Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - in genere – Sez. 3, Sentenza n. 14449 del 15/07/2016Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - in genere – Sez. 3, Sentenza n. 14449 del 15/07/2016
Difetto dello "ius postulandi" o della rappresentanza o della capacità di agire - Nullità insanabili - Configurabilità - Deducibilità - Termine - Regola della propagazione delle nullità processuali - Inapplicabilità - Ragioni. L'opposizione agli atti esecutivi (art. 617 c.p.c.) si risolve in una contestazione relativa a singoli atti che la legge considera indipendenti, alla quale, pertanto, è estranea la regola della propagazione delle nullità processuali indicata dall'art. 159 c.p.c., operando tale principio anche per le cd. nullità insanabili - quali quelle attinenti al difetto dello "ius...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - in genere – Sez. 3, Sentenza n. 14449 del 15/07/2016Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - in genere – Sez. 3, Sentenza n. 14449 del 15/07/2016
Difetto dello "ius postulandi" o della rappresentanza o della capacità di agire - Nullità insanabili - Configurabilità - Deducibilità - Termine - Regola della propagazione delle nullità processuali - Inapplicabilità - Ragioni. L'opposizione agli atti esecutivi (art. 617 c.p.c.) si risolve in una contestazione relativa a singoli atti che la legge considera indipendenti, alla quale, pertanto, è estranea la regola della propagazione delle nullità processuali indicata dall'art. 159 c.p.c., operando tale principio anche per le cd. nullità insanabili - quali quelle attinenti al difetto dello "ius...
Giurisdizione civile - regolamento di giurisdizione - preventivo – Corte di Cassazione Sez. U, Ordinanza n. 10320 del 19/05/2016Giurisdizione civile - regolamento di giurisdizione - preventivo – Corte di Cassazione Sez. U, Ordinanza n. 10320 del 19/05/2016
In pendenza del processo di esecuzione - Inammissibilità - Ragioni - Nelle opposizioni ad esecuzione iniziata - Inammissibilità - Fondamento - Origine del titolo o P.A. quale debitore - Irrilevanza. In pendenza di un processo di esecuzione è inammissibile la proposizione del regolamento preventivo di giurisdizione, il cui ambito di applicazione è circoscritto al processo di cognizione ove soltanto è possibile riconoscere l'esistenza di un giudice istruttore e di un collegio ai sensi dell'art. 367 c.p.c.; né, conseguentemente, tale rimedio processuale è proponibile nei giudizi di opposizione...
Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali - processo equo - termine ragionevole Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Sentenza n. 89 del 07/01/2016Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali - processo equo - termine ragionevole Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Sentenza n. 89 del 07/01/2016
Irragionevole durata del processo esecutivo - Debitore esecutato rimasto inattivo - Diritto all'indennizzo - Esclusione - Fondamento. Il debitore esecutato rimasto inattivo non ha diritto ad alcun indennizzo per l'irragionevole durata del processo esecutivo che è preordinato all'esclusivo interesse del creditore, sicché egli - a differenza del contumace nell'ambito di un processo dichiarativo - è soggetto al potere coattivo del creditore, recuperando solo nelle eventuali fasi d'opposizione ex artt. 615 e 617 c.p.c., la cui funzione è diretta a stabilire un separato ambito di cognizione, la...
Esecuzione forzata - mobiliare - presso terzi - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 21081 del 19/10/2015Esecuzione forzata - mobiliare - presso terzi - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 21081 del 19/10/2015
Ordinanza di assegnazione ex art. 553 c.p.c. - Opposizione agli atti esecutivi del terzo pignorato - Proposizione - Termine di venti giorni - Decorrenza. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 21081 del 19/10/2015 L'opposizione agli atti esecutivi del terzo pignorato avverso l'ordinanza di assegnazione ex art. 553 c.p.c., quale atto conclusivo del relativo procedimento, va proposta ai sensi dell'art. 617, comma 2, c.p.c., con ricorso al giudice dell'esecuzione e va notificato al difensore della parte opposta, costituito nella fase esecutiva, nel termine perentorio di venti giorni, decorrenti...
Esecuzione forzata - obblighi di fare e di non fare - procedimento esecutivo – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19572 del 30/09/2015Esecuzione forzata - obblighi di fare e di non fare - procedimento esecutivo – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19572 del 30/09/2015
Opposizione all'esecuzione - Istanza di sospensione - Poteri del giudice - Ordine di remissione in pristino - Esclusione. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19572 del 30/09/2015 In caso di opposizione all'esecuzione forzata di obblighi di fare, l'accoglimento dell'istanza di sospensione del processo esecutivo non consente al giudice dell'esecuzione di ordinare la rimessione in pristino di ciò che sia stato eseguito, ai sensi dell'art. 612 c.p.c., prima della sospensione, in quanto il potere del giudice di revoca o modifica dei propri provvedimenti è soggetto al limite dell'...
Esecuzione forzata - opposizioni - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19267 del 29/09/2015Esecuzione forzata - opposizioni - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19267 del 29/09/2015
Opposizione all'esecuzione e opposizione agli atti esecutivi - Contestuale proposizione - Pronuncia relativa alla sola seconda - Impugnazione esperibile - Ricorso per cassazione - Necessità. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19267 del 29/09/2015 Qualora con il medesimo atto vengano proposte contestualmente un'opposizione all'esecuzione e un'opposizione agli atti esecutivi, se il giudice abbia ritenuto assorbente quest'ultima, pronunciandosi solo in merito ad essa, la sentenza è ricorribile per cassazione a norma degli artt. 618 c.p.c. e 111 Cost. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3,...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - provvedimenti del giudice dell'esecuzione – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 19157 del 28/09/2015Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - provvedimenti del giudice dell'esecuzione – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 19157 del 28/09/2015
Ordinanza di assegnazione delle somme depositate dal debitore - Natura - Impugnazione - Opposizione agli atti esecutivi - Ammissibilità - Condizioni. Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 19157 del 28/09/2015 L'ordinanza di assegnazione delle somme depositate dal debitore al fine di evitare il pignoramento (o, comunque, di crediti) ha natura di atto conclusivo del processo d'esecuzione, sicché, quando si lamenti un vizio di omessa pronuncia sulla richiesta di sospensione dell'esecuzione per mancanza del titolo esecutivo, va impugnata con l'opposizione agli atti esecutivi, trattandosi di...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19573 del 30/09/2015Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19573 del 30/09/2015
Atti compiuti da ausiliari del giudice - Proponibilità immediata dell'opposizione ex art. 617 c.p.c. - Esclusione - Necessità della preventiva istanza al giudice da parte dell'interessato ai sensi dell'art. 60 c.p.c. - Sussistenza. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 19573 del 30/09/2015 L'opposizione agli atti esecutivi, di cui all'art. 617 c.p.c., è esperibile esclusivamente nei confronti di atti riferibili al giudice dell'esecuzione, che è l'unico titolare del potere di impulso e controllo del processo esecutivo, sicché, ove l'atto (anche eventualmente omissivo) che si assume...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16780 del 13/08/2015Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16780 del 13/08/2015
Opposizione ex art. 617 c.p.c. - Mancata allegazione del momento di effettiva conoscenza della procedura esecutiva - Conseguenze - Rilevabilità d'ufficio in sede di legittimità - Ragioni. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16780 del 13/08/2015 L'eccezione di tardività dell'opposizione proposta ex art. 617 c.p.c. per omessa allegazione, da parte dell'opponente, del momento in cui ha avuto effettiva conoscenza della procedura esecutiva, ove non decisa dal giudice del merito e dunque non coperta da giudicato interno, può e deve essere delibata in sede di legittimità, ancorché non dedotta...
Esecuzione forzata - mobiliare - presso terzi - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13191 del 26/06/2015Esecuzione forzata - mobiliare - presso terzi - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13191 del 26/06/2015
Terzo pignorato - Parte necessaria nel giudizio di opposizione all'esecuzione o agli atti esecutivi - Condizioni. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13191 del 26/06/2015 Il terzo pignorato non è parte necessaria nel giudizio di opposizione all'esecuzione o di opposizione agli atti esecutivi qualora non sia interessato alle vicende processuali relative alla legittimità e alla validità del pignoramento, dalle quali dipende la liberazione dal relativo vincolo. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13191 del 26/06/2015  ...
Esecuzione forzata - opposizioni - all'esecuzione - in genere (distinzione dall'opposizione agli atti esecutivi) – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 11493 del 03/06/2015Esecuzione forzata - opposizioni - all'esecuzione - in genere (distinzione dall'opposizione agli atti esecutivi) – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 11493 del 03/06/2015
Ordinanza di assegnazione ex art. 553 cod. proc. civ. - Titolo esecutivo di formazione giudiziale - Efficacia nei confronti del terzo pignorato inadempiente - Esistenza di fatti estintivi o impeditivi sopravvenuti o contestazione della pretesa azionata con il precetto - Rimedio oppositivo - Opposizione all'esecuzione - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 11493 del 03/06/2015 L'ordinanza di assegnazione resa dal giudice dell'esecuzione all'esito di un procedimento di pignoramento presso terzi, anche se non idonea al giudicato costituisce titolo esecutivo di formazione...
Esecuzione forzata - immobiliare - vendita - trasferimento – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10251 del 20/05/2015Esecuzione forzata - immobiliare - vendita - trasferimento – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10251 del 20/05/2015
Istanza di sospensione - Deposito dopo la sottoscrizione ma prima del deposito del decreto di trasferimento - Ammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10251 del 20/05/2015 Il principio secondo il quale i provvedimenti del giudice civile acquistano giuridica esistenza solo con il deposito in cancelleria si applica anche ai provvedimenti del giudice dell'esecuzione, sicchè è ammissibile l'istanza di sospensione della vendita e di revoca o annullamento dell'aggiudicazione, quando il decreto di trasferimento, pur sottoscritto, non sia stato ancora depositato in...
Esecuzione forzata - assegnazione - effetti - nullità del processo esecutivo – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10243 del 20/05/2015Esecuzione forzata - assegnazione - effetti - nullità del processo esecutivo – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10243 del 20/05/2015
Espropriazione presso la Banca d'Italia di somme di pertinenza del Ministero dell'Interno - Vincolo di impignorabilità di cui all'art. 27, comma 13, della legge n. 75 del 2002 - Rilevabilità ufficiosa - Poteri di accertamento del giudice dell'esecuzione - Rimedi esperibili avverso i provvedimenti del giudice dell'esecuzione - Opposizione ex art. 617 cod. proc. civ. - Tutela del debitore anteriormente alla adozione dei provvedimenti - Opposizione ex art. 615 cod. proc. civ. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10243 del 20/05/2015 Nel caso in cui la Banca d'Italia, chiamata a rendere la...
competenza civile - regolamento di competenza - conflitto (regolamento d'ufficio) - Cass. n. 17845/2014competenza civile - regolamento di competenza - conflitto (regolamento d'ufficio) - Cass. n. 17845/2014
Giudizio esecutivo - Individuazione del giudice competente - Regolamento di competenza d'ufficio - Ammissibilità - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 17845 del 08/08/2014 E' inammissibile il regolamento di competenza richiesto d'ufficio per risolvere un conflitto tra giudici dell'esecuzione ed attinente all'individuazione del giudice competente per l'esecuzione forzata, posto che non viene in discussione la "potestas iudicandi" ma solo l'osservanza delle norme che attengono al regolare svolgimento del processo esecutivo (e, dunque, al "quomodo" dell'...
competenza civile - determinazione della competenza - Cass. n. 17843/2014competenza civile - determinazione della competenza - Cass. n. 17843/2014
Cumulo di domande di competenza di giudici diversi - Competenza del giudice superiore in relazione all'intera controversia - Condizioni - Fattispecie in tema di giudizio esecutivo. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 17843 del 08/08/2014 Qualora nei confronti della stessa parte siano proposte più domande, anche solo soggettivamente connesse, alcune rientranti nella competenza per valore del giudice di pace, altre in quella per materia del tribunale, l'organo giudiziario superiore è competente a conoscere dell'intera controversia, in applicazione degli artt. 10, secondo comma, e...
esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18350 del 27/08/2014esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18350 del 27/08/2014
Ordinanza di assegnazione emessa ai sensi dell'art. 553 cod. proc. civ. e non opposta - Forza di giudicato - Esclusione - Pendenza dell'azione di cognizione dell'esecutato - Contestazione dell'"an" o del "quantum debeatur" - Interesse alla decisione - Persistenza. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18350 del 27/08/2014 Persiste la materia del contendere e l'interesse alla decisione sul merito in capo all'esecutato opponente in un'opposizione ad espropriazione presso terzi per ragioni di quantificazione del credito di controparte quando, successivamente all'opposizione e nonostante il...
esecuzione forzata - opposizioni - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18312 del 27/08/2014esecuzione forzata - opposizioni - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18312 del 27/08/2014
Contestuale proposizione di opposizione all'esecuzione e opposizione agli atti esecutivi - Conseguente sentenza - Impugnazione - Diversificazione dei distinti rimedi impugnatori - Necessità - Effetti - Fattispecie. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18312 del 27/08/2014 Qualora una opposizione in materia esecutiva possa scindersi in un duplice contenuto, in parte riferibile ad una opposizione agli atti esecutivi e in parte riferibile ad una opposizione all'esecuzione, l'impugnazione della conseguente sentenza deve seguire il diverso regime previsto per i distinti tipi di opposizione...
esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 10643 del 15/05/2014esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 10643 del 15/05/2014
Opposizione agli atti esecutivi - Art. 617 cod. proc. civ. vecchio testo - Proposizione con citazione invece che con ricorso - Ammissibilità - Condizioni. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 10643 del 15/05/2014 L'opposizione agli atti esecutivi, a norma del testo dell'art. 617 cod. proc. civ. vigente antecedentemente alle modifiche recate dal d.l. 14 marzo 2005, n. 35, conv. nella legge 14 maggio 2005, n. 80, va proposta con ricorso da depositarsi entro cinque giorni dal compimento dell'atto che si intende impugnare. Ove tale opposizione sia stata erroneamente introdotta con citazione...
Spese giudiziali civili - processo di esecuzione – Cass. n. 9837/2015Spese giudiziali civili - processo di esecuzione – Cass. n. 9837/2015
Estinzione atipica - Condanna del debitore alle spese - Mezzo di impugnazione - Ricorso straordinario per cassazione - Inammissibilità - Opposizione ex art. 617 cod. proc. civ. - Necessità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9837 del 13/05/2015 L'impugnazione, limitatamente al capo di condanna del debitore alle spese, di un'ordinanza di estinzione cosiddetta atipica del processo esecutivo, va proposta con l'opposizione ex art. 617 cod. proc. civ., e non con il ricorso straordinario di cui all'art. 111 Cost., poiché la prima costituisce il rimedio tipico per contestare...
esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 7707 del 02/04/2014esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 7707 del 02/04/2014
Espropriazione immobiliare - Decreto di trasferimento - Doglianze relative alle fasi anteriori della procedura - Preclusioni conseguenti all'apertura della fase di distribuzione delle somme ricavate - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 7707 del 02/04/2014 Nell'espropriazione immobiliare, conclusa la fase della vendita con il decreto di trasferimento, le doglianze per vizi ad esso anteriori, non fatte valere utilmente con i rimedi allo scopo apprestati, quale, in particolare, l'opposizione agli atti esecutivi, sono irreversibilmente precluse nella successiva fase della...
esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 8145 del 08/04/2014esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 8145 del 08/04/2014
Vizi relativi ad ordinanza di rideterminazione del prezzo di vendita - Allegazione mediante opposizione avverso il provvedimento di aggiudicazione provvisoria - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 8145 del 08/04/2014 In tema di espropriazione forzata, è inammissibile l'opposizione avverso il provvedimento di aggiudicazione provvisoria, la quale sia fondata su contestazioni relative ad ordinanza che, riaprendo la fase autorizzativa della vendita, abbia nuovamente determinato il prezzo del bene pignorato, posto che i vizi del provvedimento ex art. 569 cod....
esecuzione forzata - immobiliare - vendita - trasferimento – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5796 del 13/03/2014esecuzione forzata - immobiliare - vendita - trasferimento – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5796 del 13/03/2014
Decreto di trasferimento ex art. 586 cod. proc. civ. - Erronea indicazione del bene oggetto di trasferimento - Inesistenza - Esclusione - Invalidità - Sussistenza - Rimedi - Opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 cod. proc. civ. - Ammissibilità - Tutela dei terzi - Condizioni - Rimedi endoesecutivi o esterni al processo esecutivo - Ammissibilità. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5796 del 13/03/2014 In materia di esecuzione forzata, il decreto di trasferimento di cui all'art. 586 cod. proc. civ., ancorché abbia avuto ad oggetto un bene in tutto o in parte diverso da quello...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9246 del 07/05/2015Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9246 del 07/05/2015
Procedimento unico a struttura bifasica - Conseguenze in tema d'impugnazioni - Art. 327 cod. proc. civ., come modificato dalla legge n. 69 del 2009 - Applicabilità ai giudizi instaurati successivamente alla sua entrata in vigore - Rilevanza della fase sommaria. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9246 del 07/05/2015 L'opposizione agli atti esecutivi, pur essendo distinta, dopo le modifiche introdotte dalla legge 24 febbraio 2006, n. 52, in due fasi, la prima sommaria e la seconda a cognizione piena, costituisce un unico procedimento, sicché ai fini dell'applicazione del termine d'...
esecuzione forzata - opposizioni - termini processuali - sospensione - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1123 del 21/01/2014esecuzione forzata - opposizioni - termini processuali - sospensione - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1123 del 21/01/2014
Domanda di accertamento della nullità del titolo esecutivo stragiudiziale - Sospensione feriale dei termini - Applicabilità - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1123 del 21/01/2014 Il processo di opposizione all'esecuzione è sempre escluso dalla sospensione feriale dei termini, a nulla rilevando che l'esecuzione sia iniziata in base ad un titolo esecutivo stragiudiziale, del quale l'opponente abbia chiesto accertarsi l'invalidità. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1123 del 21/01/2014  ...
esecuzione forzata - opposizioni - - termini processuali - sospensione Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1123 del 21/01/2014esecuzione forzata - opposizioni - - termini processuali - sospensione Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1123 del 21/01/2014
Opposizione all'esecuzione - Domanda riconvenzionale subordinata volta ad ottenere un nuovo accertamento - Rigetto dell'opposizione - Sospensione dei termini feriali - Applicabilità al termine per impugnare - Esclusione - Fondamento.Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1123 del 21/01/2014 In sede di opposizione all'esecuzione nel caso in cui l'opposto abbia formulato una domanda riconvenzionale subordinata, volta ad ottenere nel caso di accoglimento dell'opposizione, un nuovo accertamento sulla situazione sostanziale consacrata nel titolo esecutivo, la controversia è soggetta alla...
esecuzione forzata - spese giudiziali - processo di esecuzione - Cass. n. 1360/2014esecuzione forzata - spese giudiziali - processo di esecuzione - Cass. n. 1360/2014
Opposizione agli atti esecutivi - Determinazione del valore della causa - Criteri. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1360 del 23/01/2014 Ai fini della liquidazione delle spese nei giudizi di opposizione all'espropriazione forzata, il valore della causa va determinato in relazione al "peso" economico delle controversie e dunque: (a) per la fase precedente l'inizio dell'esecuzione, in base al valore del credito per cui si procede; (b) per la fase successiva, in base agli effetti economici dell'accoglimento o del rigetto dell'opposizione; (c) nel caso di opposizione all'intervento di un...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7117.2 del 09/04/2015Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7117.2 del 09/04/2015
Giudizio bifasico, ma a struttura unitaria - Conseguenze - Procura rilasciata al difensore - Presunzione di conferimento per entrambe le fasi di giudizio - Sussistenza - Condizioni. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7117.2 del 09/04/2015 Il giudizio di opposizione agli atti esecutivi, come disciplinato dagli artt. 618 cod. proc. civ. e 185 disp. att. cod. proc. civ. (nel testo modificato dalla legge 24 febbraio 2006, n. 52), sebbene diviso in due fasi, presenta struttura unitaria, stante il collegamento tra la fase, eventuale, di merito e quella sommaria, di talché la procura rilasciata...
Cassazione (ricorso per) - interesse al ricorso – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6903 del 07/04/2015Cassazione (ricorso per) - interesse al ricorso – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6903 del 07/04/2015
Pignoramento presso terzi - Dichiarazione negativa del terzo - Omessa instaurazione del giudizio di accertamento dell'obbligo del terzo - Improcedibilità dell'esecuzione - Opposizione all'esecuzione e agli atti esecutivi - Rigetto - Interesse concreto all'impugnazione - Esclusione - Ragioni. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6903 del 07/04/2015 Il ricorso per cassazione del debitore avverso la sentenza di rigetto dell'opposizione all'esecuzione e agli atti esecutivi è inammissibile per difetto d'interesse qualora l'esecuzione presso terzi sia stata dichiarata improcedibile in...
Esecuzione forzata - opposizioni Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 18312 del 27/08/2014Esecuzione forzata - opposizioni Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 18312 del 27/08/2014
Contestuale proposizione di opposizione all'esecuzione e opposizione agli atti esecutivi - Conseguente sentenza - Impugnazione - Diversificazione dei distinti rimedi impugnatori - Necessità - Effetti - Fattispecie.  Qualora una opposizione in materia esecutiva possa scindersi in un duplice contenuto, in parte riferibile ad una opposizione agli atti esecutivi e in parte riferibile ad una opposizione all'esecuzione, l'impugnazione della conseguente sentenza deve seguire il diverso regime previsto per i distinti tipi di opposizione. (Nella specie, la S.C. ha ritenuto corretta la decisione...
Esecuzione forzata - competenza - per materia - opposizioni in materia di lavoro e previdenza – Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 9553 del 30/04/2014Esecuzione forzata - competenza - per materia - opposizioni in materia di lavoro e previdenza – Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 9553 del 30/04/2014
Iscrizione ipotecaria per obbligazione contributiva - Tutela giudiziaria - Opposizione esecutiva con il rito del lavoro - Ammissibilità. In ipotesi di iscrizione di ipoteca in vista del soddisfacimento coattivo di una obbligazione contributiva, la tutela giudiziaria esperibile deve realizzarsi davanti al giudice ordinario con il rito previsto per le controversie ordinarie di lavoro e con le forme dell'opposizione all'esecuzione ai sensi dell'art. 615 cod. proc. civ. ovvero con quelle dell'opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 cod. proc. civ. Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza...
Esecuzione forzata - vendita forzata - effetti - vizi della cosa – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7708 del 02/04/2014Esecuzione forzata - vendita forzata - effetti - vizi della cosa – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7708 del 02/04/2014
Vendita forzata - Vendita di "aliud pro alio" - Esclusiva deducibilità mediante opposizione agli atti esecutivi - Termine flessibile per l'opposizione - Configurabilità. Nella vendita forzata l'aggiudicatario del bene pignorato, in quanto parte del processo di esecuzione, ha l'onere di far valere l'ipotesi di "aliud pro alio" con il solo rimedio dell'opposizione agli atti esecutivi, che va esperita - nel limite temporale massimo dell'esaurimento della fase satisfattiva dell'espropriazione, costituito dalla definitiva approvazione del progetto di distribuzione - comunque entro il termine...
procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - esecutorietà - per mancata opposizione o per mancata attività dell'opponente – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6337 del 19/03/2014procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - esecutorietà - per mancata opposizione o per mancata attività dell'opponente – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6337 del 19/03/2014
Giudizio di opposizione - Declaratoria di inammissibilità per ragioni di rito o estinzione del giudizio di opposizione - Conseguenze - Fatti modificativi, impeditivi o estintivi del diritto successivi all'emissione del decreto ingiuntivo o sopravvenuti nel giudizio ex art. 645 cod. proc. civ. - Deducibilità - Mezzi. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6337 del 19/03/2014 Il passaggio in giudicato della sentenza che dichiari l'inammissibilità, per ragioni di rito, di un'opposizione a decreto ingiuntivo, al pari dell'estinzione del giudizio incardinato dall'opposizione, la quale riguarda...
Esecuzione forzata - opposizioni - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 27851 del 12/12/2013Esecuzione forzata - opposizioni - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 27851 del 12/12/2013
Mutuo fondiario - Debitore - Domicilio eletto nel contratto - Notifica degli atti dell'esecuzione forzata - Validità - Sussistenza - Conseguenze. L'elezione di domicilio effettuata dal debitore nel contratto di mutuo fondiario, con dichiarazione riferita espressamente anche agli effetti giudiziali ed esecutivi, rimane valida ed efficace per tutti gli atti della procedura di esecuzione forzata. Ne consegue che la notificazione dell'atto di pignoramento eseguita, ai sensi dell'art. 141 cod. proc. civ., presso il domicilio eletto, è valida e regolare e da tale momento decorre il termine dell'...
Esecuzione forzata - opposizioni - all'esecuzione - provvedimenti del giudice dell'esecuzione - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 22807 del 07/10/2013Esecuzione forzata - opposizioni - all'esecuzione - provvedimenti del giudice dell'esecuzione - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 22807 del 07/10/2013
Trascrizione del pignoramento - Acquisto a titolo particolare dell'immobile pignorato in pendenza dell'Esecuzione forzata - Azione del terzo acquirente volta alla declaratoria di invalidità del pignoramento - Opposizione agli atti esecutivi - Esclusione - Opposizione di terzo - Configurabilità. Il terzo che, acquistato a titolo particolare l'immobile pignorato in pendenza dell'esecuzione forzata e dopo la trascrizione del pignoramento faccia valere l'invalidità del pignoramento al fine dell'accertamento che il suo acquisto, benché trascritto dopo la trascrizione del pignoramento immobiliare...
divisione - divisione giudiziale - operazioni - vendita - di immobili - giudizio di scioglimento di comunione - operazioni di vendita di immobili non divisibili - atti del giudice istruttore - rimedi esperibili - opposizione agli atti esecutivi - configurdivisione - divisione giudiziale - operazioni - vendita - di immobili - giudizio di scioglimento di comunione - operazioni di vendita di immobili non divisibili - atti del giudice istruttore - rimedi esperibili - opposizione agli atti esecutivi - configur
procedimenti speciali - scioglimento di comunioni - vendita - di immobili - corte di cassazione sez. u, sentenza n. 18185 del 29/07/2013 In tema di scioglimento della comunione, gli atti del giudice istruttore relativi al procedimento di vendita sono soggetti al rimedio dell'opposizione agli atti esecutivi di cui agli artt. 617 e 618 cod. proc. civ., dovendo escludersi l'esperibilità di un'autonoma azione di nullità avverso il decreto di trasferimento conclusivo del procedimento di vendita. Invero, la finalità del procedimento di vendita dei beni immobili non è diversa nel giudizio divisorio...
divisione - divisione giudiziale - operazioni - vendita - di immobili - giudizio di scioglimento di comunione - operazioni di vendita di immobili non divisibili - atti del giudice istruttore - rimedi esperibili - opposizione agli atti esecutivi - configurdivisione - divisione giudiziale - operazioni - vendita - di immobili - giudizio di scioglimento di comunione - operazioni di vendita di immobili non divisibili - atti del giudice istruttore - rimedi esperibili - opposizione agli atti esecutivi - configur
procedimenti speciali - scioglimento di comunioni - vendita - di immobili - corte di cassazione sez. u, sentenza n. 18185 del 29/07/2013 In tema di scioglimento della comunione, gli atti del giudice istruttore relativi al procedimento di vendita sono soggetti al rimedio dell'opposizione agli atti esecutivi di cui agli artt. 617 e 618 cod. proc. civ., dovendo escludersi l'esperibilità di un'autonoma azione di nullità avverso il decreto di trasferimento conclusivo del procedimento di vendita. Invero, la finalità del procedimento di vendita dei beni immobili non è diversa nel giudizio divisorio...
Notificazione - nullità - sanatoria - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 14495 del 07/06/2013Notificazione - nullità - sanatoria - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 14495 del 07/06/2013
Notificazione eseguita da ufficiale giudiziario territorialmente incompetente - Nullità - Proposizione della opposizione ex art. 617 cod. proc. civ. - Sanatoria - Fondamento. In caso di notificazione del precetto eseguita da un ufficiale giudiziario territorialmente incompetente, la conseguente nullità, non impedendo il perseguimento delle finalità del precetto stesso, è da considerarsi sanata in forza dell'avvenuta proposizione, da parte dell'intimato, dell'opposizione ex art. 617 cod. proc. civ. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 14495 del 07/06/2013  ...
notificazione - nullità - sanatoria – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 14495 del 07/06/2013notificazione - nullità - sanatoria – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 14495 del 07/06/2013
Notificazione eseguita da ufficiale giudiziario territorialmente incompetente- Nullità - Proposizione della opposizione ex art. 617 cod. proc. civ. - Sanatoria - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 14495 del 07/06/2013 In caso di notificazione del precetto eseguita da un ufficiale giudiziario territorialmente incompetente, la conseguente nullità, non impedendo il perseguimento delle finalità del precetto stesso, è da considerarsi sanata in forza dell'avvenuta proposizione, da parte dell'intimato, dell'opposizione ex art. 617 cod. proc. civ. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - provvedimenti del giudice dell'esecuzione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 20310 del 20/11/2012Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - provvedimenti del giudice dell'esecuzione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 20310 del 20/11/2012
Ordinanza di assegnazione ex art. 553 cod. proc. civ. - Impugnazione - Opposizione agli atti esecutivi - Necessità - Utilizzo di essa quale titolo esecutivo verso il terzo - Opposizione all'esecuzione per i medesimi vizi - Ammissibilità - Esclusione. In tema di espropriazione presso terzi, il rimedio dell'opposizione agli atti esecutivi è l'unico esperibile avverso l'ordinanza di assegnazione del credito ex art. 553 cod. proc. civ., non solo quando si contestino vizi formali suoi, o degli atti che l'hanno preceduta, ma pure quando si intenda confutare l'interpretazione che il giudice dell'...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - termine – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19277 del 07/11/2012Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - termine – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19277 del 07/11/2012
Verifica di tempestività dell'opposizione - Onere dell'opponente di provare il momento di conoscenza dell'atto opposto - Sussistenza - Coordinamento con il principio di acquisizione probatoria - Necessità - Conseguenze. In tema di opposizione agli atti esecutivi, il principio secondo il quale l'opponente ha l'onere di provare, oltre che di allegare, il momento in cui ha avuto conoscenza dell'atto esecutivo che assume viziato, ai fini della verifica della tempestività dell'opposizione, deve essere coordinato con il principio dell'acquisizione probatoria, sicché l'onere è assolto anche...
Esecuzione forzata mobiliare - Presso terzi  Esecuzione forzata mobiliare - Presso terzi
21/10/2012 Procedure esecutive pendenti al 1° marzo 2006 - Provvedimento di assegnazione - Opposizione agli atti esecutivi exart. 617 cod. proc. civ. - Nuova disciplina di cui all'art. 39-quater, d.l. n. 273 del 2005, convertito con modificazioni dalla legge n. 51 del 2006 -  Procedure esecutive pendenti al 1° marzo 2006 - Provvedimento diassegnazione - Opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 cod. proc. civ. - Nuova disciplina di cui all'art. 39-quater, d.l. n. 273 del 2005, convertito con odificazioni dalla legge n. 51 del 2006 - Applicabilità. Corte diCassazione, Sez. 6 - 3,...
Prova civile - falso civile - querela di falso - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 12892 del 24/07/2012Prova civile - falso civile - querela di falso - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 12892 del 24/07/2012
Assegno bancario - Contraffazione delle generalità del prenditore - Conseguente azione esecutiva - Onere dell'esecutato di proporre querela di falso, ove non disconosca la propria sottoscrizione - Sussistenza. Nel giudizio di opposizione ad un'esecuzione fondata su un assegno bancario, ove l'opponente deduca che il titolo, di cui appare traente e del quale non disconosca la sottoscrizione relativa al rapporto di emissione, è stato alterato con l'indicazione di un terzo prenditore in luogo dello stesso emittente, la deduzione è priva di rilevanza se non accompagnata dalla proposizione della...
Esecuzione forzata - mobiliare - presso terzi - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 10980 del 28/06/2012Esecuzione forzata - mobiliare - presso terzi - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 10980 del 28/06/2012
Procedure esecutive pendenti al 1° marzo 2006 - Provvedimento di assegnazione - Opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 cod. proc. civ. - Nuova disciplina di cui all'art. 39-quater, d.l. n. 273 del 2005, convertito con modificazioni dalla legge n. 51 del 2006 - Applicabilità. Nell'espropriazione presso terzi, quando venga disposta l'assegnazione senza che sia stata precedentemente ordinata la vendita, trova applicazione l'art. 617 cod. proc. civ., nel testo sostituito, con decorrenza dal 1° marzo 2006, per effetto dell'art. 39-quater d.l. 30 dicembre 2005, n. 273, convertito con...
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - termine – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7051 del 09/05/2012Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - termine – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7051 del 09/05/2012
Tempestività dell'opposizione - Onere di allegazione e prova a carico dell'opponente - Necessità. Colui il quale propone opposizione agli atti esecutivi, ex art. 617 cod. proc. civ., ha l'onere di indicare e provare il momento in cui abbia avuto la conoscenza, legale o di fatto, dell'atto esecutivo che assume viziato, non potendosi altrimenti verificare il rispetto da parte sua del termine di decadenza per la proposizione dell'opposizione. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7051 del 09/05/2012  ...
Esecuzione forzata - precetto - sottoscrizione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6264 del 20/04/2012Esecuzione forzata - precetto - sottoscrizione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6264 del 20/04/2012
Pignoramento non sottoscritto da difensore - Conseguenze - Nullità sanabile - Limiti. È nullo l'atto di pignoramento immobiliare privo della sottoscrizione del difensore, comportando tale vizio altresì l'invalidità dell'ordinanza di vendita, in quanto atto collegato al pignoramento. Tale nullità, tuttavia, resta sanata, senza propagarsi alle successive fasi del processo di esecuzione, se non rilevata d'ufficio, ovvero non fatta valere col rimedio dell'opposizione agli atti esecutivi, prima della pronuncia dell'ordinanza di vendita, ovvero entro venti giorni dalla conoscenza legale che di...
Esecuzione forzata - obblighi di fare e di non fare - procedimento esecutivo - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 3722 del 09/03/2012Esecuzione forzata - obblighi di fare e di non fare - procedimento esecutivo - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 3722 del 09/03/2012
Ordinanza emessa ex art. 612 cod. proc. civ. - Differenti contenuti - Provvedimento meramente determinativo delle modalità di detti obblighi - Provvedimento altresì dichiarativo della portata sostanziale del titolo e dell'ammissibilità dell'azione esecutiva - Diversità di natura giuridica dei due provvedimenti - Conseguenze sul regime di impugnabilità - Ammissibilità dell'opposizione agli atti esecutivi o dell'appello - Fattispecie. In tema di esecuzione forzata, l'ordinanza, con la quale il giudice dell'esecuzione, ai sensi dell'art. 612 cod. proc. civ., determina le modalità dell'...
Esecuzione forzata - distribuzione della somma ricavata - controversie (opposizione alle distribuzioni) – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 1316 del 30/01/2012Esecuzione forzata - distribuzione della somma ricavata - controversie (opposizione alle distribuzioni) – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 1316 del 30/01/2012
Litisconsorzio necessario - Del debitore esecutato e dei creditori concorrenti - Sussistenza. In tema di esecuzione forzata, nella controversia in sede di distribuzione del ricavato, ai sensi dell'art. 512 cod. proc. civ., avente origine dalla contestazione sollevata da un creditore in ordine all'esistenza o al grado della causa di prelazione di altro creditore, il debitore esecutato è parte necessaria del giudizio, sicché lo stesso - al pari di tutti gli altri creditori - deve essere convenuto in giudizio, indimente dalla circostanza che abbia o meno partecipato alla discussione del...
Esecuzione forzata - distribuzione della somma ricavata - controversie (opposizione alle distribuzioni) – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 1316 del 30/01/2012Esecuzione forzata - distribuzione della somma ricavata - controversie (opposizione alle distribuzioni) – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 1316 del 30/01/2012
Litisconsorzio necessario - Del debitore esecutato e dei creditori concorrenti - Sussistenza. In tema di esecuzione forzata, nella controversia in sede di distribuzione del ricavato, ai sensi dell'art. 512 cod. proc. civ., avente origine dalla contestazione sollevata da un creditore in ordine all'esistenza o al grado della causa di prelazione di altro creditore, il debitore esecutato è parte necessaria del giudizio, sicché lo stesso - al pari di tutti gli altri creditori - deve essere convenuto in giudizio, indimente dalla circostanza che abbia o meno partecipato alla discussione del...