specializzazione forense dell’Università di Roma Tre;

   -essendo autore di pubblicazioni in materia di Deontologia ed Ordinamento Professionale, Previdenza e Assistenza Forense, Gestione dello Studio legale, opere pubblicate da importanti case editrici (Pirola Editore, Giappichelli editore, Il Sole 24 ore – Giuffrè Editore);

   -essendo stato - dal 2013, fino alla data odierna -Direttore Scientifico della Scuola Forense Foroeuropeo ed ha curato i corsi per la preparazione della prova scritta dell’Esame di Avvocato

LE SEDI

ROMA - La sede operativa principale è a Roma, in Via Crescenzio 43 e si sviluppa in locali di 250 mq circa con aule attrezzate, con impianti audio video, personal computer collegati ad internet con fibra e muniti di programmi gestionali e di editazione, con l’utilizzazione di una apposita piattaforma di elearning e di una piattaforma multimediale con aule virtuali interattive. La sede è strutturata in conformità alla normativa sanitaria e di sicurezza. Consente l’accesso ai portatori di handicap. E’ munita di impianti di areazione e di condizionamento conformi alla normativa vigente.

MILANO - Sede: prossima indicazione - Zona Tribunale Milano

NAPOLI - Sede: prossima indicazione - Zona Tribunale Napoli

QUOTA DI ISCRIZIONE

QUOTA DI PARTECIPAZIONE AL SEMESTRE € 500 (dal 1.1.2023 - Esente iva ex art. 10 D.P.R. Art. 10, c. 20 del 26/10/1972 n. 633 - Corsi Obbligatori tirocinio integrativo della pratica forense (art. 43 L. 247/2012, art. 2, D.M. 17/2018 e delibera del CNF, Ente pubblico non economico, del 23/09/2022 contenente il riconoscimento di Foroeuropeo per l’organizzazione dei Corsi Obbligatori tirocinio integrativo della pratica forense)

Modalità di pagamento: Preiscrizione € 50 (diritti di segreteria) - Inizio corso € 150 -Residuo in tre rate da € 100 durante il semestre

ISCRIZIONE CORSO SEMESTRALE:

         3. SEMESTRE: MAGGIO 2023 / OTTOBRE 2023 - ISCRIZIONI APERTE

         2. SEMESTRE: NOVEMBRE 2022 / APRILE 2023 - IN CORSO

         1. SEMESTRE: MAGGIO 2022 / OTTOBRE 2022 - CHIUSO

40.000 MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA/ARGOMENTO: