competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 7093/2016competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 7093/2016
Domanda di accertamento negativo dell'esistenza di un contratto agrario - Domanda riconvenzionale di accertamento di rapporto agrario spiegata nei confronti di comproprietario non attore - Devoluzione dell'intera controversia alla sezione specializzata agraria - Necessità - Fondamento. Quando, a fronte di domanda di accertamento negativo sull'esistenza di un valido contratto agrario perché posto in essere da un comproprietario dei beni affittati senza il consenso dei restanti comproprietari, il convenuto spieghi domanda riconvenzionale di accertamento di un valido rapporto agrario nei...
Giurisdizione in generale - difetto di giurisdizione - rilevabilità di ufficio - Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 29 del 05/01/2016Giurisdizione in generale - difetto di giurisdizione - rilevabilità di ufficio - Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 29 del 05/01/2016
Giudice adito - Verifica della propria giurisdizione - Dovere. Ogni giudice, anche qualora dubiti della sua competenza, deve sempre verificare innanzitutto, anche di ufficio, la sussistenza della propria giurisdizione. Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 29 del 05/01/2016  ...
Giurisdizione in generale - difetto di giurisdizione - rilevabilità di ufficio - Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 29 del 05/01/2016Giurisdizione in generale - difetto di giurisdizione - rilevabilità di ufficio - Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 29 del 05/01/2016
Regolamento facoltativo di competenza avverso sentenza di primo grado - Rilevazione di ufficio del difetto di giurisdizione - Ammissibilità - Fondamento. Qualora una sentenza di primo grado, recante l'espressa affermazione della giurisdizione dell'adito giudice ordinario e la successiva declinatoria della sua competenza, sia stata impugnata con regolamento di competenza, da qualificarsi come facoltativo, la Corte di cassazione, non essendosi formato il giudicato sulla giurisdizione, giusta l'art. 43, comma 3, primo periodo, c.p.c., può rilevarne d'ufficio il difetto da parte di quel del...
Giurisdizione in generale - difetto di giurisdizione - rilevabilità di ufficio - Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 29 del 05/01/2016Giurisdizione in generale - difetto di giurisdizione - rilevabilità di ufficio - Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 29 del 05/01/2016
Questione di giurisdizione e di competenza - Pregiudizialità - Deroghe - Condizioni e fondamento. La pregiudizialità della questione di giurisdizione rispetto a quella di competenza - fondata sulle previsioni costituzionali riguardanti il diritto alla tutela giurisdizionale, la garanzia del giudice naturale precostituito per legge, i principi del giusto processo, l'attribuzione della giurisdizione a giudici ordinari, amministrativi e speciali ed il suo riparto tra questi secondo criteri predeterminati - può essere derogata solo in forza di norme o principi della Costituzione o espressivi di...
Prova civile - falso civile - querela di falso - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 19576 del 30/09/2015Prova civile - falso civile - querela di falso - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 19576 del 30/09/2015
Proposizione dinanzi al Giudice di pace - Provvedimento di sospensione ex art. 313 c.p.c. - Regolamento di competenza su istanza del proponente la querela - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 19576 del 30/09/2015 È inammissibile il regolamento di competenza, su istanza del proponente la querela di falso innanzi al giudice di pace, avverso il provvedimento di sospensione del processo reso dal medesimo giudice agli effetti dell'art. 313 c.p.c., diretto a far valere l'inammissibilità della querela, atteso che il controllo di legittimità, in tale ipotesi,...
Arbitrato - competenza - Cass. n. 19546/2015Arbitrato - competenza - Cass. n. 19546/2015
Clausola compromissoria - Interpretazione - Poteri del giudice di legittimità. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 19546 del 30/09/2015 L'indagine sulla portata di una clausola compromissoria, ai fini della risoluzione di una questione di competenza, rientra nei poteri della Corte di cassazione che, in tale materia, è anche giudice di fatto. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 19546 del 30/09/2015   _____________________________________ Competenza Incompetenza Valore Territorio Funzionale Corte Cassazione 19546  2015  ...
Competenza civile - competenza per valore - Cass. n. 18732/2015Competenza civile - competenza per valore - Cass. n. 18732/2015
Valore della causa - Riferimento alla determinazione del contributo unificato per la individuazione del giudice competente per valore - Esclusione - Ragioni. Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 18732 del 22/09/2015 L'indicazione del valore della causa, riportata in calce all'atto introduttivo del giudizio per la determinazione del contributo unificato dovuto per legge, ha finalità esclusivamente fiscale, sicchè non spiega alcun effetto sulla determinazione del valore della controversia ai fini della individuazione del giudice competente. Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 18732 del 22/09/2015  ...
Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 18563/2015Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 18563/2015
Provvedimento ordinatorio di ripartizione delle funzioni tra giudici della sezione societaria di altre sezioni del medesimo ufficio - Regolamento di competenza - Ammissibilità - Esclusione. Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18563 del 21/09/2015 È inammissibile il regolamento di competenza proposto avverso l'ordinanza con la quale il giudice adito, ritenendo che la questione a lui sottoposta debba essere trattata dalla sezione societaria, disponga ai sensi dell'art. 1 del d.lgs. n. 5 del 2003 il mutamento del rito e la cancellazione della causa dal ruolo, in quanto la ripartizione...
Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 18563/2015Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 18563/2015
Provvedimento ordinatorio di ripartizione delle funzioni tra giudici della sezione societaria di altre sezioni del medesimo ufficio - Regolamento di competenza - Ammissibilità - Esclusione. Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18563 del 21/09/2015 È inammissibile il regolamento di competenza proposto avverso l'ordinanza con la quale il giudice adito, ritenendo che la questione a lui sottoposta debba essere trattata dalla sezione societaria, disponga ai sensi dell'art. 1 del d.lgs. n. 5 del 2003 il mutamento del rito e la cancellazione della causa dal ruolo, in quanto la ripartizione...
Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 17650/2015Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 17650/2015
Procedimenti successivi alla legge n. 69 del 2009 - Tribunale in composizione monocratica - Ordinanza declinatoria di competenza - Invito alle parti a precisare le conclusioni - Necessità - Mancanza - Conseguenze - Impugnabilità con regolamento necessario di competenza. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 17650 del 04/09/2015 L'ordinanza declinatoria della competenza resa dal tribunale in composizione monocratica in una controversia instaurata dopo l'entrata in vigore della legge n. 69 del 2009 presuppone il previo invito alle parti alla precisazione delle conclusioni, sicché, ove...
Competenza civile - regolamento di competenza – Cass. n. 17129/2015Competenza civile - regolamento di competenza – Cass. n. 17129/2015
Regolamento di competenza avverso provvedimento di diniego della revoca dell'ordinanza di sospensione del processo - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 17129 del 25/08/2015 Il provvedimento di sospensione del processo, ai sensi dell'art. 295 cod. proc. civ., pur avendo la forma dell'ordinanza, non è revocabile dal giudice che lo ha pronunciato, poiché tale revocabilità confliggerebbe con la previsione della sua impugnabilità mediante regolamento necessario di competenza. Ne consegue che, ove la parte, anziché proporre il regolamento nel termine...
Procedimenti speciali - procedimenti in materia di lavoro e di previdenza. Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 16359 del 04/08/2015Procedimenti speciali - procedimenti in materia di lavoro e di previdenza. Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 16359 del 04/08/2015
Competenza civile - regolamento di competenza. Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 16359 del 04/08/2015 Decisione sulla sola competenza e questioni sulla relativa eccezione - Mezzo di impugnazione - Regolamento di competenza - Necessità - Fondamento - Fattispecie. Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 16359 del 04/08/2015 Procedimenti speciali - procedimenti in materia di lavoro e di previdenza. Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 16359 del 04/08/2015 Nel regime dell'art. 38 c.p.c., novellato dall'art. 4 della l. n. 353 del 1990, nel quale tutte le questioni sulla competenza...
Impugnazioni civili - impugnazioni in generale - sospensione - del processo – Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 16142 del 30/07/2015Impugnazioni civili - impugnazioni in generale - sospensione - del processo – Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 16142 del 30/07/2015
Sospensione discrezionale ex art. 337, comma 2, c.p.c. - Regolamento di competenza - Ammissibilità - Limiti al sindacato di legittimità. Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 16142 del 30/07/2015 In tema di sospensione facoltativa del processo, disposta quando in esso si invochi l'autorità di una sentenza pronunciata all'esito di un diverso giudizio e tuttora impugnata, la relativa ordinanza, resa ai sensi dell'art. 337, comma 2, c.p.c., è impugnabile col regolamento di competenza di cui all'art. 42 c.p.c., e il sindacato esercitabile al riguardo dalla Corte di cassazione è limitato alla verifica dell'...
Regolamento di competenza - Domanda giudiziale – Cass. n. 14369/2015Regolamento di competenza - Domanda giudiziale – Cass. n. 14369/2015
Domanda riconvenzionale - Pronuncia di declinatoria della competenza limitatamente alla seconda - Natura. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 14369 del 09/07/2015 La pronuncia del giudice che, a fronte di una domanda principale ed una riconvenzionale, disponga lo scioglimento del cumulo, escludendo che lo stesso possa mantenersi per ragioni di connessione, e poi declini la propria competenza limitatamente alla riconvenzionale, affermandola, invece, per la domanda principale, ha natura di pronuncia sulla competenza ai sensi dell'art. 36 cod. proc. civ. Corte di Cassazione Sez. 6 -...
Competenza civile - regolamento di competenza - in genere – Cass. n. 10435/2015Competenza civile - regolamento di competenza - in genere – Cass. n. 10435/2015
Regolamento di competenza avverso un provvedimento autorizzatorio di sequestro conservativo - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 10435 del 21/05/2015 E inammissibile il regolamento di competenza proposto avverso un provvedimento che non ha carattere definitivo e decisorio, quale deve ritenersi il provvedimento che autorizza il sequestro conservativo. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 10435 del 21/05/2015   _____________________________________ Competenza Incompetenza Valore Territorio Funzionale Corte Cassazione 10435 ...
Contratti agrari - controversie - procedimento - competenza e giurisdizione - sezioni specializzate - competenza – Cass. n. 10508/2015Contratti agrari - controversie - procedimento - competenza e giurisdizione - sezioni specializzate - competenza – Cass. n. 10508/2015
Devoluzione della controversia alla sezione specializzata agraria e non al tribunale in composizione ordinaria - Questione di competenza - Configurabilità. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 10508 del 21/05/2015 Competenza civile - regolamento di competenza - in genere - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 10508 del 21/05/2015 La questione relativa al riparto della competenza tra tribunale ordinario e sezione specializzata agraria presso il medesimo tribunale costituisce una questione di competenza e non di mera ripartizione degli affari all'interno di un unico ufficio...
Arbitrato - competenza - in genere – Cass. n. 10506/2015Arbitrato - competenza - in genere – Cass. n. 10506/2015
Giudizio ordinario - Radicamento in data anteriore all'entrata in vigore dell'art. 819 ter cod. proc. civ. - Decisione del giudice d'appello in favore della devoluzione della controversia a collegio arbitrale - Impugnazione esperibile - Regolamento di competenza - Esclusione - Ricorso per cassazione - Necessità. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 10506 del 21/05/2015 In materia di arbitrato, nei giudizi ordinari radicati anteriormente all'entrata in vigore dell'art. 819 ter cod. proc. civ., la decisione con cui il giudice d'appello - in riforma della sentenza di prime cure -...
impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti impugnabili) - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 17908 del 13/08/2014impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti impugnabili) - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 17908 del 13/08/2014
Controversia devoluta ad arbitri rituali - Declaratoria di incompetenza pronunciata dal tribunale - Appello - Inammissibilità - Fondamento - Regolamento di competenza - Necessità. Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 17908 del 13/08/2014 È inammissibile l'appello avverso la decisione del tribunale declinatoria della propria competenza a favore degli arbitri rituali, poiché l'attività di questi ultimi ha natura giurisdizionale e sostitutiva della funzione del giudice ordinario, sicché la relativa questione può essere fatta valere solo con regolamento di competenza. Corte di Cassazione,...
famiglia - matrimonio - concordatario - nullità - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 18627 del 03/09/2014famiglia - matrimonio - concordatario - nullità - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 18627 del 03/09/2014
Controversia in materia di cessazione degli effetti civili del matrimonio - Domanda riconvenzionale di nullità del matrimonio secondo quanto accertato da sentenza di primo grado del tribunale ecclesiastico - Sospensione del giudizio in attesa di delibazione della sentenza ecclesiastica - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 18627 del 03/09/2014 Ai sensi dell'art. 797, n. 6, cod. proc. civ., tuttora operante nell'ambito regolato dall'Accordo di revisione del Concordato lateranense (reso esecutivo con legge 28 marzo 1985, n. 121) per l'espresso richiamo, di...
procedimento civile - sospensione del processo - necessaria - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 16700 del 23/07/2014procedimento civile - sospensione del processo - necessaria - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 16700 del 23/07/2014
Sospensione necessaria del processo - Provvedimento adottato dal giudice di pace - Impugnazione con regolamento di competenza - Ammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 16700 del 23/07/2014 Il provvedimento di sospensione del processo adottato dal giudice di pace è impugnabile con il regolamento necessario di competenza, non ostandovi l'art. 46 cod. proc. civ. che, pur sancendo l'inapplicabilità nei giudizi davanti al giudice di pace dell'art. 42 cod. proc. civ., che a sua volta prevede la generale proponibilità del regolamento avverso i provvedimenti che...
acque - tribunali delle acque pubbliche - tribunali regionali delle acque - controversie assoggettate - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 16807 del 24/07/2014acque - tribunali delle acque pubbliche - tribunali regionali delle acque - controversie assoggettate - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 16807 del 24/07/2014
Alveo da tempo abbandonato dal corso d'acqua - Titolarità - Controversia - Competenza del Tribunale ordinario - Configurabilità - Fondamento - Fattispecie. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 16807 del 24/07/2014 La controversia avente ad oggetto la titolarità di un terreno che, pacificamente, faceva un tempo parte dell'alveo di un fiume, ma che risulta abbandonato dalle acque da molti anni, non ponendo alcuna questione, ai fini del decidere, in ordine alla determinazione dei limiti dell'alveo e delle sponde, ovvero alla qualificazione dello stesso come alveo, sia con riferimento...
competenza civile - litispendenza - Cass. n. 17443/2014 (02)competenza civile - litispendenza - Cass. n. 17443/2014 (02)
Declaratoria - Criterio della prevenzione - Necessità - Competenza effettiva del giudice successivamente adito - Ininfluenza - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. U, Ordinanza n. 17443 del 31/07/2014 Ai fini della dichiarazione di litispendenza, occorre avere riguardo esclusivamente al criterio della prevenzione, mentre è irrilevante ogni indagine sull'effettiva competenza del giudice preventivamente adito a conoscere della controversia pur se il giudice successivamente adito sia titolare della competenza a conoscere della causa, rispondendo tale istituto all'esigenza di evitare la...
impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - interesse al ricorso - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 15676 del 09/07/2014impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - interesse al ricorso - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 15676 del 09/07/2014
"Error in procedendo" - Configurabilità - Condizioni - Erronea forma del provvedimento - Indicazione dello specifico e concreto pregiudizio del diritto alla difesa - Necessità - Omissione - Inammissibilità. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 15676 del 09/07/2014 I vizi dell'attività del giudice che possano comportare la nullità della sentenza o del procedimento, rilevanti ex art. 360, primo comma, n. 4, cod. proc. civ., non sono posti a tutela di un interesse all'astratta regolarità dell'attività giudiziaria, ma a garanzia dell'eliminazione del pregiudizio concretamente subito...
procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - opposizione - accoglimento - in genere - Giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo per la restituzione di somme pagate in dipendenza di sentenza riformata - Rapporti con il giudizio d'impugnazione per caprocedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - opposizione - accoglimento - in genere - Giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo per la restituzione di somme pagate in dipendenza di sentenza riformata - Rapporti con il giudizio d'impugnazione per ca
procedimento civile - sospensione del processo - necessaria - in genere. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 6211 del 18/03/2014 Il giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo avente ad oggetto la restituzione di somme versate a seguito di una sentenza di condanna in primo grado, poi riformata in appello quanto all'ammontare del risarcimento dei danni, non può essere sospeso in attesa della decisione sul ricorso per cassazione proposto avverso la stessa sentenza di riforma, non ricorrendo un rapporto di pregiudizialità logico-giuridica tra il procedimento d'impugnazione e quello...
Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 9268/2015Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 9268/2015
Pronunce sulla sola competenza e sulle spese processuali - Impugnazione - Regolamento necessario di competenza - Conseguenze - Impugnazione con ricorso ordinario per cassazione - Inammissibilità - Conversione in istanza di regolamento di competenza - Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Sentenza n. 9268 del 07/05/2015 Le pronunce che decidono soltanto sulla competenza e sulle spese, di primo o di secondo grado - ad eccezione delle sentenze del giudice di pace (art. 46 cod. proc. civ.) -, devono essere impugnate esclusivamente con il regolamento necessario di cui all'art. 42 cod. proc. civ., che...
Concessioni amministrative in genere - rapporto di concessione - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9139 del 06/05/2015Concessioni amministrative in genere - rapporto di concessione - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9139 del 06/05/2015
Competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa - Concessione di servizi ed appalto pubblico di servizi - Criterio distintivo - Assunzione del rischio di gestione. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9139 del 06/05/2015 Il contratto tra un ente pubblico (nella specie, un comune) ed un imprenditore, che, indipendentemente dal "nomen iuris" attribuitogli dalle parti (nella specie, appalto), si risolva in una concessione di servizi, non appartiene alla competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa in quanto il rischio di gestione nel quale incorre l'...
Competenza civile - regolamento di competenza - in genere – Cass. n. 8905/2015Competenza civile - regolamento di competenza - in genere – Cass. n. 8905/2015
Ripartizione degli affari, all'interno dello stesso ufficio, tra sezione lavoro ed ordinaria - Erronea qualificazione come questione di competenza - Regolamento di competenza avverso la relativa pronuncia - Inammissibilità - Principio dell'apparenza - Inoperatività - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 8905 del 05/05/2015 È inammissibile il regolamento di competenza proposto avverso l'ordinanza con cui il tribunale, adito in funzione di giudice del lavoro, abbia dichiarato la propria incompetenza per materia in favore di una sezione ordinaria del medesimo ufficio...
Sospensione del processo – Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 5894 del 24/03/2015Sospensione del processo – Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 5894 del 24/03/2015
Giudizio di impugnazione di sentenza parziale - Sospensione del giudizio proseguito dinanzi al giudice di detta sentenza - Condizioni ex art. 279, quarto comma, cod. proc. civ. - Sospensione ex art. 295 o art. 337 cod. proc. civ. - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 5894 del 24/03/2015 Nel rapporto fra il giudizio di impugnazione di una sentenza parziale e quello che sia proseguito davanti al giudice che ha pronunciato detta sentenza o al giudice dichiarato competente, l'unica possibilità di sospensione di quest'ultimo giudizio é quella su richiesta concorde...
Competenza per territorio - accordo delle parti - Cass. n. 5817/2015Competenza per territorio - accordo delle parti - Cass. n. 5817/2015
Pendenza di regolamento avverso ordinanza non decisoria affermativa della competenza - Accordo endoprocessuale sulla competenza - Ammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 5817 del 23/03/2015 L'accordo endoprocessuale di proroga della competenza può formarsi anche in pendenza di un giudizio per regolamento avverso un'ordinanza affermativa della competenza ma priva del carattere di decisorietà perché non preceduta dalla remissione della causa in decisione con invito alle parti a precisare le rispettive conclusioni, atteso che, in tale evenienza, il regolamento...
Competenza civile - competenza per territorio - accordo delle parti - Cass. n. 5817/2015Competenza civile - competenza per territorio - accordo delle parti - Cass. n. 5817/2015
Pendenza di regolamento avverso ordinanza non decisoria affermativa della competenza - Accordo endoprocessuale sulla competenza - Ammissibilità - Fondamento.  L'accordo endoprocessuale di proroga della competenza può formarsi anche in pendenza di un giudizio per regolamento avverso un'ordinanza affermativa della competenza ma priva del carattere di decisorietà perché non preceduta dalla remissione della causa in decisione con invito alle parti a precisare le rispettive conclusioni, atteso che, in tale evenienza, il regolamento è destinato ad una pronunzia di inammissibilità e non può,...
Regolamento di competenza – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 3915 del 26/02/2015Regolamento di competenza – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 3915 del 26/02/2015
Sospensione del processo ex art. 48 cod. proc. civ. - Regolamento di competenza - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 3915 del 26/02/2015 Il provvedimento di sospensione del processo ex art. 48 cod. proc. civ. in ragione della proposizione di un precedente regolamento di competenza integra un'ipotesi di sospensione cd. impropria, avverso la quale non è ammissibile un autonomo regolamento di competenza, trattandosi di evenienza che esula dall'ambito dell'art. 42 cod. proc. civ., riferito esclusivamente ai casi di sospensione per pregiudizialità. Corte di...
Sanzioni amministrative - applicazione - opposizione - procedimento - competenza – Cass. n. 3283/2015Sanzioni amministrative - applicazione - opposizione - procedimento - competenza – Cass. n. 3283/2015
Riscossione di sanzioni amministrative per violazione del codice della strada - Opposizione all'intimazione di pagamento - Competenza per materia del giudice di pace - Ambito applicativo - Fondamento. La cognizione in materia di opposizione all'intimazione di pagamento relativa alla riscossione di sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni del codice della strada, configurata come opposizione all'esecuzione, spetta alla competenza del giudice di pace, avuto riguardo ai criteri di competenza per materia stabiliti dall'art. 7 del d.lgs. 1° settembre 2011, n. 150, al pari della...
competenza civile - regolamento di competenza 2014 - Cass. n. 24755/2014competenza civile - regolamento di competenza 2014 - Cass. n. 24755/2014
Sentenza, non definitiva, reiettiva dell'eccepita continenza - Impugnazione - Regolamento di competenza ex art. 42 cod. proc. civ. - Necessità - Riserva d'impugnazione differita - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 24755 del 20/11/2014 La sentenza, non definitiva, con la quale il giudice si sia limitato ad affermare la propria competenza escludendo la sussistenza dell'eccepita continenza, è impugnabile unicamente con il regolamento di competenza nei modi e nei termini di cui all'art. 47 cod. proc. civ., non essendo contro detta decisione ammessa riserva d'impugnazione differita.Corte...
Competenza civile - competenza per territorio - persone giuridiche e associazioni non riconosciute – Cass. n. 26094/2014Competenza civile - competenza per territorio - persone giuridiche e associazioni non riconosciute – Cass. n. 26094/2014
Competenza per territorio derogabile - Persone giuridiche - Formulazione dell'eccezione - Omessa contestazione della sussistenza del criterio di collegamento indicato dall'art. 19, primo comma, ultima parte, cod. proc. civ. - Regolamento di competenza - Rilievo d'ufficio dell'incompletezza - Ammissibilità - Ragioni.  In caso di eccezione di incompetenza territoriale sollevata con riguardo a persona giuridica, la mancata contestazione nella comparsa di risposta della sussistenza del criterio di collegamento indicato dall'art. 19, primo comma, ultima parte, cod. proc. civ. (cioè dell'...
Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 20449/2014Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 20449/2014
Giudizi successivi alla legge n. 69 del 2009 - Questione di competenza - Decisione positiva senza previo invito a precisare le conclusioni - Regolamento di competenza - Ammissibilità - Condizioni.  Anche dopo l'innovazione introdotta dalla novella di cui alla legge 18 giugno 2009, n. 69, in relazione alla forma della decisione sulla competenza (da adottarsi, ora, con ordinanza anziché con sentenza), il provvedimento del giudice adito (nella specie monocratico), che, nel disattendere la corrispondente eccezione, affermi la propria competenza e disponga la prosecuzione del giudizio...
 Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 20449/2014 Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 20449/2014
Giudizi successivi alla legge n. 69 del 2009 - Questione di competenza - Decisione positiva senza previo invito a precisare le conclusioni - Regolamento di competenza - Ammissibilità - Condizioni. Anche dopo l'innovazione introdotta dalla novella di cui alla legge 18 giugno 2009, n. 69, in relazione alla forma della decisione sulla competenza (da adottarsi, ora, con ordinanza anziché con sentenza), il provvedimento del giudice adito (nella specie monocratico), che, nel disattendere la corrispondente eccezione, affermi la propria competenza e disponga la prosecuzione del giudizio innanzi a...
Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 19004 del 10/09/2014Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 19004 del 10/09/2014
Dichiarazione di "incompetenza" da parte del giudice italiano a favore del giudice straniero - Rimedio esperibile - Regolamento di competenza o ricorso straordinario per cassazione - Esclusione - Fondamento. Qualora il giudice ordinario abbia, in primo grado, dichiarato la propria "incompetenza" in favore del giudice straniero, la relativa sentenza non è impugnabile con il regolamento di competenza, nè con il ricorso straordinario per cassazione, trattandosi di una decisione sulla "competenza internazionale" che attiene non alla ripartizione interna della competenza tra i giudici dell'...
Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 17443/2014Competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 17443/2014
Ordinanza che dichiara la litispendenza - Impugnazione - Regolamento necessario - Fondamento.  La litispendenza è istituto che concorre alla identificazione in concreto del giudice che deve decidere la causa, sicchè la pronuncia con cui il giudice dichiari la litispendenza, essendo sostanzialmente assimilabile al provvedimento con cui vengono decise le questioni di competenza, può essere impugnata soltanto con il regolamento necessario di competenza. Corte di Cassazione Sez. U, Ordinanza n. 17443 del 31/07/2014   _____________________________________ Competenza Incompetenza...
competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 17443/2014competenza civile - regolamento di competenza - Cass. n. 17443/2014
Ordinanza che dichiara la litispendenza - Impugnazione - Regolamento necessario - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. U, Ordinanza n. 17443 del 31/07/2014 La litispendenza è istituto che concorre alla identificazione in concreto del giudice che deve decidere la causa, sicchè la pronuncia con cui il giudice dichiari la litispendenza, essendo sostanzialmente assimilabile al provvedimento con cui vengono decise le questioni di competenza, può essere impugnata soltanto con il regolamento necessario di competenza. Corte di Cassazione, Sez. U, Ordinanza n. 17443 del 31/07/2014  ...
 Civiile - sospensione del processo - necessaria – Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 17235 del 29/07/2014 Civiile - sospensione del processo - necessaria – Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 17235 del 29/07/2014
Azione di responsabilità ex art. 146 legge fall. - Contestazione della vendita di immobile sociale per un prezzo inferiore al valore di mercato - Azione revocatoria nei confronti dell'atto di vendita - Rapporto di pregiudizialità tra azione di responsabilità e azione di revoca - Esclusione - Fondamento. L'art. 295 cod. proc. civ., nel prevedere la sospensione necessaria del giudizio civile quando la decisione "dipenda" dalla definizione di altra causa, allude ad un vincolo di stretta ed effettiva conseguenzialità fra due emanande statuizioni e quindi, coerentemente con l'obiettivo di...
Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - interesse al ricorso – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 15676 del 09/07/2014Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - interesse al ricorso – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 15676 del 09/07/2014
"Error in procedendo" - Configurabilità - Condizioni - Erronea forma del provvedimento - Indicazione dello specifico e concreto pregiudizio del diritto alla difesa - Necessità - Omissione - Inammissibilità. I vizi dell'attività del giudice che possano comportare la nullità della sentenza o del procedimento, rilevanti ex art. 360, primo comma, n. 4, cod. proc. civ., non sono posti a tutela di un interesse all'astratta regolarità dell'attività giudiziaria, ma a garanzia dell'eliminazione del pregiudizio concretamente subito dal diritto di difesa in dipendenza del denunciato "error in procedendo...
Notificazione - relazione di notifica - Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 14337 del 25/06/2014Notificazione - relazione di notifica - Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 14337 del 25/06/2014
Regolamento di competenza - Errore materiale concernente solo una cifra del numero civico dell'indirizzo del destinatario - Reiterazione dell'impugnazione oltre il suo termine di decadenza - Inammissibilità dell'impugnazione - Esclusione - Condizioni. In tema di notifiche, l'erronea indicazione del solo numero civico dell'indirizzo del difensore costituito destinatario dell'atto, che abbia determinato l'esito negativo della notificazione del ricorso per regolamento di competenza e, conseguentemente, il superamento del termine di decadenza per la sua proposizione, costituisce mero errore...
Competenza civile - regolamento di competenza - deposito di documenti – Cass. n. 14337/2014Competenza civile - regolamento di competenza - deposito di documenti – Cass. n. 14337/2014
Prova della comunicazione dell'ordinanza impugnata - Comunicazione avvenuta in via telematica - Deposito di copia del provvedimento recante la data di sua pubblicazione - Sufficienza - Fondamento. In tema di regolamento di competenza, in caso di mancato deposito della ricevuta comprovante la comunicazione dell'ordinanza impugnata - effettuata in via telematica ai sensi dell'art. 136 cod. proc. civ. come modificato dall'art. 25, comma 1, lett. d), della legge 12 novembre 2011, n. 183 - occorre fare riferimento, ai fini della valutazione della tempestività dell'impugnazione, ove l'interessato...
notificazione - relazione di notifica - in genere – corte di cassazione sez. 6 - 1, ordinanza n. 14337 del 25/06/2014notificazione - relazione di notifica - in genere – corte di cassazione sez. 6 - 1, ordinanza n. 14337 del 25/06/2014
Regolamento di competenza - Errore materiale concernente solo una cifra del numero civico dell'indirizzo del destinatario - Reiterazione dell'impugnazione oltre il suo termine di decadenza - Inammissibilità dell'impugnazione - Esclusione - Condizioni. Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 14337 del 25/06/2014 In tema di notifiche, l'erronea indicazione del solo numero civico dell'indirizzo del difensore costituito destinatario dell'atto, che abbia determinato l'esito negativo della notificazione del ricorso per regolamento di competenza e, conseguentemente, il superamento del termine...
procedimento civile - sospensione del processo - Corte di Cassazione Sez.6 - 1, Ordinanza n.13567 del 13/06/2014procedimento civile - sospensione del processo - Corte di Cassazione Sez.6 - 1, Ordinanza n.13567 del 13/06/2014
Pregiudizialità internazionale - Sospensione facoltativa del processo ex art. 7, comma 3, della legge n. 218 del 1995 - Natura - Differenza con la previsione generale di cui all'art. 295 cod. proc. civ. - Impugnazione, mediante regolamento improprio di competenza - Sindacato di legittimità - Limiti. Corte di Cassazione Sez.6 - 1, Ordinanza n.13567 del 13/06/2014 In tema di pregiudizialità internazionale, l'art. 7, comma 3, della legge 31 maggio 1995, n. 218, prevede un'ipotesi eccezionale di sospensione facoltativa del processo pendente innanzi al giudice italiano, che, in quanto...
arbitrato - arbitrato irrituale (o libero) - in genere – corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 10300 del 13/05/2014arbitrato - arbitrato irrituale (o libero) - in genere – corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 10300 del 13/05/2014
Sentenza del giudice declinatoria della competenza - Impugnabilità con regolamento di competenza - Esclusione - Fondamento - Inapplicabilità all'arbitrato irrituale dell'art. 819 cod. proc. civ. - Fattispecie in materia di consorzio. Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 10300 del 13/05/2014 In tema di arbitrato, la sentenza che neghi la propria competenza in relazione ad una convenzione di arbitrato irrituale non è impugnabile per regolamento di competenza, in quanto tale tipologia di arbitrato determina l'inapplicabilità di tutte le norme dettate per quello rituale, ivi compreso l'...
Competenza civile - connessione di cause - Domande sui medesimi fatti proposte da soggetti diversi - Facoltà di riunione - Sussistenza - Limiti - Cass. n. 10096/2014Competenza civile - connessione di cause - Domande sui medesimi fatti proposte da soggetti diversi - Facoltà di riunione - Sussistenza - Limiti - Cass. n. 10096/2014
Qualora distinti soggetti propongano dinanzi a giudici diversi separate domande di risarcimento del danno, fondate sui medesimi fatti materiali e collegate da nesso di pregiudizialità reciproca per incompatibilità, non può disporsi la riunione di quella proposta successivamente con l'altra, se il giudice preventivamente adito non possa più utilmente esaminare nel merito la prima causa, come nel caso in cui questa sia stata già decisa e penda oramai in appello. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 10096 del 09/05/2014   _____________________________________ Competenza...
Competenza civile - connessione di cause - Cass. n. 10096/2014Competenza civile - connessione di cause - Cass. n. 10096/2014
Domande sui medesimi fatti proposte da soggetti diversi - Facoltà di riunione - Sussistenza - Limiti. Qualora distinti soggetti propongano dinanzi a giudici diversi separate domande di risarcimento del danno, fondate sui medesimi fatti materiali e collegate da nesso di pregiudizialità reciproca per incompatibilità, non può disporsi la riunione di quella proposta successivamente con l'altra, se il giudice preventivamente adito non possa più utilmente esaminare nel merito la prima causa, come nel caso in cui questa sia stata già decisa e penda oramai in appello. Corte di Cassazione Sez. 6 -...
competenza per territorio - Cass. n. 8898/2014competenza per territorio - Cass. n. 8898/2014
Garanzia propria e garanzia impropria - Distinzione - Criteri - Proposizione dell'azione di garanzia impropria - Deroga alla competenza per territorio In tema di competenza per territorio, con riferimento alla proposizione dell'azione di garanzia, poiché si ha garanzia propria quando la causa principale e quella accessoria abbiano lo stesso titolo, ovvero quando ricorra una connessione oggettiva tra i titoli delle due domande, e si configura invece la garanzia cosiddetta impropria quando il convenuto tenda a riversare su di un terzo le conseguenze del proprio inadempimento in base ad un...
Procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - opposizione - accoglimento - in genere - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 6211 del 18/03/2014Procedimenti sommari - d'ingiunzione - decreto - opposizione - accoglimento - in genere - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 6211 del 18/03/2014
Giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo per la restituzione di somme pagate in dipendenza di sentenza riformata - Rapporti con il giudizio d'impugnazione per cassazione relativo alla stessa sentenza - Pregiudizialità necessaria - Esclusione - Fondamento. Il giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo avente ad oggetto la restituzione di somme versate a seguito di una sentenza di condanna in primo grado, poi riformata in appello quanto all'ammontare del risarcimento dei danni, non può essere sospeso in attesa della decisione sul ricorso per cassazione proposto avverso la stessa...