impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - giudizio di rinvio - procedimento - riassunzione - citazione - forma e contenuto – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7536 del 27/03/2009impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - giudizio di rinvio - procedimento - riassunzione - citazione - forma e contenuto – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7536 del 27/03/2009
Mancato rispetto dei termini minimi a comparire - Effetti in caso di mancata costituzione del convenuto - Rilievo d'ufficio della nullità - Necessità - Conseguente fissazione di termine perentorio per la rinnovazione dell'atto di riassunzione e della relativa notificazione - Omesso adempimento della parte onerata - Effetti. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7536 del 27/03/2009 Nel caso in cui l'atto di citazione in riassunzione in sede di rinvio contenga l'indicazione di un termine a comparire più breve rispetto a quello legale, il giudice del rinvio è tenuto, in assenza di costituzione...
impugnazioni civili - impugnazioni in generale - cause scindibili e inscindibili - integrazione del contraddittorio in cause inscindibili – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 26570 del 05/11/2008impugnazioni civili - impugnazioni in generale - cause scindibili e inscindibili - integrazione del contraddittorio in cause inscindibili – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 26570 del 05/11/2008
Giudizio di appello - Integrazione del contraddittorio - Ordinanza - Udienza di comparizione - Indicazione - Mancata fissazione del termine per la notificazione - Conseguenze - Termine iniziale di cui all'art. 163 bis cod. proc. civ. - Applicabilità - Fondamento - Condizioni. Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 26570 del 05/11/2008 In tema di litisconsorzio necessario, qualora il giudice d'appello si limiti ad ordinare l'integrazione del contraddittorio senza, peraltro, indicare il termine perentorio entro il quale la relativa notificazione debba avvenire, detto termine può legittimamente...
Procedimento civile - intervento in causa di terzi - coatto Procedimento civile - intervento in causa di terzi - coatto "iussu iudicis" (chiamata) – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 22419 del 05/09/2008
Discrezionalità esclusiva del giudice di primo grado - Fondamento - Censurabilità dell'esercizio del potere - Esclusione - Inottemperanza all'ordine di chiamata in causa - Cancellazione della causa dal ruolo - Mancata riassunzione con integrazione del contraddittorio nei confronti del terzo - Conseguenze - Estinzione del processo - Poteri del giudice dell'impugnazione - Delibazione circoscritta soltanto alla ritualità della dichiarazione di estinzione - Necessità. La chiamata in causa di un terzo ai sensi dell'art. 107 cod. proc. civ. è sempre rimessa alla discrezionalità del giudice di...
estinzione del processo - provvedimento del giudice - impugnazione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 3128 del 08/02/2008estinzione del processo - provvedimento del giudice - impugnazione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 3128 del 08/02/2008
Dichiarazione di improcedibilità dell'appello ed estinzione del giudizio emessa dal giudice collegiale - Caratteristiche del relativo provvedimento - Forma di ordinanza ma natura di sentenza - Sottoscrizione da parte del solo presidente che non risulti relatore o estensore - Effetto - Inesistenza giuridica - Configurabilità - Conseguenze - Responsabilità dei mezzi di impugnazione correlati alla natura di sentenza - Sussistenza - Revocazione - Ammissibilità - Esclusione - Rilevabilità d'ufficio del vizio di inesistenza - Sussistenza. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 3128 del 08/02/2008...
riunione e separazione di causa – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 18714 del 06/09/2007riunione e separazione di causa – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 18714 del 06/09/2007
Cause scindibili - Riunione per connessione - Evento interruttivo riguardante una delle parti delle cause riunite - Effetti - Interruzione dell'unico procedimento - Sussistenza - Riassunzione - Nei confronti di alcune delle parti - Nullità - Effetti - Estinzione parziale - Sussistenza - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 18714 del 06/09/2007 In tema di pluralità di cause scindibili riunite, con litisconsorzio facoltativo tra le parti delle varie cause, l'evento interruttivo che riguardi una delle parti di una singola causa opera per l'intero procedimento, determinando così l...
Procedimento civile - riunione e separazione di causa – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 18714 del 06/09/2007Procedimento civile - riunione e separazione di causa – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 18714 del 06/09/2007
Cause scindibili - Riunione per connessione - Evento interruttivo riguardante una delle parti delle cause riunite - Effetti - Interruzione dell'unico procedimento - Sussistenza - Riassunzione - Nei confronti di alcune delle parti - Nullità - Effetti - Estinzione parziale - Sussistenza - Fattispecie. In tema di pluralità di cause scindibili riunite, con litisconsorzio facoltativo tra le parti delle varie cause, l'evento interruttivo che riguardi una delle parti di una singola causa opera per l'intero procedimento, determinando così l'interruzione del "simultaneus processus", mentre la nullità...
Procedimento civile - estinzione del processo - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 10876 del 11/05/2007Procedimento civile - estinzione del processo - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 10876 del 11/05/2007
Estinzione verificatasi nel corso del giudizio di primo grado - Deduzione per la prima volta in appello da parte del contumace in primo grado - Inammissibilità - Limiti - Fattispecie. La parte contumace in primo grado non può eccepire in appello l'estinzione del processo solo nell'ipotesi in cui sia stata posta, nel grado in cui si è verificato l'evento interruttivo, nella condizione di formulare la relativa eccezione (di estinzione) per essere stato ritualmente notificato in detto grado l'atto di riassunzione per la prosecuzione del processo (nella specie, in un caso di interruzione del...
Procedimento civile - estinzione del processo – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 10876 del 11/05/2007Procedimento civile - estinzione del processo – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 10876 del 11/05/2007
Estinzione verificatasi nel corso del giudizio di primo grado - Deduzione per la prima volta in appello da parte del contumace in primo grado - Inammissibilità - Limiti - Fattispecie. La parte contumace in primo grado non può eccepire in appello l'estinzione del processo solo nell'ipotesi in cui sia stata posta, nel grado in cui si è verificato l'evento interruttivo, nella condizione di formulare la relativa eccezione (di estinzione) per essere stato ritualmente notificato in detto grado l'atto di riassunzione per la prosecuzione del processo (nella specie, in un caso di interruzione del...
estinzione del processo - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 10876 del 11/05/2007estinzione del processo - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 10876 del 11/05/2007
Estinzione verificatasi nel corso del giudizio di primo grado - Deduzione per la prima volta in appello da parte del contumace in primo grado - Inammissibilità - Limiti - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 10876 del 11/05/2007 La parte contumace in primo grado non può eccepire in appello l'estinzione del processo solo nell'ipotesi in cui sia stata posta, nel grado in cui si è verificato l'evento interruttivo, nella condizione di formulare la relativa eccezione (di estinzione) per essere stato ritualmente notificato in detto grado l'atto di riassunzione per la prosecuzione...
contumacia - del convenuto - rinnovazione della citazione – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 23587 del 03/11/2006contumacia - del convenuto - rinnovazione della citazione – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 23587 del 03/11/2006
In grado di appello - Ordine del giudice - Inosservanza - Omissione della notificazione - Inammissibilità dell'appello - Notificazione oltre il termine fissato - Estinzione del processo. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 23587 del 03/11/2006 La mancata ottemperanza all'ordine di rinnovo della notifica dell'appello determina, ai sensi dell'art. 291 cod. proc. civ., l'inammissibilità dell'appello ove il rinnovo della notifica nulla sia stato del tutto omesso, a differenza di quanto avviene nel caso di notificazione oltre il termine fissato, nel quale si determina l'estinzione del processo...
procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - opposizione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 15727 del 11/07/2006procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - opposizione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 15727 del 11/07/2006
Mancata costituzione dell'opponente nei termini - Effetti - Improcedibilità dell'opposizione - Conseguenze - Applicabilità degli artt. 171 e 307 cod. proc. civ. - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 15727 del 11/07/2006 Nel procedimento di opposizione a decreto ingiuntivo, atteso che la mancata costituzione dell'opponente nel termine di cui all'art. 166 cod. proc. civ. comporta la improcedibilità dell'opposizione ai sensi della norma speciale di cui all'art. 647, primo comma, dello stesso codice, l'opponente non costituito non può utilmente riassumere il giudizio ai sensi...
civile - interruzione del processo - riassunzione – Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n.14854 del 28/06/2006civile - interruzione del processo - riassunzione – Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n.14854 del 28/06/2006
Termine semestrale ex art. 305 cod. proc. civ. - Riferibilità soltanto alla prima delle due fasi del procedimento di riassunzione, consistente nel deposito in cancelleria del ricorso - Affermazione - Conseguenze - Vizi della notifica dell'atto di riassunzione tempestivamente depositato - Estinzione del processo - Esclusione - Ordine di rinnovazione della notificazione - Obbligo del giudice - Mancata osservanza del termine perentorio per la rinnovazione - Effetti. Verificatasi una causa d'interruzione del processo, in presenza di un meccanismo di riattivazione del processo interrotto,...
procedimento civile – interruzione del processo - riassunzione – Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 14854 del 28/06/2006procedimento civile – interruzione del processo - riassunzione – Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 14854 del 28/06/2006
Termine semestrale ex art. 305 cod. proc. civ. - Riferibilità soltanto alla prima delle due fasi del procedimento di riassunzione, consistente nel deposito in cancelleria del ricorso - Affermazione - Conseguenze - Vizi della notifica dell'atto di riassunzione tempestivamente depositato - Estinzione del processo - Esclusione - Ordine di rinnovazione della notificazione - Obbligo del giudice - Mancata osservanza del termine perentorio per la rinnovazione - Effetti. Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 14854 del 28/06/2006 Verificatasi una causa d'interruzione del processo, in presenza di un...
Provvedimenti del giudice civile - ordinanza - del giudice istruttore – Corte Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 11039 del 12/05/2006Provvedimenti del giudice civile - ordinanza - del giudice istruttore – Corte Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 11039 del 12/05/2006
Ordinanza ex art. 186 "quater" cod. proc. civ. - Acquisizione del carattere di sentenza impugnabile per sopravvenuta estinzione del processo - Regime di impugnabilità - Decorrenza del termine di impugnazione dal perfezionamento della fattispecie estintiva - Accertamento incidentale d'ufficio dell'avvenuta estinzione del giudizio a tali fini in altro processo - Ammissibilità - Fattispecie. L'ordinanza di cui all'art. 186 quater cod. proc. civ. acquista efficacia di sentenza impugnabile a seguito della sopravvenuta estinzione del processo, nel corso del quale sia stata pronunciata (ai sensi...
estinzione del processo - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 8041 del 06/04/2006estinzione del processo - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 8041 del 06/04/2006
Decreto di estinzione del processo pronunciato da giudice monocratico in primo grado - Natura di sentenza - Mezzo di impugnazione esperibile - Appello - Ricorso straordinario per cassazione - Ammissibilità - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 8041 del 06/04/2006 Il provvedimento dichiarativo dell'estinzione del processo adottato dal giudice monocratico del tribunale ha natura sostanziale di sentenza, ancorché sia pronunciato in forma di decreto; come tale, esso, quando sia stato pronunciato in primo grado, è impugnabile con l'appello, non con il ricorso straordinario per...
impugnazioni civili - impugnazioni in generale - notificazione - dell'atto di impugnazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 2593 del 07/02/2006impugnazioni civili - impugnazioni in generale - notificazione - dell'atto di impugnazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 2593 del 07/02/2006
Impugnazioni civili - Impugnazioni in generale - Notificazione - Dell'atto di impugnazione - In genere - Mancata costituzione del convenuto - Rilievo di un vizio comportante la nullità della notifica - Assegnazione di un termine da parte del G.I. per rinnovare la notifica ex art. 291 cod. proc. civ. - Perentorietà - Inosservanza - Conseguenze. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 2593 del 07/02/2006 In virtù del rinvio operato dall'art. 359 cod. proc. civ. alle disposizioni del procedimento di primo grado, l'art. 291 cod. proc. civ. , secondo cui in caso di mancata costituzione del...
impugnazioni civili - appello - costituzione e comparizione delle parti – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 1180 del 20/01/2006impugnazioni civili - appello - costituzione e comparizione delle parti – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 1180 del 20/01/2006
Disciplina anteriore alla legge n. 353 del 1990 - Mancata costituzione delle parti nei termini - Riassunzione del processo da parte dell'appellato - Costituzione dell'appellato nel termine - Conseguenze - Prosecuzione del giudizio - Mancata costituzione dell'appellante - Irrilevanza - Mancata costituzione di entrambe le parti nel termine - Conseguenze - Estinzione del processo - Configurabilità. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 1180 del 20/01/2006 Nell'ipotesi di tempestiva riassunzione del giudizio di appello, operata dall'appellato ai sensi degli artt. 307 e 347 cod. proc. civ. (nel...
prova civile - prove raccolte in processo estinto – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 16372 del 04/08/2005prova civile - prove raccolte in processo estinto – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 16372 del 04/08/2005
Ammissibilità - Rilevanza - Fonte di argomenti di prova - Sussistenza - Formalità di produzione o di esibizione - Insussistenza - Istanza della parte interessata ed acquisizione del relativo fascicolo di ufficio - Sufficienza. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 16372 del 04/08/2005 Nel processo civile il giudice può trarre argomenti di prova, ai sensi dell'art. 116, secondo comma, cod. proc. civ., anche dalle risultanze istruttorie di un processo estinto, le quali, se si trovano raccolte nel relativo fascicolo di ufficio, non abbisognano di particolari formalità di produzione od...
termini processuali - perentori – corte di cassazione Sez. L, Sentenza n. 2899 del 14/02/2005termini processuali - perentori – corte di cassazione Sez. L, Sentenza n. 2899 del 14/02/2005
  Prorogabilità - Esclusione - Difficoltà non imputabili alla parte - Rilevanza - Prova - Onere a carico della parte stessa - Fattispecie in tema di rinnovazione della notifica dell'appello incidentale. corte di cassazione Sez. L, Sentenza n. 2899 del 14/02/2005 Il termine perentorio fissato dal giudice per il compimento di atti processuali (nella specie, per la rinnovazione della notifica dell'appello incidentale, ex art. 291 cod. proc. civ.) non può essere sospeso o prorogato, neanche per accordo delle parti, senza che l'interessato abbia provato una difficoltà a lui non imputabile....
Procedimento civile - termini processuali - perentori – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 2899 del 14/02/2005Procedimento civile - termini processuali - perentori – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 2899 del 14/02/2005
Prorogabilità - Esclusione - Difficoltà non imputabili alla parte - Rilevanza - Prova - Onere a carico della parte stessa - Fattispecie in tema di rinnovazione della notifica dell'appello incidentale. Il termine perentorio fissato dal giudice per il compimento di atti processuali (nella specie, per la rinnovazione della notifica dell'appello incidentale, ex art. 291 cod. proc. civ.) non può essere sospeso o prorogato, neanche per accordo delle parti, senza che l'interessato abbia provato una difficoltà a lui non imputabile. Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 2899 del 14/02/2005  ...