Diritto all'oblio: cittadini italiani tutelati anche al di fuori dei confini europei - sito www.garanteprivacy.it

Il Garante per la privacy ha ordinato a Google di deindicizzare gli url riguardanti un cittadino italiano da tutti i risultati della ricerca, sia nelle versioni europee del motore, sia in quelle extraeuropee. Google dovrà inoltre estendere l'attività di rimozione anche agli url già deindicizzati nella versione europea.

E' quanto ha stabilito il Garante privacy per assicurare tutela effettiva ad un cittadino italiano residente negli Stati Uniti [doc. web n. 7465315].

L'interessato chiedeva la deindicizzazione di numerosi url europei ed extraeuropei che rimandavano a messaggi o brevi articoli anonimi pubblicati su forum o siti amatoriali giudicati gravemente offensivi della propria reputazione.

Negli scritti erano riportate anche informazioni ritenute false sul suo stato di salute e su gravi reati connessi alla sua attività di professore universitario. Il ricorrente auspicava una deindicizzazione del suo nominativo da tutti i siti, anche extraeuropei, in cui era presente, lamentando peraltro la circostanza che, non appena un url veniva rimosso, subito ne venivano generati altri con contenuti di analogo tenore.

Nel decidere a favore della deindicizzazione il Garante ha ritenuto che la "perdurante reperibilità" sul web di contenuti non corretti e inesatti avesse un impatto "sproporzionatamente negativo" sulla sfera privata del ricorrente. Un effetto dovuto anche alla diffusione di dati sulla salute non in linea con quanto disposto dal Codice privacy e dalle Linee guida dei Garanti europei sull'attuazione della sentenza Google Spain. Nelle Linee guida i Garanti europei individuano in particolare proprio nel trattamento dei dati sulla salute uno dei criteri da tenere in considerazione per un corretto bilanciamento tra diritto all'oblio e diritto/dovere all'informazione a causa del suo maggiore impatto sulla vita privata, rispetto ai dati personali "comuni".

Ai fini del bilanciamento, inoltre, i Garanti Ue ritengono che debba essere presa in considerazione anche la natura dei contenuti di cui si chiede la rimozione precisando che nel caso in cui si tratti di "informazioni che sono parte di campagne personali contro un determinato soggetto, sotto forma di rant (esternazioni negative a ruota) o commenti personali spiacevoli", la deindicizzazione deve essere giudicata con maggiore favore in presenza di "risultati contenenti dati che sembrano avere natura oggettiva ma che sono, in realtà, inesatti, in termini reali", soprattutto "se ciò genera un'impressione inesatta, inadeguata o fuorviante rispetto alla persona interessata."

Stampa Email



 cameramen 22 dicembre 2020 - h 13.30 - Il Codice Deontologico forense. Doveri dell’Avvocato e profili di responsabilità deontologica. Relatori:  Avv. Carlo Bartolini, Avvocato del Foro di Tivoli, Vicepresidente del Consiglio Distrettuale di Disciplina – Corte d’Appello di Roma Già Presidente del Consiglio dell’Ordine di Tivoli e  Avv. Domenico Condello – Convegno in videoconferenza accreditato al C.N.F. – Due crediti formativi deontologici. .. apri pagina

 Arrows iconRegistrazione partecipanti videoconferenza del 24 Novembre 2020 -la legge professionale (247/2012): artt. 13 e 13 bis. i parametri d.m. 55/2014 e d.m. 37/2018 per l’attività professionale svolta. i contratti d’opera professionali. gli articoli di riferimento del codice deontologico forense. convegno in videoconferenza accreditato dal c.n.f. – due crediti formativi deontologici .. apri pagina.

 cameraman e cineoperatore immagine animata 00324 DICEMBRE 2020 H. 15 - LE NUOVE OPPORTUNITÀ PROFESSIONALI PER AVVOCATI, COMMERCIALISTI E CONSULENTI DEL LAVORO - L'Albo nazionale dei gestori e controllori della crisi d'impresa e dell'insolvenza (Curatore, Commissario Giudiziale, Commissario liquidatore, ..). Modificato il Codice della Crisi di Impresa: 40 ore di formazione obbligatoria per svolgere le funzioni di curatore, commissario giudiziale, liquidatore, esperto collegio Ocri, esperto nominato dal Tribunale. – Incontro a distanza nel salotto giuridico virtuale di Foroeuropeo. Relatore avv. Domenico Condello – già Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma – Direttore della Scuola gestori della crisi d’impresa e Prof Antonella Marandola Ordinario diritto processuale penale Università del Sannio. – Partecipazione gratuita

logo Univ foro mini11 Dicembre 2020 - CORSO UNIVERSITARIO DI PERFEZIONAMENTO  - a distanza online in aula virtuale interattiva - abilitante per l'iscrizione all'albo nazionale dei curatori, commissari giudiziali, liquidatori, esperti e coadiutori e componenti collegio Ocri  e  on demand abilitante per l'iscrizione nell'elenco dei gestori della crisi da sovraindebitamento - Percorso Gestori crisi impresa - Il codice crisi impresa e dell'insolvenza - Docenti: Fabrizio Di Marzio – Ordinario Diritto Civile – Già Consigliere di Cassazione e Giudice delegato e Giuseppina Ivone - Avvocato Foro di Roma – Curatore Fallimentare . . . . . sconto iscrizione anticipata . . . Leggi tutto 

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati