Spese giudiziali civili - condanna alle spese - in genere - Cass. n. 9728/2020Spese giudiziali civili - condanna alle spese - in genere - Cass. n. 9728/2020
Procedimento di equa riparazione per irragionevole durata del processo - Giudizio di opposizione di cui all'art. 5-ter della l. n. 89 del 2001 - Natura - Rapporti con la fase monitoria - Conseguenze in tema di liquidazione delle spese in sede di opposizione. Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle liberta' fondamentali - processo equo - termine ragionevole. L’opposizione di cui all'art. 5-ter della l. n. 89 del 2001 non introduce un autonomo giudizio di impugnazione del decreto che ha deciso sulla domanda, ma realizza una fase a contraddittorio pieno di un unico procedimento,...
Spese giudiziali civili - condanna alle spese - di rappresentanti o curatori -Cass. n. 9203/2020Spese giudiziali civili - condanna alle spese - di rappresentanti o curatori -Cass. n. 9203/2020
Condanna in solido con la parte rappresentata - Condizioni - Sussistenza dei gravi motivi di cui all'art. 94 c.p.c. - Necessaria enunciazione. L'art. 94 c.p.c. prevedendo la condanna alle spese in favore dell'avversario vincitore, eventualmente in solido con la parte, del soggetto che la rappresenti, si giustifica con il fatto che il predetto, pur non assumendo la veste di parte nel processo, esplica pur tuttavia, anche se in nome altrui, un'attività processuale in maniera autonoma; tale condanna postula la ricorrenza di gravi motivi, da enunciarsi in modo specifico dal giudice, quali la...
Impugnazioni civili - revocazione (giudizio di) - procedimento - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 5 - , Ordinanza n. 8591 del 07/05/2020 (Rv. 657624 - 01)Impugnazioni civili - revocazione (giudizio di) - procedimento - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 5 - , Ordinanza n. 8591 del 07/05/2020 (Rv. 657624 - 01)
Revocazione - Condanna del difensore al pagamento in proprio delle spese processuali - Inesistenza procura - Sussistenza - Nullità procura - Esclusione - Fondamento - Conseguenze. Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura. Nel giudizio di revocazione, il difensore della parte può essere condannato al pagamento in proprio delle spese processuali soltanto quando abbia agito in virtù di procura inesistente e non meramente nulla, giacché, in tale ipotesi, il rapporto processuale si instaura validamente, onerando il giudice, che rilevi il vizio della procura, di ordinarne la...
Avvocato e procuratore - onorari - valore della causa - Cass. n. 6345/2020Avvocato e procuratore - onorari - valore della causa - Cass. n. 6345/2020
Prosecuzione del giudizio ai soli fini della determinazione delle spese di lite - Oggetto della controversia nel grado - Differenza tra la somma attribuita dalla sentenza impugnata e quella ritenuta corretta dall'atto di impugnazione - Sussistenza. Quando un giudizio prosegua nel successivo grado soltanto per la determinazione delle spese di lite a carico della parte soccombente, il differenziale tra la somma attribuita dalla decisione impugnata e quella ritenuta corretta dall'impugnante costituisce il "disputatum" della controversia e sulla base di tale criterio, integrato da quello del "...
Previdenza (assicurazioni sociali) - contributi assicurativi - riscossione - Corte di Cassazione, Sez. L - , Ordinanza n. 6092 del 04/03/2020 (Rv. 657182 - 01)Previdenza (assicurazioni sociali) - contributi assicurativi - riscossione - Corte di Cassazione, Sez. L - , Ordinanza n. 6092 del 04/03/2020 (Rv. 657182 - 01)
Rapporti interni tra il concessionario alla riscossione e l'ente creditore - Diritto del concessionario di essere manlevato dalle spese processuali del giudizio di opposizione - Configurabilità - Condizioni - Modalità di esercizio. Spese giudiziali civili - condanna alle spese - soccombenza - In genere. In tema di esecuzione cd. esattoriale, quando l'opposizione proposta dal debitore è accolta in relazione a vizi del procedimento o di merito ascrivibili esclusivamente all'ente creditore, il diritto del concessionario del servizio di riscossione di essere manlevato dall'ente medesimo dal...
Spese giudiziali civili - condanna alle spese - soccombenza –Cass. n. 5466/2020Spese giudiziali civili - condanna alle spese - soccombenza –Cass. n. 5466/2020
Accoglimento dell'appello limitatamente alla condanna ex art_ 96 c.p.c. - Conseguenze in tema di spese processuali - Soccombenza complessiva dell'appellante. In tema di liquidazione delle spese di lite, l'accoglimento dell'appello limitatamente all'accessorio capo di condanna ai sensi dell'art_ 96 c.p.c. non incide sulla determinazione della complessiva (o sostanziale) soccombenza dell'appellante la cui impugnazione sul merito della pronuncia di primo grado sia stata respinta. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 5466 del 28/02/2020 (Rv. 657296 - 01) Riferimenti normativi:...
Corte dei conti - attribuzioni - giurisdizionali - procuratore generale - Cass. n. 5589/2020Corte dei conti - attribuzioni - giurisdizionali - procuratore generale - Cass. n. 5589/2020
Ricorso per cassazione per motivi inerenti alla giurisdizione - Procuratore regionale della Corte dei Conti - Natura di parte solo in senso formale - Conseguenze - Pronuncia sulle spese processuali - Esclusione - Condanna ex art. 96, comma 3, c.p.c. - Esclusione - Fondamento. CORTE DEI CONTI ATTRIBUZIONI GIURISDIZIONALI  PROCURATORE GENERALE Nei giudizi dinanzi alle Sezioni Unite in sede di ricorso per motivi attinenti alla giurisdizione, il procuratore generale presso la Corte dei conti ha natura di parte solo in senso formale, sicché è esclusa l'ammissibilità di una pronuncia...
Spese giudiziali civili - condanna alle spese - impugnabilita' in cassazione - Cass. n. 4845/2020 Spese giudiziali civili - condanna alle spese - impugnabilita' in cassazione - Cass. n. 4845/2020
Pronuncia sulle spese - Capo autonomo della decisione - Configurabilità - Conseguenze - Impugnazione autonoma - Necessità - Impugnazione incidentale tardiva - Inammissibilità. La statuizione della sentenza che provvede sulle spese di giudizio costituisce un capo autonomo della decisione; ne consegue che l'impugnazione avverso di essa deve essere proposta in via autonoma e non per mezzo di impugnazione incidentale tardiva, che è, per tale ragione, inammissibile. Corte di Cassazione, Sez. 5 - , Sentenza n. 4845 del 24/02/2020 (Rv. 657370 - 01) Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_091,...
Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici (nozione, distinzioni) - amministratore - nomina e revoca - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 4696 del 21/02/2020 (Rv. 657259 - 01)Comunione dei diritti reali - condominio negli edifici (nozione, distinzioni) - amministratore - nomina e revoca - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 4696 del 21/02/2020 (Rv. 657259 - 01)
Procedimento di revoca dell'amministratore - Legittimazione passiva - Spettanza al solo amministratore - Conseguenze - Intervento adesivo del condominio o di singoli condomini - Inammissibilità - Conseguenze in tema di spese. Il procedimento di revoca giudiziale dell'amministratore di condominio riveste carattere eccezionale ed urgente, oltre che sostitutivo della volontà assembleare, ed è ispirato dall'esigenza di assicurare una rapida ed efficace tutela ad una corretta gestione dell'amministrazione condominiale, a fronte del pericolo di grave danno derivante da determinate condotte dell'...
Procedimento civile - difensori - gratuito patrocinio - Cass. n. 4216/2020Procedimento civile - difensori - gratuito patrocinio - Cass. n. 4216/2020
Parte soccombente non ammessa al patrocinio a spese dello Stato - Pagamento delle spese processuali da eseguirsi in favore dello Stato - Necessità - Pagamento disposto in favore della parte ammessa al beneficio - Possibilità di correzione del dispositivo della decisione anche se della S.C. - Sussistenza - Richiesta della Procura generale presso la S.C. - Ammissibilità. Provvedimenti del giudice civile - sentenza - correzione. La parte soccombente non ammessa al patrocinio a spese dello Stato, se condannata a rifondere le spese processuali a quella ammessa, deve effettuare il versamento in...
Spese giudiziali civili - Spese giudiziali civili - "ius superveniens" - procedimenti speciali -divisione (giudizio di) - Cass. n. 1635/2020
Spese processuali - Disciplina - Imposizione alla massa - Fondamento - Limiti. Nei procedimenti di divisione giudiziale, le spese occorrenti allo scioglimento della comunione vanno poste a carico della massa, in quanto effettuate nel comune interesse dei condividenti, trovando, invece, applicazione il principio della soccombenza e la facoltà di disporre la compensazione soltanto con riferimento alle spese che siano conseguite ad eccessive pretese o inutili resistenze alla divisione. Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Sentenza n. 1635 del 24/01/2020 (Rv. 656848 - 01) Riferimenti normativi:...
Spese giudiziali civili - di cassazione - giudizio di rinvio - Cass. n. 1407/2020 Spese giudiziali civili - di cassazione - giudizio di rinvio - Cass. n. 1407/2020
Liquidazione delle spese processuali - Parte soccombente nei gradi di merito precedenti a quello di legittimità ma vittoriosa all'esito del giudizio di rinvio - Diritto alla liquidazione delle spese dell'intero processo - Sussistenza - Mancata statuizione - Conseguenze. In materia di spese processuali, la parte soccombente nei gradi di merito precedenti a quello di legittimità, che poi risulti vittoriosa all'esito del giudizio di rinvio, ha diritto ad ottenere la liquidazione non solo delle spese processuali relative ai giudizi di rinvio e di cassazione, ma anche di quelle sostenute nel...
Spese giudiziali civili - di cassazione - giudizio di rinvio - Cass. n. 1407/2020 Spese giudiziali civili - di cassazione - giudizio di rinvio - Cass. n. 1407/2020
Liquidazione delle spese processuali - Parte soccombente nei gradi di merito precedenti a quello di legittimità ma vittoriosa all'esito del giudizio di rinvio - Diritto alla liquidazione delle spese dell'intero processo - Sussistenza - Mancata statuizione - Conseguenze. In materia di spese processuali, la parte soccombente nei gradi di merito precedenti a quello di legittimità, che poi risulti vittoriosa all'esito del giudizio di rinvio, ha diritto ad ottenere la liquidazione non solo delle spese processuali relative ai giudizi di rinvio e di cassazione, ma anche di quelle sostenute nel...
Spese giudiziali civili - compensazione - poteri del giudice – Cass. n. 1269/2020 Spese giudiziali civili - compensazione - poteri del giudice – Cass. n. 1269/2020
Processo con pluralità di domande contrapposte - Reciproca soccombenza - Individuazione del soggetto a cui carico porre le spese - Criteri. In tema di spese di lite, nel caso di soccombenza reciproca determinata dal parziale accoglimento di domande contrapposte, il giudice, ove non ritenga di compensare integralmente le spese, deve porle (in tutto od in parte nell'ipotesi di compensazione parziale) a carico della parte la cui domanda, pur se accolta, ha valore minore rispetto a quella, anch'essa accolta, dell'altra parte. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 1269 del 21/01/2020 (...
Esecuzione forzata - opposizioni – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 1005 del 17/01/2020 (Rv. 656589 - 01)Esecuzione forzata - opposizioni – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 1005 del 17/01/2020 (Rv. 656589 - 01)
Opposizione all'esecuzione -Sopravvenuta caducazione del titolo - Rilievo d'ufficio indipendente dai motivi di opposizione -Cessazione della materia del contendere - Conseguente accoglimento dell'opposizione e regolazione delle spese processuali secondo soccombenza - Esclusione - Ricorso al criterio della soccombenza virtuale - Necessità. In sede di opposizione all'esecuzione, la sopravvenuta caducazione del titolo esecutivo, in conformità del generale principio della domanda, non determina "ex se" la fondatezza dell'opposizione e il suo accoglimento, bensì la cessazione della materia del...
Spese giudiziali civili - compensazione - poteri del giudice – Cass. n. 516/2020 (3)Spese giudiziali civili - compensazione - poteri del giudice – Cass. n. 516/2020 (3)
Accoglimento di una domanda in misura minore rispetto alla richiesta - Idoneità a giustificare la compensazione delle spese - Sussistenza - Presupposti - Fattispecie. In tema di spese di lite, la reciproca soccombenza va ravvisata nell'ipotesi di pluralità di domande contrapposte formulate nel medesimo processo fra le stesse parti e nell'eventualità di accoglimento parziale dell'unica domanda, articolata in più capi, dei quali solo alcuni accolti, o costituita da un unico capo, ove la parzialità abbia riguardato la misura meramente quantitativa del suo accoglimento, con la precisazione che...
Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) - contratto collettivo - interpretazione - Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 34457 del 24/12/2019 (Rv. 656357 - 01)Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) - contratto collettivo - interpretazione - Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 34457 del 24/12/2019 (Rv. 656357 - 01)
Rimborso spese legali - Art. 45 del c.c.n.l. del 2003 per il personale non dirigente di Poste Italiane - Presupposti - Assenza di conflitto di interessi - Necessità - Successiva assoluzione del dipendente - Rilevanza - Condizioni. In tema di rimborso delle spese legali sostenute dal personale non dirigente di Poste Italiane, ai sensi dell'art. 45 del c.c.n.l. del 2003, l'assenza di conflitto di interessi, che costituisce il presupposto per l'assunzione dell'onere di pagamento da parte datoriale, va valutata "ex ante" nel momento in cui è stata posta in essere la condotta generatrice di...
Spese giudiziali civili - di cassazione - Cass.  n. 32008/2019 Spese giudiziali civili - di cassazione - Cass. n. 32008/2019
Ricorso per cassazione - Mancanza della procura speciale - Inammissibilità del ricorso - Raddoppio del contributo unificato a carico del difensore - Ammissibilità. In caso di ricorso per cassazione dichiarato inammissibile per difetto di una valida procura rilasciata al difensore, deve provvedersi alla dichiarazione di cui all'art. 13, comma 1 quater, del d.P.R. n. 115 del 2002, come novellato dalla l. n. 228 del 2012, sicché, trattandosi di attività processuale della quale il legale assume esclusivamente la responsabilità, su di lui e non sulla parte grava la pronuncia relativa alle spese...
Spese giudiziali civili - intervento in causa - Cass. n. 31889/2019 (02)Spese giudiziali civili - intervento in causa - Cass. n. 31889/2019 (02)
Spese processuali sostenute dal terzo chiamato in causa dal convenuto - Incidenza sull'attore - Configurabilità - Condizioni - Valutazione della palese infondatezza o arbitrarietà nella chiamata in causa - Necessità. In forza del principio di causazione - che, unitamente a quello di soccombenza, regola il riparto delle spese di lite - il rimborso delle spese processuali sostenute dal terzo chiamato in garanzia dal convenuto deve essere posto a carico dell'attore qualora la chiamata in causa si sia resa necessaria in relazione alle tesi sostenute dall'attore stesso e queste siano risultate...
Avvocato e procuratore - onorari - tariffe professionali - in genere - Corte di Cassazione, Sez. U , Sentenza n. 31030 del 27/11/2019 (Rv. 656077 - 02)Avvocato e procuratore - onorari - tariffe professionali - in genere - Corte di Cassazione, Sez. U , Sentenza n. 31030 del 27/11/2019 (Rv. 656077 - 02)
Spese rimborsabili all'avvocato - Spese diverse da quelle generali e da quelle documentate - Liquidazione equitativa - Configurabilità - Fondamento. All'avvocato sono dovute, oltre al rimborso delle spese documentate e di quelle forfettarie generali (non strettamente inerenti alla singola pratica ma necessarie per la conduzione dello studio), altre spese che sfuggono ad una precisa elencazione ma che di fatto sono sostenute dal professionista nello svolgimento del singolo incarico (tra le quali, gli esborsi per gli spostamenti necessari per raggiungere l'Ufficio giudiziario in occasione...
Avvocato e procuratore - onorari - tariffe professionali - in genere - Corte di Cassazione, Sez. U , Sentenza n. 31030 del 27/11/2019 (Rv. 656077 - 01)Avvocato e procuratore - onorari - tariffe professionali - in genere - Corte di Cassazione, Sez. U , Sentenza n. 31030 del 27/11/2019 (Rv. 656077 - 01)
Rappresentanza e difesa collettiva da parte di un unico professionista - Pluralità di cause non riunite - Aumento dell'unica parcella fino al venti per cento per ogni parte - Esclusione. In tema di onorari di avvocato, l'art. 4, comma 2, del d.m. n. 55 del 2014 non si applica nel caso in cui il professionista difenda più parti aventi la stessa posizione processuale ovvero una sola parte contro più parti ma in processi introdotti separatamente e non riuniti, ancorché aventi ad oggetto le medesime questioni di fatto e di diritto. Corte di Cassazione, Sez. U , Sentenza n. 31030 del 27/11/2019...
Spese giudiziali civili - Spese giudiziali civili - "ius superveniens" - liquidazione – Cass. n. 30732/2019
Spese per attività stragiudiziale - Ricomprensione nella generica domanda di risarcimento o nella nota spese - Esclusione - Proposizione per la prima volta in appello - Domanda nuova. La richiesta di rimborso delle spese di assistenza legale stragiudiziale non è compresa né nella generica domanda di risarcimento di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali né nella nota spese e, ove venga formulata per la prima volta in appello, costituisce domanda nuova. Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 30732 del 26/11/2019 (Rv. 655973 - 01) Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_091...
Spese giudiziali civili - intervento in causa - Cass. n. 30393/2019 Spese giudiziali civili - intervento in causa - Cass. n. 30393/2019
Spese giudiziali - Chiamata in causa - Dichiarazione di inammissibilità della chiamata del terzo perché tardivamente proposta - Spese processuali sostenute dal terzo chiamato in causa dal convenuto a carico del chiamante - Fondamento. In tema di spese giudiziali sostenute dal terzo chiamato in garanzia, quando la chiamata viene dichiarata inammissibile perché tardivamente proposta, il chiamante va condannato al pagamento delle spese nei confronti del terzo chiamato, alla luce del principio generale di soccombenza, applicabile anche allo specifico rapporto processuale esistente tra dette...
Impugnazioni civili - appello - domande - nuove – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 30495 del 21/11/2019 (Rv. 656164 - 01)Impugnazioni civili - appello - domande - nuove – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 30495 del 21/11/2019 (Rv. 656164 - 01)
Domanda di restituzione di somme pagate in esecuzione della sentenza di primo grado - Proposizione in appello - Ammissibilità - Condizioni - Omessa pronuncia del giudice di appello - Rimedi - Fondamento. La domanda di restituzione delle somme corrisposte in esecuzione della sentenza di primo grado, essendo conseguente alla richiesta di modifica della decisione impugnata, non costituisce domanda nuova ed è perciò ammissibile in appello anche nel corso del giudizio, quando l'esecuzione della sentenza sia avvenuta successivamente alla proposizione dell'impugnazione. Qualora il giudice d'...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 30300 del 20/11/2019 (Rv. 656163 - 01)Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 30300 del 20/11/2019 (Rv. 656163 - 01)
Provvedimento di chiusura della fase sommaria - Omessa fissazione del termine giudiziale per l'introduzione del giudizio di merito o per la riassunzione davanti al giudice competente - Conseguenze - Ricorso per cassazione - Inammissibilità - Fondamento - Statuizione sulle spese - Irrilevanza. In tema di opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c., è inammissibile il ricorso straordinario per cassazione avverso il provvedimento con il quale il giudice dell'esecuzione, rilevato il mancato rispetto del termine perentorio per notificare il ricorso introduttivo, abbia dichiarato chiusa la...
Spese giudiziali civili - Spese giudiziali civili - "ius superveniens" - spese di registrazione - Cass. n. 29821/2019
Pronuncia del giudice di integrale compensazione delle spese - Estensione alle spese di registrazione - Esclusione - Fondamento. La pronuncia del giudice di integrale compensazione delle spese, ai sensi dell'art. 92 c.p.c., non si estende a quelle di registrazione della sentenza, ancorché qualificabili come giudiziali, in considerazione della mancanza di potere decisionale rispetto a tale rapporto, successivo alla pronuncia stessa, e della carenza di elementi di valutazione. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 29821 del 18/11/2019 (Rv. 656247 - 01) Riferimenti normativi:...
Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) – Corte di Cassazione, Sez. L - , Ordinanza n. 29424 del 13/11/2019 (Rv. 655711 - 01)Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) – Corte di Cassazione, Sez. L - , Ordinanza n. 29424 del 13/11/2019 (Rv. 655711 - 01)
Condanna al pagamento del contributo unificato ex art. 13, comma 1-quater, del d.P.R. n. 115 del 2002 - Natura amministrativa - Conseguenze - Fattispecie. La declaratoria della sussistenza dei presupposti per il versamento di un ulteriore importo a titolo di contributo unificato ex art. 13, comma 1-quater, del d.P.R. n. 115 del 2002, in ragione del'integrale rigetto, inammissibilità o improcedibilità dell'impugnazione, non ha natura di condanna - non riguardando l'oggetto del contendere tra le parti in causa - bensì la funzione di agevolare l'accertamento amministrativo; pertanto, tale...
Spese giudiziali civili - condanna alle spese – Cass. n. 29420/2019Spese giudiziali civili - condanna alle spese – Cass. n. 29420/2019
Criteri di individuazione dello scaglione - Valore della causa - "Somma attribuita" - "Ratio" - Conseguenze. In materia di spese processuali, la regola contenuta nell'art. 5 del d.m. n. 140 del 2012, secondo cui il valore della causa, nei giudizi per pagamento di somme, anche a titolo di danno, va fissato sulla base della somma attribuita alla parte vincitrice e non di quella domandata, ha lo scopo di calmierare le liquidazioni a favore di chi abbia richiesto importi eccesivi rispetto al dovuto, mantenendo a carico di chi agisce i possibili maggiori costi di difesa cagionati da una pretesa...
Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - passivita' fallimentari (accertamento del passivo) - ammissione al passivo - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 28962 del 08/11/2019 (Rv. 655826 - 02)Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - passivita' fallimentari (accertamento del passivo) - ammissione al passivo - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 28962 del 08/11/2019 (Rv. 655826 - 02)
Domanda di insinuazione al passivo - Spese vive inerenti la sua presentazione - Inclusione - Onorari del difensore - Esclusione - Fondamento. In tema di ammissione allo stato passivo fallimentare, il creditore ha diritto di insinuarsi anche per le spese vive sostenute per la presentazione della relativa domanda che risultino in concreto indispensabili, restando invece escluse quelle relative ai compensi spettanti al difensore, giacché l'insinuazione può sempre essere richiesta dalla parte personalmente. Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 28962 del 08/11/2019 (Rv. 655826 - 02)...
Provvedimenti del giudice civile - ordinanza - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 28610 del 06/11/2019 (Rv. 656089 - 01)Provvedimenti del giudice civile - ordinanza - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 28610 del 06/11/2019 (Rv. 656089 - 01)
Procedimento di correzione degli errori materiali - Pronuncia sulle spese - Ammissibilità - Esclusione - Fondamento. Nel procedimento di correzione degli errori materiali di cui all'art. 287 c.p.c. non è ammessa alcuna pronuncia sulle spese processuali, in quanto la natura ordinatoria e sostanzialmente amministrativa del provvedimento che accoglie o rigetta l'istanza di correzione non consente di riconoscere la presenza dei presupposti richiesti dall'art. 91 c.p.c., che si riferiscono ad un procedimento contenzioso idoneo a determinare una posizione di soccombenza. Corte di Cassazione, Sez...
Spese giudiziali civili - intervento in causa - Cass. n. 27846/2019Spese giudiziali civili - intervento in causa - Cass. n. 27846/2019
Intervento adesivo - Possibilità di condannare l'interventore alle spese o di riconoscergli il favore delle stesse - Sussistenza - Fondamento. In caso di intervento adesivo, l'interventore diventa parte del giudizio, in ordine alla cui posizione si applicano gli artt. 91 e 92 c.p.c., potendo, perciò, essere anche condannato alle spese in caso di soccombenza della parte adiuvata o vedersi riconoscere il favore delle spese nell'ipotesi di vittoria della stessa parte adiuvata. Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 27846 del 30/10/2019 (Rv. 655589 - 01) Riferimenti normativi:...
Spese giudiziali civili - compensazione - poteri del giudice – Cass. n. 26849/2019 Spese giudiziali civili - compensazione - poteri del giudice – Cass. n. 26849/2019
Spese della consulenza tecnica d'ufficio - Natura - Compensazione in presenza di parte totalmente vittoriosa - Ammissibilità - Fondamento - Fattispecie. Le spese della consulenza tecnica d'ufficio rientrano tra i costi processuali suscettibili di regolamento ex artt. 91 e 92 c.p.c., sicché possono essere compensate anche in presenza di una parte totalmente vittoriosa, costituendo tale statuizione una variante verbale della tecnica di compensazione espressa per frazioni dell'intero. (Nel ribadire il principio, la S.C. ha confermato il decreto del Tribunale che, in sede di omologa ex art. 445...
Previdenza (assicurazioni sociali) - controversie - procedimento - spese giudiziali - Cass. n. 26738/2019 Previdenza (assicurazioni sociali) - controversie - procedimento - spese giudiziali - Cass. n. 26738/2019
Gravame limitato alla disciplina delle spese di lite - Esenzione dal pagamento delle spese di lite in caso di soccombenza - Spettanza - Fondamento. L'art. 152 disp. att. c.p.c., che esenta la parte soccombente in possesso di determinati requisiti dal pagamento delle spese processuali nelle controversie relative a prestazioni previdenziali o assistenziali, trova applicazione anche in caso di gravame che concerna il solo capo delle spese di lite di una pronuncia resa nell'ambito di un giudizio volto al riconoscimento di tali prestazioni, poiché il regolamento di dette spese costituisce un...
Spese giudiziali civili - Spese giudiziali civili - "ius superveniens" - liquidazione – Cass. n. 26706/2019
Abolizione dei minimi tariffari - Operatività nei rapporti tra professionista e cliente - Liquidazione delle spese da parte del giudice - Efficacia della tariffa - Permanenza. A norma dell'art. 2, commi 1 e 2, del d.l. n. 223 del 2006, conv. con modif. dalla legge n. 248 del 2006, l'abolizione dei minimi tariffari può operare nei rapporti tra professionista e cliente, ma l'esistenza della tariffa mantiene la propria efficacia quando il giudice debba procedere alla regolamentazione delle spese di giudizio in applicazione del criterio della soccombenza. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2,...
Spese giudiziali civili - di cassazione – Cass. n. 25435/2019 Spese giudiziali civili - di cassazione – Cass. n. 25435/2019
Mancanza della procura speciale a ricorrere per cassazione - Ricorso - Inammissibilità - Condanna alle spese del giudizio a carico del difensore senza procura - Ammissibilità. L'inammissibilità del ricorso per cassazione per avere il difensore agito senza valida procura comporta che, non riverberando l'attività dello stesso alcun effetto sulla parte, lo stesso difensore sia parte nel processo in ordine alla questione d'inammissibilità del ricorso per difetto della procura speciale a ricorrere per cassazione. Pertanto, nel caso in cui la Suprema Corte non ritenga che sussistano giusti motivi...
Previdenza (assicurazioni sociali) - controversie - procedimento - spese giudiziali - Cass. n. 19034/2019 Previdenza (assicurazioni sociali) - controversie - procedimento - spese giudiziali - Cass. n. 19034/2019
Controversie assistenziali - Procedimento per accertamento tecnico preventivo ex art. 445 bis c.p.c. - Difesa diretta dell'INPS - Art. 152 bis disp. att. c.p.c. - Applicabilità - Fondamento. L'art. 152 bis disp. att. c.p.c., introdotto dall'art. 4, comma 42, della l. n. 183 del 2011, nella parte in cui prevede la liquidazione delle spese processuali a favore delle pubbliche amministrazioni assistite in giudizio da propri dipendenti, in misura pari al compenso spettante agli avvocati ridotto del venti per cento, si applica non soltanto alle controversie relative ai rapporti di lavoro ex art...
Spese giudiziali civili - condanna alle spese - Cass.n. 18529/2019 Spese giudiziali civili - condanna alle spese - Cass.n. 18529/2019
Condanna alle spese giudiziali - Statuizione sul rimborso del contributo unificato - Condanna implicita - Sussistenza - Fondamento. In tema di spese processuali, qualora il provvedimento giudiziale rechi la condanna alle spese e, nell'ambito di essa, non contenga alcun riferimento alla somma pagata dalla parte vittoriosa a titolo di contributo unificato, la decisione di condanna deve intendersi estesa implicitamente anche alla restituzione di tale somma, in quanto il contributo unificato, previsto dall'art. 13 del d.P.R. n. 115 del 2002, costituisce un'obbligazione "ex lege" di importo...
Spese giudiziali civili - Spese giudiziali civili - "ius superveniens" - responsabilità aggravata - - Cass. n. 17902 /2019
Liquidazione del danno per lite temeraria - Parametri - Indennizzo da irragionevole durata del processo - Esclusione - Fondamento - Frazione o multiplo delle spese di lite - Ammissibilità - Limiti - Ragionevolezza. In tema di responsabilità aggravata, la determinazione equitativa della somma dovuta dal soccombente alla controparte in caso di lite temeraria non può essere parametrata all'indennizzo di cui alla legge n. 89 del 2001 - il quale, ha natura risarcitoria ed essendo commisurato al solo ritardo della giustizia, non consente di valutare il comportamento processuale del soccombente...
Spese giudiziali civili - compensazione – Cass. n. 17816/2019 Spese giudiziali civili - compensazione – Cass. n. 17816/2019
 Compensazione delle spese processuali giustificata da motivazione tautologica - Violazione dell'art. 92, comma 2, c.p.c. - Denunciabilità e sindacabilità anche in sede di legittimità - Fattispecie. Il giudizio sulla sussistenza di giusti motivi per la compensazione delle spese processuali, nella vigenza dell'art. 92 c.p.c. nella formulazione anteriore allle modifiche introdotte dall'art. 2, comma 1, della legge n. 263 del 2005, è rimesso al giudice di merito ed è di norma incensurabile in sede di legittimità, a meno che la motivazione che lo sorregge non sia illogica, tautologica,...
Spese giudiziali civili nel procedimento per l'equa riparazione del danno da irragionevole durata del processo – Cass. Ord. 16770/2019Spese giudiziali civili nel procedimento per l'equa riparazione del danno da irragionevole durata del processo – Cass. Ord. 16770/2019
Spese giudiziali civili - condanna alle spese - Procedimento per l'equa riparazione del danno da irragionevole durata del processo - Natura contenziosa - Conseguenze in tema di liquidazione dei compensi di avvocato. Il procedimento per l'equa riparazione del pregiudizio derivante dalla violazione del termine di ragionevole durata del processo, di cui alla legge n. 89 del 2001, ha natura contenziosa, con la conseguenza che, per la liquidazione dei compensi professionali spettanti all'avvocato per l'attività in esso prestata, trova applicazione la tabella 12 allegata al d.m. n. 55 del 2014, i...
Condanna dell’opposto alla restituzione di somme già corrisposte dall’opponente a seguito della provvisoria esecutività del decreto ingiuntivo opposto – Cass. Ord. 16431/2019Condanna dell’opposto alla restituzione di somme già corrisposte dall’opponente a seguito della provvisoria esecutività del decreto ingiuntivo opposto – Cass. Ord. 16431/2019
Procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - opposizione - Parte soccombente - Nozione - Condanna dell’opposto alla restituzione di somme già corrisposte dall’opponente a seguito della provvisoria esecutività del decreto ingiuntivo opposto -  Irrilevanza ai fini del principio di cui all’art. 91 c.p.c. - spese giudiziali civili - condanna alle spese - soccombenza - determinazione In genere. Parte soccombente è quella che abbia azionato una pretesa accertata come infondata o abbia resistito ad una pretesa fondata, dando perciò causa al processo o alla sua protrazione; ne consegue che...
Opposizioni - Provvedimento di chiusura della fase sommaria – Cass. 15082/2019Opposizioni - Provvedimento di chiusura della fase sommaria – Cass. 15082/2019
Statuizione sulle spese della fase - Necessità. Nella struttura delle opposizioni, ai sensi degli artt. 615, comma 2, 617 e 619 c.p.c., emergente dalla riforma di cui alla l. n. 52 del 2006, il giudice dell'esecuzione, con il provvedimento che chiude la fase sommaria davanti a sé - sia che rigetti, sia che accolga l'istanza di sospensione o la richiesta di adozione di provvedimenti indilazionabili, fissando il termine per l'introduzione del giudizio di merito, o, quando previsto, quello per la riassunzione davanti al giudice competente -, deve provvedere sulle spese della fase sommaria,...
Difensori - mandato alle liti - procura – Cass. 14474/2019Difensori - mandato alle liti - procura – Cass. 14474/2019
Mancanza della procura - Conseguenze - Condanna del difensore alle spese del giudizio - Ammissibilità - Fattispecie. In materia di disciplina delle spese processuali, nel caso di azione o di impugnazione promossa dal difensore senza effettivo conferimento della procura da parte del soggetto nel cui nome egli dichiari di agire nel giudizio o nella fase di giudizio di che trattasi (come nel caso di inesistenza della procura "ad litem" o falsa o rilasciata da soggetto diverso da quello dichiaratamente rappresentato o per processi o fasi di processo diverse da quello per il quale l’atto è speso...
Spese giudiziali civili - Spese giudiziali civili - "ius superveniens" - liquidazione - Cass. n. 10750/2019
Natura contenziosa o di volontaria giurisdizione della lite - Accertamento - Registrazione del fascicolo presso la cancelleria come procedimento di volontaria giurisdizione - Irrilevanza - Udienza tenuta in camera di consiglio - Irrilevanza - Effettiva natura del contenzioso - Prevalenza – Fattispecie In tema di individuazione della natura contenziosa o di volontaria giurisdizione di un procedimento civile ai fini della liquidazione delle spese di lite, sono irrilevanti sia la registrazione del fascicolo presso la cancelleria come procedimento di volontaria giurisdizione sia l'avvenuta...
Competenza civile - competenza per valore - beni immobili - Cass. n. 10755/2019Competenza civile - competenza per valore - beni immobili - Cass. n. 10755/2019
Causa concernente l'accertamento dell'esistenza di una servitù di passaggio - Art. 15 c.p.c. - Applicabilità - Rilevanza della domanda di inibitoria avanzata e del procedimento possessorio svoltosi nel corso del giudizio - Esclusione - Mancata indicazione del reddito dominicale e della rendita catastale del fondo in citazione - Indicazione del valore della controversia come indeterminabile - Dovere del giudice di verificare i dati risultanti dagli atti - Permanenza – Fondamento In tema di liquidazione dei compensi del difensore, il valore della causa concernente l'accertamento dell'...
Determinazione del valore della controversia - Accertamento del diritto all'iscrizione previdenziale quale bracciante agricolo - Valore indeterminabile - Corte di Cassazione, Sez. 6 - L, Ordinanza n. 8792 del 29/03/2019Determinazione del valore della controversia - Accertamento del diritto all'iscrizione previdenziale quale bracciante agricolo - Valore indeterminabile - Corte di Cassazione, Sez. 6 - L, Ordinanza n. 8792 del 29/03/2019
Spese giudiziali civili - Determinazione del valore della controversia - Accertamento del diritto all'iscrizione previdenziale quale bracciante agricolo - Valore indeterminabile - Esclusione - Valore economico - Criteri di calcolo. La controversia relativa all'accertamento del diritto all'iscrizione previdenziale quale bracciante agricolo, per un anno e in relazione a un numero limitato di giornate, non può considerarsi di valore indeterminabile, essendo possibile apprezzarne il valore economico obiettivamente contenuto, con riferimento alla possibile proiezione di tale iscrizione sulle...
Liquidazione - Assistenza di più parti aventi la stessa posizione processuale - Liquidazione degli onorari - Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 8399 del 26/03/2019 Liquidazione - Assistenza di più parti aventi la stessa posizione processuale - Liquidazione degli onorari - Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 8399 del 26/03/2019
Spese giudiziali civili - "ius superveniens" - liquidazione - Assistenza di più parti aventi la stessa posizione processuale - Liquidazione degli onorari - Aumento dell'unico onorario - Valutazione rimessa al potere discrezionale del giudice - Sussistenza. In tema di liquidazione degli onorari di avvocato, è demandato al potere discrezionale del giudice di merito stabilire, di volta in volta, l'aumento dell'unico onorario dovuto per la presenza di più parti e ciò anche ove, trattandosi di più processi distinti, sia mancato un provvedimento di riunione. Corte di Cassazione, Sez. 2 - ,...
Cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilita') - ordinanze - Regime successivo a novella introdotta con l. n. 80 del 2005 - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 6180 del 01/03/2019Cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilita') - ordinanze - Regime successivo a novella introdotta con l. n. 80 del 2005 - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 6180 del 01/03/2019
Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilita') - ordinanze - Regime successivo a novella introdotta con l. n. 80 del 2005 - Rigetto del reclamo - Condanna alle spese - Rimedi per la parte soccombente dopo l. n. 69 del 2009 - Ricorso per cassazione ex art. 111 Cost. - Esclusione - Fondamento - Poteri del giudice del merito in ordine al regime di dette spese - procedimenti cautelari - sequestro - sequestro giudiziario - In genere. L'ordinanza di rigetto del reclamo cautelare non è ricorribile per cassazione, neppure in ordine alle sole...
Onorari – privilegi - Spese e spettanze procuratorie - Riferimento alla parcella ed agli importi indicati nella tabella dei parametri forensi - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 5798 del 28/02/2019Onorari – privilegi - Spese e spettanze procuratorie - Riferimento alla parcella ed agli importi indicati nella tabella dei parametri forensi - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 5798 del 28/02/2019
Avvocato e procuratore - onorari – privilegi - Spese e spettanze procuratorie - Riferimento alla parcella ed agli importi indicati nella tabella dei parametri forensi - Necessità - Onorari - Determinazione discrezionale entro i limiti dello scaglione di riferimento correttamente individuato - spese giudiziali civili - "ius superveniens" - liquidazione In tema di liquidazione delle spese di lite, essendo le spese e le spettanze procuratorie stabilite dalla tariffa in misura fissa per ciascuna voce, la relativa liquidazione non può avvenire che con riferimento alla parcella, riscontrando la...
Spese giudiziali civili - L. n. 89 del 2001 - procedimento camerale per il riconoscimento dell'equo indennizzo - artt. 91 ss. c.p.c. - applicabilità - Cass. n. 6015/2019 Spese giudiziali civili - L. n. 89 del 2001 - procedimento camerale per il riconoscimento dell'equo indennizzo - artt. 91 ss. c.p.c. - applicabilità - Cass. n. 6015/2019
Spese giudiziali civili - in genere l. n. 89 del 2001 - procedimento camerale per il riconoscimento dell'equo indennizzo - artt. 91 ss. c.p.c. - applicabilità - fondamento - tabella applicabile. convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali - processo equo - termine ragionevole Il giudizio per il riconoscimento dell'equo indennizzo da irragionevole durata del processo ai sensi della l. n. 89 del 2001 (cd. legge Pinto) ha carattere contenzioso perché volto a risolvere una controversia su contrapposte posizioni di diritto soggettivo che si svolge in pieno...
Altri articoli