Condominio negli edifici - assemblea dei condomini - deliberazioni - impugnazioni - deliberazioni nulle o inesistenti – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 11034 del 27/05/2016Condominio negli edifici - assemblea dei condomini - deliberazioni - impugnazioni - deliberazioni nulle o inesistenti – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 11034 del 27/05/2016
Delibera di assegnazione di posti auto a singoli condomini nello spazio comune - Legittimità - Esclusione - Condizioni - Fondamento. In tema di condominio, costituisce innovazione vietata ai sensi dell'art. 1120, comma 2, c.c., l'assegnazione, in via esclusiva e per un tempo indefinito, di posti auto all'interno di un'area condominale, in quanto determina una limitazione dell'uso e del godimento che gli altri condomini hanno diritto di esercitare sul bene comune, con conseguente nullità della relativa delibera. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 11034 del 27/05/2016 CONDOMINIO...
Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - uso della cosa comune - estensione e limiti - destinazione della cosa comune – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 18661 del 22/09/2015Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - uso della cosa comune - estensione e limiti - destinazione della cosa comune – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 18661 del 22/09/2015
Posizione di tubature da parte di un comunista nel sottosuolo dell'aia comune - Legittimità - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 18661 del 22/09/2015 Il comproprietario di un cortile può porre nel sottosuolo tubature per lo scarico fognario e l'allacciamento del gas a vantaggio della propria unità immobiliare, trattandosi di un uso conforme all'art. 1102 c.c., in quanto non limita, né condiziona, l'analogo uso degli altri comunisti. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 18661 del 22/09/2015 CONDOMINIO USO DELLA COSA COMUNE    ...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17072 del 24/08/2015Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17072 del 24/08/2015
Modificazione unilaterale di una parte comune da parte del singolo condomino - Tutela possessoria - Esperibilità - Condizioni - Fattispecie in tema di apposizione di canna fumaria sulla facciata condominiale. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17072 del 24/08/2015 È esperibile la tutela possessoria ove il singolo condomino abbia alterato o violato, senza il consenso degli altri condomini, lo stato di fatto e la destinazione di una parte comune dell'edificio, sì da impedire o restringere il godimento spettante agli altri compossessori "pro indiviso". (Nella specie era stata eretta,...
competenza per materia - cause relative alle modalità di uso dei servizi del condominio - Cass. n. 16650/2015competenza per materia - cause relative alle modalità di uso dei servizi del condominio - Cass. n. 16650/2015
Controversia sulla legittimità dell'uso a parcheggio di un'area condominiale - Competenza del tribunale - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 16650 del 10/08/2015 La controversia sulla legittimità dell'uso a parcheggio di un'area condominiale appartiene alla competenza del tribunale e non a quella del giudice di pace, risultando oggetto di contestazione il diritto ad un certo uso del bene comune e non soltanto le relative modalità di esercizio. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 16650 del 10/08/2015   _____________________________________ Competenza...
comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - azioni giudiziarie - Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 1650 del 28/01/2015comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - azioni giudiziarie - Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 1650 del 28/01/2015
Azioni a tutela della cosa comune - Legittimazione del singolo comproprietario - Sussistenza - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 1650 del 28/01/2015 Ciascun comproprietario, in quanto titolare di un diritto che, sia pure nei limiti segnati dalla concorrenza dei diritti degli altri partecipanti, investe l'intera cosa comune (e non una sua frazione), è legittimato ad agire o resistere in giudizio per la tutela della stessa nei confronti dei terzi o di un singolo condomino, anche senza il consenso degli altri partecipanti. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n....
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - cortili, chiostrine, finestre – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 6573 del 31/03/2015Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - cortili, chiostrine, finestre – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 6573 del 31/03/2015
Delibera che adibisce il cortile a parcheggio e assegna i posti auto - Effetti - Divisione del bene comune - Esclusione - Fondamento - Conseguenze. In tema di condominio negli edifici, la delibera assembleare che adibisce l'area cortiliva a parcheggio e assegna i singoli posti auto non determina la divisione del bene comune, limitandosi a renderne più ordinato e razionale l'uso paritario, sicché essa non richiede il consenso di tutti i condomini, né attribuisce agli assegnatari il possesso esclusivo della porzione loro assegnata. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 6573 del 31/03/2015...
Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - uso della cosa comune - in genere – Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 5729 del 23/03/2015Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - uso della cosa comune - in genere – Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 5729 del 23/03/2015
Attività di bonifica di un terreno - Innovazione ex art. 1108 cod.civ. - Esclusione - Fondamento. In tema di comunione indivisa, l'attività di bonifica di un terreno compiuta da un comproprietario non integra gli estremi di un atto innovativo, per il quale è necessaria la maggioranza qualificata ex art. 1108 cod. civ., trattandosi di opera di ordinaria amministrazione che non altera la destinazione economica del terreno ed è diretta al miglioramento ovvero a rendere più comodo o più redditizio il suo godimento, senza pregiudicare il diritto di godimento degli altri comproprietari. Corte di...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - uso della proprietà esclusiva - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 26426 del 16/12/2014Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - uso della proprietà esclusiva - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 26426 del 16/12/2014
Spazio destinato al parcheggio in proprietà esclusiva del condomino - Recinzione - Possibilità - Insistenza nel locale adibito ad autorimessa comune del condomino - Irrilevanza. Il condomino ha la facoltà di recintare, anche con una struttura a box, lo spazio, di proprietà esclusiva, destinato a parcheggio di un autoveicolo, ancorché sito nel locale adibito ad autorimessa comune del condominio, purché a ciò non osti l'atto di acquisto o il regolamento condominiale, avente efficacia contrattuale, e non ne derivi un danno alle parti comuni dell'edificio, ovvero una limitazione al godimento...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - uso della proprietà esclusiva - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 26426 del 16/12/2014Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - uso della proprietà esclusiva - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 26426 del 16/12/2014
Spazio destinato al parcheggio in proprietà esclusiva del condomino - Recinzione - Possibilità - Insistenza nel locale adibito ad autorimessa comune del condomino - Irrilevanza. Il condomino ha la facoltà di recintare, anche con una struttura a box, lo spazio, di proprietà esclusiva, destinato a parcheggio di un autoveicolo, ancorché sito nel locale adibito ad autorimessa comune del condominio, purché a ciò non osti l'atto di acquisto o il regolamento condominiale, avente efficacia contrattuale, e non ne derivi un danno alle parti comuni dell'edificio, ovvero una limitazione al godimento...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - uso della proprietà esclusiva - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 26426 del 16/12/2014Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - uso della proprietà esclusiva - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 26426 del 16/12/2014
Spazio destinato al parcheggio in proprietà esclusiva del condomino - Recinzione - Possibilità - Insistenza nel locale adibito ad autorimessa comune del condomino - Irrilevanza. Il condomino ha la facoltà di recintare, anche con una struttura a box, lo spazio, di proprietà esclusiva, destinato a parcheggio di un autoveicolo, ancorché sito nel locale adibito ad autorimessa comune del condominio, purché a ciò non osti l'atto di acquisto o il regolamento condominiale, avente efficacia contrattuale, e non ne derivi un danno alle parti comuni dell'edificio, ovvero una limitazione al godimento...
Competenza civile - competenza per materia - cause relative alle modalità di uso dei servizi del condominio – Cass. n. 23297/2014Competenza civile - competenza per materia - cause relative alle modalità di uso dei servizi del condominio – Cass. n. 23297/2014
Limiti imposti dal regolamento condominiale all'utilizzo delle proprietà esclusive - Controversia - Riconducibilità alle controversie sulle modalità d'uso dei servizi del condominio di competenza del giudice di pace - Esclusione - Fondamento. La controversia che riguardi i limiti di esercizio del diritto del condomino sulla sua proprietà esclusiva, derivanti da una clausola del regolamento condominiale, non rientra tra le cause relative alla misura ed alle modalità d'uso dei servizi di condominio, di competenza del giudice di pace, che attengono alle riduzioni quantitative del diritto di...
Condominio competenza civile - competenza per materia - cause relative alle modalità di uso dei servizi del condominio - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 23297 del 31/10/2014Condominio competenza civile - competenza per materia - cause relative alle modalità di uso dei servizi del condominio - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 23297 del 31/10/2014
Limiti imposti dal regolamento condominiale all'utilizzo delle proprietà esclusive - Controversia - Riconducibilità alle controversie sulle modalità d'uso dei servizi del condominio di competenza del giudice di pace - Esclusione - Fondamento. La controversia che riguardi i limiti di esercizio del diritto del condomino sulla sua proprietà esclusiva, derivanti da una clausola del regolamento condominiale, non rientra tra le cause relative alla misura ed alle modalità d'uso dei servizi di condominio, di competenza del giudice di pace, che attengono alle riduzioni quantitative del diritto di...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - innovazioni - su parti comuni dell'edificio - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 19915 del 22/09/2014Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - innovazioni - su parti comuni dell'edificio - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 19915 del 22/09/2014
Spazio sottostante il suolo su cui sorge l'edificio condominiale - Abbassamento del pavimento eseguito da un singolo condomino - Uso illegittimo della cosa comune - Configurabilità - Condizioni e limiti.   In tema di condominio negli edifici, non è automaticamente configurabile un uso illegittimo della parte comune costituita dall'area di terreno su cui insiste il fabbricato e posano le fondamenta dell'immobile, in ipotesi di abbassamento del pavimento e del piano di calpestio eseguito da un singolo condomino, dovendosi a tal fine accertare o l'avvenuta alterazione della destinazione...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - innovazioni - su parti comuni dell'edificio - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 19915 del 22/09/2014Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - innovazioni - su parti comuni dell'edificio - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 19915 del 22/09/2014
Spazio sottostante il suolo su cui sorge l'edificio condominiale - Abbassamento del pavimento eseguito da un singolo condomino - Uso illegittimo della cosa comune - Configurabilità - Condizioni e limiti. In tema di condominio negli edifici, non è automaticamente configurabile un uso illegittimo della parte comune costituita dall'area di terreno su cui insiste il fabbricato e posano le fondamenta dell'immobile, in ipotesi di abbassamento del pavimento e del piano di calpestio eseguito da un singolo condomino, dovendosi a tal fine accertare o l'avvenuta alterazione della destinazione del bene...
innovazioni - in genere (distinzione dall'uso) - Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 945 del 16/01/2013innovazioni - in genere (distinzione dall'uso) - Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 945 del 16/01/2013
Deliberazione dell'assemblea condominiale volta all'uso di canna pattumiera già sigillata per collocarvi contatori e caldaie dell'acqua calda - Innovazione ex art. 1120 cod. civ. - Configurabilità - Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 945 del 16/01/2013 {tab massima|green}Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 945 del 16/01/2013 In tema di condominio negli edifici, non costituisce un'innovazione, ai sensi dell'art. 1120 cod. civ., soggetta perciò al requisito della maggioranza qualificata di cui all'art. 1136, quinto comma, cod. civ., la deliberazione con la quale l'assemblea...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - muri (maestri, perimetrali) – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 18350 del 31/07/2013Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - muri (maestri, perimetrali) – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 18350 del 31/07/2013
Canna fumaria a servizio di proprietà esclusiva e in appoggio a facciata condominiale - Sostituzione - Liceità - Condizioni. La sostituzione della canna fumaria pertinente ad unità immobiliare di proprietà esclusiva non reca, di per sé, danno alla cosa comune - la facciata dell'edificio - già utilizzata per l'appoggio, non dovendo alterare, tuttavia, alla luce del collegamento tra gli artt. 1102, 1120, secondo comma, e 1122 cod. civ., il decoro architettonico del fabbricato. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 18350 del 31/07/2013  ...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - muri (maestri, perimetrali) – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 18350 del 31/07/2013Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - muri (maestri, perimetrali) – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 18350 del 31/07/2013
Canna fumaria a servizio di proprietà esclusiva e in appoggio a facciata condominiale - Sostituzione - Liceità - Condizioni. La sostituzione della canna fumaria pertinente ad unità immobiliare di proprietà esclusiva non reca, di per sé, danno alla cosa comune - la facciata dell'edificio - già utilizzata per l'appoggio, non dovendo alterare, tuttavia, alla luce del collegamento tra gli artt. 1102, 1120, secondo comma, e 1122 cod. civ., il decoro architettonico del fabbricato. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 18350 del 31/07/2013  ...
Esecuzione forzata - consegna o rilascio (esecuzione per) - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 5384 del 05/03/2013Esecuzione forzata - consegna o rilascio (esecuzione per) - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 5384 del 05/03/2013
Esecuzione per rilascio di un immobile instaurata da taluni comproprietari - Titolo esecutivo utile ad ottenere da uno dei comproprietari o dai sui aventi causa il rilascio della quota di comproprietà di metà dell'immobile - Efficacia, ai fini del rilascio dell'intero immobile, nei confronti di un terzo occupante l'immobile stesso in forza di titolo di godimento riconducibile ad un ulteriore comproprietario. - Esclusione. I comproprietari di un bene immobile non possono utilizzare il titolo esecutivo - formato, valido ed efficace nei confronti di altro comproprietario, nella cui posizione...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - azioni giudiziarie - rappresentanza giudiziale del condominio - legittimazione del condomino – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 14765 del 03/09/2012Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - azioni giudiziarie - rappresentanza giudiziale del condominio - legittimazione del condomino – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 14765 del 03/09/2012
Azioni reali a difesa della proprietà comune - Legittimazione del singolo condomino - Sussistenza - Integrazione del contraddittorio - Necessità - Esclusione - Fondamento. In tema di condominio negli edifici, ciascun condomino può legittimamente proporre le azioni reali a difesa della proprietà comune, senza che si renda necessaria l'integrazione del contraddittorio nei confronti degli altri condomini, avendo il diritto di ogni partecipante al condominio per oggetto la cosa comune intesa nella sua interezza, pur se entro i limiti dei concorrenti diritti altrui. Corte di Cassazione Sez. 2,...
Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - uso della cosa comune - estensione e limiti - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 14213 del 07/08/2012Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - uso della cosa comune - estensione e limiti - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 14213 del 07/08/2012
Sottrazione della facoltà di godimento e disposizione del bene - Danno "in re ipsa" da lucro cessante - Portata - Liquidazione in base ai frutti civili illegittimamente tratti dall'uso esclusivo - Configurabilità. In tema di uso della cosa comune, nell'ipotesi di sottrazione delle facoltà dominicali di godimento e disposizione del bene, è risarcibile, sotto l'aspetto del lucro cessante, non solo il lucro interrotto, ma anche quello impedito nel suo potenziale esplicarsi, ancorché derivabile da un uso della cosa diverso da quello tipico. Tale danno, da ritenersi "in re ipsa", ben può essere...
Beni - frutti - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 5504 del 05/04/2012Beni - frutti - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 5504 del 05/04/2012
Beni comuni - Utilizzazione esclusiva del comproprietario - Conseguenze - Obbligo di restituzione dei frutti civili - Criterio di liquidazione - Valore locativo del bene - Rilevanza. I frutti civili, dovuti dal comproprietario che abbia utilizzato, in via esclusiva, un bene rientrante nella comunione, hanno, ai sensi dell'art. 820, terzo comma, cod. civ., la funzione di corrispettivo del godimento della cosa e possono essere liquidati con riferimento al valore figurativo del canone locativo di mercato. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 5504 del 05/04/2012...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio – uso - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2483 del 21/02/2012Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio – uso - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2483 del 21/02/2012
Controversie sulle modalità di uso della cosa comune - Titolari di diritto d'uso sui beni condominiali comuni - Legittimazione passiva - Sussistenza - Fattispecie. Tra le cause inerenti le modalità di uso dei servizi e dei beni condominiali, di cui all'art. 7, comma 3, numero 2, cod. proc. civ., rientrano anche quelle promosse nei confronti di coloro che, pur non essendo condòmini, siano comunque legittimati all'uso delle parti comuni del fabbricato condominiale. (In applicazione del principio, la S.C. ha ritenuto passivamente legittimato rispetto alla domanda di accertamento delle modalità...
Proprietà - acquisto - a titolo originario - accessione - in genere - esclusione – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 1556 del 24/01/2011Proprietà - acquisto - a titolo originario - accessione - in genere - esclusione – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 1556 del 24/01/2011
Costruzione da parte di comproprietario su bene comune - Accessione - Esclusione - Disciplina della comunione - Applicabilità - Conseguenze - Mancanza del consenso degli altri partecipanti - Illegittimità dell'opera. La costruzione di un'opera da parte di un comproprietario su beni comuni non è disciplinata dalle norme sull'accessione, bensì da quelle sulla comunione, secondo le quali costituisce innovazione della cosa comune una modificazione della forma o della sostanza del bene che abbia l'effetto di alterarne la consistenza materiale o la destinazione originaria; ne consegue che, in...
Apertura di vedute sul cortile comune  - Corte di Cassazione Sentenza n. 13874 del 9 giugno 2010Apertura di vedute sul cortile comune - Corte di Cassazione Sentenza n. 13874 del 9 giugno 2010
Condominio – Apertura di vedute sul cortile comune - L'apertura di finestre ovvero la trasformazione di luce in veduta su un cortile comune... (Corte di Cassazione Sentenza n. 13874 del 9 giugno 2010 dal sito web della Corte di Cassazione) Condominio – Apertura di vedute sul cortile comune - L'apertura di finestre ovvero la trasformazione di luce in veduta su un cortile comune rientra nei poteri spettanti ai singoli condomini ai sensi dell'art. 1102 cod. civ., posto che i cortili comuni, assolvendo alla precipua finalità di dare aria e luce agli immobili circostanti, sono utilmente fruibili...
Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - amministrazione da parte della collettività dei partecipanti - locazione della cosa comune – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6427 del 17/03/2009Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - amministrazione da parte della collettività dei partecipanti - locazione della cosa comune – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6427 del 17/03/2009
Azione di rilascio da parte di uno o più comunisti - Legittimità - Sussistenza - Fondamento - Condizione. In difetto di prova contraria, sugli immobili oggetto di comunione concorrono pari poteri gestori di tutti i comproprietari, in virtù della presunzione che ciascuno di essi operi con il consenso degli altri, per cui ogni comunista è legittimato ad agire per il rilascio dell'immobile comune senza che sia necessaria la partecipazione degli altri comunisti. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6427 del 17/03/2009  ...
comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - amministrazione da parte della collettività dei partecipanti - locazione della cosa comune - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6427 del 17/03/2009comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - amministrazione da parte della collettività dei partecipanti - locazione della cosa comune - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6427 del 17/03/2009
Azione di rilascio da parte di uno o più comunisti - Legittimità - Sussistenza - Fondamento - Condizione. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6427 del 17/03/2009 In difetto di prova contraria, sugli immobili oggetto di comunione concorrono pari poteri gestori di tutti i comproprietari, in virtù della presunzione che ciascuno di essi operi con il consenso degli altri, per cui ogni comunista è legittimato ad agire per il rilascio dell'immobile comune senza che sia necessaria la partecipazione degli altri comunisti. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6427 del 17/03/2009  ...
Possesso - azioni a difesa del possesso - manutenzione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 22227 del 17/10/2006Possesso - azioni a difesa del possesso - manutenzione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 22227 del 17/10/2006
Compossesso - Atto di turbativa - Condizioni - Modificazione delle modalità di godimento del bene con pregiudizio della altrui facoltà - Fattispecie. In materia di compossesso, costituisce atto di turbativa, tutelabile con l'azione di manutenzione, qualsiasi comportamento che ponga in essere una innovazione della cosa comune comportante una modificazione delle concrete modalità di utilizzazione del bene, tale da limitare, in misura apprezzabile, le facoltà del suo godimento. (Nella specie, la S.C. ha confermato la decisione del giudice di merito, che aveva ravvisato turbativa nella condotta...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - impianti comuni - riscaldamento (termosifone) – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 7518 del 30/03/2006Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici - parti comuni dell'edificio - impianti comuni - riscaldamento (termosifone) – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 7518 del 30/03/2006
Rinunzia all'uso dell'impianto centralizzato - Conseguente distacco dalle diramazioni di esso della singola unità immobiliare - Legittimità - Condizioni - Conseguenze - Delibera assembleare di diniego dell'autorizzazione - Nullità - Fondamento. Il condomino può legittimamente rinunziare all'uso del riscaldamento centralizzato e distaccare le diramazioni della sua unità immobiliare dall'impianto termico comune, senza necessità di autorizzazione od approvazione degli altri condomini, e, fermo il suo obbligo di pagamento delle spese per la conservazione dell'impianto, è tenuto a partecipare a...
Condominio servizi del condominio - giudice di pace - competenza ex art. 7 comma terzo n.2 cod. Proc. Civ. - Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 8376 del 21/04/2005Condominio servizi del condominio - giudice di pace - competenza ex art. 7 comma terzo n.2 cod. Proc. Civ. - Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 8376 del 21/04/2005
Apertura di porta su pianerottolo comune - Domanda di ripristino dello stato dei luoghi - Controversia relativa alla misura e alle modalità di uso dei servizi condominiali - Configurabilità - Esclusione - Fondamento - Competenza del tribunale - Sussistenza. La controversia relativa al diritto di utilizzazione del pianerottolo comune, che si assume leso dall'apertura verso l'esterno ( in sostituzione di quella verso l'interno) di una porta di accesso all'appartamento di proprietà di un condomino, non rientra fra le cause relative alla misura e alle modalità di uso dei servizi condominiali,...
Proprietà - limitazioni legali della proprietà - rapporti di vicinato - muro - comunione (del muro) - uso del muro comune - appoggio – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17868 del 24/11/2003Proprietà - limitazioni legali della proprietà - rapporti di vicinato - muro - comunione (del muro) - uso del muro comune - appoggio – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17868 del 24/11/2003
Edificio condominiale - Muro perimetrale - Costruzione realizzata da un condominio su suolo attiguo di sua esclusiva proprietà - Appoggio al muro comune - Consenso di tutti i condomini - Necessità - Fattispecie. Il muro perimetrale di un edificio condominiale può essere utilizzato dal singolo condominio per il migliore godimento della parte di edificio di sua proprietà esclusiva, ma non può essere invece utilizzato, senza il consenso di tutti i condomini, per l'utilità di un altro immobile di sua esclusiva proprietà, in quanto ciò implica la costituzione di una servitù in favore di un bene...
Proprietà - limitazioni legali della proprietà - rapporti di vicinato - muro - comunione (del muro) - uso del muro comune - appoggio – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17868 del 24/11/2003Proprietà - limitazioni legali della proprietà - rapporti di vicinato - muro - comunione (del muro) - uso del muro comune - appoggio – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17868 del 24/11/2003
Edificio condominiale - Muro perimetrale - Costruzione realizzata da un condominio su suolo attiguo di sua esclusiva proprietà - Appoggio al muro comune - Consenso di tutti i condomini - Necessità - Fattispecie. Il muro perimetrale di un edificio condominiale può essere utilizzato dal singolo condominio per il migliore godimento della parte di edificio di sua proprietà esclusiva, ma non può essere invece utilizzato, senza il consenso di tutti i condomini, per l'utilità di un altro immobile di sua esclusiva proprietà, in quanto ciò implica la costituzione di una servitù in favore di un bene...
Possesso - azioni a difesa del possesso - manutenzione - legittimazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 7914 del 30/05/2002Possesso - azioni a difesa del possesso - manutenzione - legittimazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 7914 del 30/05/2002
Modificazioni delle modalità di godimento da parte di un compossessore - Legittimazione degli altri compossessori - Sussistenza - Fattispecie. Costituisce turbativa del possesso, tutelabile con l'azione di manutenzione, il comportamento del compossessore che ponga in essere una innovazione nella cosa comune comportante una modificazione delle concrete modalità di godimento della cosa stessa dalla quale derivi ad altro compossessore una apprezzabile limitazione delle sue facoltà di godimento della cosa (nel caso di specie, un compossessore aveva variato il congegno di apertura elettronica...
Possesso - azioni a difesa del possesso - manutenzione - legittimazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 7914 del 30/05/2002Possesso - azioni a difesa del possesso - manutenzione - legittimazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 7914 del 30/05/2002
Modificazioni delle modalità di godimento da parte di un compossessore - Legittimazione degli altri compossessori - Sussistenza - Fattispecie. Costituisce turbativa del possesso, tutelabile con l'azione di manutenzione, il comportamento del compossessore che ponga in essere una innovazione nella cosa comune comportante una modificazione delle concrete modalità di godimento della cosa stessa dalla quale derivi ad altro compossessore una apprezzabile limitazione delle sue facoltà di godimento della cosa (nel caso di specie, un compossessore aveva variato il congegno di apertura elettronica...
Proprietà - limitazioni legali della proprietà - rapporti di vicinato - muro - comunione (del muro) - uso del muro comune - innalzamento – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 237 del 11/01/1997Proprietà - limitazioni legali della proprietà - rapporti di vicinato - muro - comunione (del muro) - uso del muro comune - innalzamento – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 237 del 11/01/1997
Da parte di un comproprietario - Abbattimento rete preesistente - Ammissibilità - Consenso dell'altro comproprietario - Necessità - Esclusione. Il muro comune divisorio può essere sopraelevato - anche abbattendo una preesistente rete metallica - senza necessità di consenso dell'altro comproprietario perché la relativa facoltà, ai sensi dell'art. 885 cod. civ., è svincolata dal regime normale della comunione e non trova alcuna restrizione negli artt. 1102 e 1108 cod. civ. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 237 del 11/01/1997  ...
Proprietà - Limitazioni legali della proprietà - Rapporti di vicinato - Muro - Comunione (del muro) – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 2953 del 26/03/1994Proprietà - Limitazioni legali della proprietà - Rapporti di vicinato - Muro - Comunione (del muro) – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 2953 del 26/03/1994
Uso del muro comune - Appoggio - Muri perimetrali di un edificio condominiale - Costruzione realizzata su suolo contiguo di proprietà esclusiva di un condomino - Appoggio al muro condominiale - Esclusione - Limiti. I muri perimetrali di un edificio condominiale sono destinati al servizio esclusivo dell'edificio stesso di cui costituiscono parte organica. Per tale loro funzione e destinazione possono essere usati dal singolo condomino solo per il miglior godimento della parte di edificio di sua proprietà esclusiva, ma non possono essere utilizzati, senza il consenso di tutti i condomini, per...
Proprietà - Limitazioni legali della proprietà - Rapporti di vicinato - Muro - Comunione (del muro) - Uso del muro comune - In genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 8992 del 25/07/1992Proprietà - Limitazioni legali della proprietà - Rapporti di vicinato - Muro - Comunione (del muro) - Uso del muro comune - In genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 8992 del 25/07/1992
Fondi a dislivello - Opere di sbancamento poste in essere dal proprietario del fondo sovrastante sul proprio terreno - Obblighi di quest'ultimo nei confronti del muro comune. In ipotesi di fondi a dislivello in abitato, il proprietario del fondo sovrastante, che eserciti la facoltà di abbassarne il livello con opere di sbancamento (nella specie, per ricavare un'autorimessa), deve, se possibile, lasciare integro il muro comune posto a cavallo del confine, mentre, ove ne sia necessario l'abbattimento, deve ricostruirlo, a proprie spese, nella stessa posizione. Corte di Cassazione, Sez. 2,...