Foroeuropeo freccia_27_10Prova civile - poteri (o obblighi) del giudice - fatti notori – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 23978 del 19/11/2007
Interpretazione rigorosa - Necessità - Elementi valutativi implicanti conoscenze particolari - Esclusione - Scienza privata del giudice - Esclusione - Fattispecie. Il ricorso alle nozioni di comune esperienza (fatto notorio), comportando una deroga al principio dispositivo ed al contraddittorio, in quanto introduce nel processo civile prove non fornite dalle parti e relative a fatti dalle stesse non vagliati nè controllati, va inteso in senso rigoroso, e cioè come fatto acquisito alle...
Foroeuropeo freccia_27_10Prova civile - poteri (o obblighi) del giudice - fatti notori - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 23978 del 19/11/2007
Interpretazione rigorosa - Necessità - Elementi valutativi implicanti conoscenze particolari - Esclusione - Scienza privata del giudice - Esclusione - Fattispecie. Il ricorso alle nozioni di comune esperienza (fatto notorio), comportando una deroga al principio dispositivo ed al contraddittorio, in quanto introduce nel processo civile prove non fornite dalle parti e relative a fatti dalle stesse non vagliati nè controllati, va inteso in senso rigoroso, e cioè come fatto acquisito alle...
Foroeuropeo freccia_27_10prova civile - poteri (o obblighi) del giudice - fatti notori – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 23978 del 19/11/2007
Interpretazione rigorosa - Necessità - Elementi valutativi implicanti conoscenze particolari - Esclusione - Scienza privata del giudice - Esclusione - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 23978 del 19/11/2007 Il ricorso alle nozioni di comune esperienza (fatto notorio), comportando una deroga al principio dispositivo ed al contraddittorio, in quanto introduce nel processo civile prove non fornite dalle parti e relative a fatti dalle stesse non vagliati nè controllati, va inteso...
Foroeuropeo freccia_27_10Prova civile - poteri (o obblighi) del giudice - valutazione delle prove - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9245 del 18/04/2007
Principio del libero convincimento del giudice - Conseguenza - Gerarchia di efficacia delle prove - Sussistenza - Esclusione - Presunzioni - Libera valutabilità con il solo limite della motivazione immune da vizi logici. In tema di valutazione delle prove, nel nostro ordinamento, fondato sul principio del libero convincimento del giudice, non esiste una gerarchia di efficacia delle prove, per cui i risultati di talune di esse debbano necessariamente prevalere nei confronti di altri dati...
Foroeuropeo freccia_27_10prova civile - poteri (o obblighi) del giudice - valutazione delle prove - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9245 del 18/04/2007
Principio del libero convincimento del giudice - Conseguenza - Gerarchia di efficacia delle prove - Sussistenza - Esclusione - Presunzioni - Libera valutabilità con il solo limite della motivazione immune da vizi logici. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9245 del 18/04/2007 In tema di valutazione delle prove, nel nostro ordinamento, fondato sul principio del libero convincimento del giudice, non esiste una gerarchia di efficacia delle prove, per cui i risultati di talune di esse debbano...
Foroeuropeo freccia_27_10Tributi erariali diretti - accertamento delle imposte sui redditi (tributi posteriori alla riforma del 1972) - accertamenti e controlli - rettifica delle dichiarazioni – Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 7914 del 30/03/2007
Reddito d'impresa - Accertamento induttivo - Percentuali medie di ricarico - Natura - Presunzioni gravi, precise e concordanti - Esclusione - Fatti notori - Sussistenza - Utilizzabilità - Limiti. In tema di accertamento delle imposte sui redditi e con riguardo all'accertamento induttivo del reddito d'impresa, ai fini della determinazione della percentuale di ricarico, i valori percentuali medi del settore non rappresentano un fatto noto storicamente provato, ma costituiscono il risultato di una...
Foroeuropeo freccia_27_10procedimenti cautelari - istruzione preventiva - accertamento tecnico – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 6319 del 22/03/2006
 - Valore probatorio - Nel giudizio di merito. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 6319 del 22/03/2006 Gli eventi descritti in sede di accertamento tecnico preventivo, cioè lo stato dei luoghi, la qualità e le condizioni delle cose, possono essere considerati dal giudice come fonte di prova della causa degli stessi, allorché consentono logicamente di risalire alla conoscenza delle stesse e come base dell'indagine affidata ad un consulente tecnico nel corso del processo, allorché, per...
Foroeuropeo freccia_27_10Previdenza (assicurazioni sociali) - controversie - prova - verbali degli organi amministrativi – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 11946 del 08/06/2005
Circostanze apprese da terzi - Mancata allegazione dei verbali delle informazioni assunte - Valore probatorio - Libero apprezzamento del giudice - Testimonianza del verbalizzante resa in altro processo - Prudente valutazione del giudice - Conferma dei fatti appresi da terzi - Configurabilità. Con riferimento ai verbali redatti dagli ispettori del lavoro o dai funzionari degli enti previdenziali e assistenziali, le circostanze apprese da terzi e in essi contenute - anche quando non siano...
Foroeuropeo freccia_27_10prova civile - poteri (o obblighi) del giudice - fatti già provati - sufficienza - ulteriori mezzi di prove: diniego – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 4743 del 04/03/2005
Prova presuntiva - Natura di prova "completa" - Conseguenze - Decisione di merito fondata sulla (sola) prova presuntiva - Legittimità - Obbligo di ammissione di ulteriori e diversi mezzi di prova - Insussistenza - Onere del giudice di motivazione del proprio convincimento - Configurabilità. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 4743 del 04/03/2005 La prova per presunzioni costituisce prova "completa" alla quale il giudice di merito può legittimamente ricorrere, anche in via esclusiva, nell'...
Foroeuropeo freccia_27_10Prova civile - poteri (o obblighi) del giudice - fatti già provati - sufficienza - ulteriori mezzi di prove: diniego – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 4743 del 04/03/2005
Prova presuntiva - Natura di prova "completa" - Conseguenze - Decisione di merito fondata sulla (sola) prova presuntiva - Legittimità - Obbligo di ammissione di ulteriori e diversi mezzi di prova - Insussistenza - Onere del giudice di motivazione del proprio convincimento - Configurabilità. La prova per presunzioni costituisce prova "completa" alla quale il giudice di merito può legittimamente ricorrere, anche in via esclusiva, nell'esercizio del potere discrezionale, istituzionalmente...
Foroeuropeo freccia_27_10Proprietà - limitazioni legali della proprietà - rapporti di vicinato - muro - comunione (del muro) - uso del muro comune - spese - di costruzione ; fondi a dislivello – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 13406 del 29/10/2001
Spese di costruzione e manutenzione del muro di confine fra fondi a dislivello tra gli abitati - Disciplina - Presunzione di comproprietà del muro - Limiti. L'art. 887 cod. civ., nel disciplinare il regime delle spese di costruzione e conservazione del muro di confine comune tra fondi a dislivello negli abitati, pone una presunzione semplice di comproprietà di detto muro, salvo il diritto degli interessati di provare con ogni mezzo (e il potere del giudice di raggiungere il relativo...
Foroeuropeo freccia_27_10Titoli di credito - cambiale (o pagherò) - pagamento – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 4351 del 29/09/1978
Restituzione del titolo - mancanza - presunzione di mancato pagamento della cambiale - sussistenza. Al fine della prova dell'eccezione di pagamento del debito cambiario, sia essa sollevata nei confronti del possessore del titolo in base ad una serie continua di girate, ovvero nei confronti del possessore in forza di circolazione impropria con gli effetti della cessione, la mancata restituzione del titolo medesimo al debitore costituisce elemento contrario, in quanto indizio del mancato...
Foroeuropeo freccia_27_10Persona giuridica - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 4133 del 28/09/1977
Compimento di un atto, rientrante nella sfera di attivita di un ente, da parte di un soggetto, abilitato ad agire in nome di esso, senza la previa dichiarazione di tale qualita - presunzione di compimento dell'atto nell'ambito di quella abilitazione - configurabilita - superamento - condizioni.* Quando il soggetto, abilitato ad agire in nome di un ente (sia esso persona giuridica, sia organizzazione con autonomia patrimoniale), abbia compiuto, senza dichiarare la sua qualita di rappresentante...