Competenza civile - competenza per territorio - accordo delle parti - forma dell'accordo – Cass. n. 15219/2007Competenza civile - competenza per territorio - accordo delle parti - forma dell'accordo – Cass. n. 15219/2007
Designazione del foro convenzionale esclusivo - Volontà espressa in tal senso - Necessità - Condizioni generali di contratto - Clausula derogativa della competenza - Carattere esclusivo del foro indicato - Esclusione. Nell'ambito delle condizioni generali di contratto, la predisposizione della clausula derogativa della ordinaria competenza territoriale non è inclusa tra i criteri legali di attribuzione del foro convenzionale della qualifica di foro esclusivo; tale qualifica deriva da una dichiarazione espressa o univoca da cui risulti, in modo chiaro e preciso, la concorde volontà delle...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 15110/2007Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 15110/2007
Foro di all'art. 20 cod. proc. civ. - Azioni di accertamento negativo - Applicabilità - Sussistenza. In tema di competenza per territorio il criterio determinativo della competenza previsto dall'art. 20 cod. proc. civ. - che indica il foro facoltativo per le cause relative a diritti di obbligazione e che deve valutarsi sulla base della domanda - è applicabile anche alle azioni di accertamento negativo, purché possa stabilirsi una relazione - sia pure di tipo ipotetico - fra l'obbligazione che costituisce l'oggetto della lite ed il luogo dove essa, se esistesse, sarebbe sorta e dovrebbe...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo in cui l'obbligazione è sorta – Cass. n. 15110/2007Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo in cui l'obbligazione è sorta – Cass. n. 15110/2007
Domanda proposta innanzi a giudice competente, secondo il foro facoltativo ex art. 20 cod. proc. civ. - Contestazione del convenuto - Onere probatorio a carico dell'attore - Determinazione della competenza del giudice, ai sensi del citato art. 20 - Condizioni. In causa relativa a diritti di obbligazione, qualora la domanda venga proposta davanti a giudice diverso da quello del foro generale di cui agli artt. 18 e 19 cod. proc. civ., ed il convenuto ritualmente contesti la competenza di tale giudice anche secondo gli alternativi criteri di collegamento contemplati dall'art. 20 cod. proc. civ...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Corte di Cassazione Sez. L, Ordinanza n. 11415 del 17/05/2007Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Corte di Cassazione Sez. L, Ordinanza n. 11415 del 17/05/2007
Determinazione della competenza - Criterio - In base ai fatti prospettati dall'attore - Contestazioni del convenuto o domanda riconvenzionale - Riconvenzionale ai fini dello spostamento di competenza - Esclusione - Connessione di cause - Effetti - Mutamento di rito - Fattispecie relativa a contratto di agenzia. La determinazione della competenza deve essere fatta in base al contenuto della domanda giudiziale, salvo che nei casi in cui la prospettazione ivi contenuta appaia "prima facie" artificiosa e finalizzata soltanto a sottrarre la cognizione della causa al giudice predeterminato per...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 8203/2007Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 8203/2007
Obbligazione di pagare i contributi ai Consorzi Conai e Polieco - Foro facoltativo - Sede dei Consorzi - Fondamento. Per le cause relative all'obbligazione di pagare i contributi ambientali ai Consorzi CONAI e POLIECO, ai sensi del d.lgs. 5 febbraio 1997, n. 22, è territorialmente competente il giudice del luogo ove i Consorzi hanno sede, e cioè Roma, dovendosi nell'adesione agli stessi individuare il momento genetico dell'obbligazione ed essendo la sede medesima il luogo ove l'obbligazione di natura pecuniaria va adempiuta; nessun rilievo ai fini della determinazione della competenza ha,...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Cass. n. 8203/2007Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Cass. n. 8203/2007
"Forum destinatae solutionis" - Obbligazione di restituzione di indebito collegata a contestazione di altra obbligazione - Art. 1182, terzo comma cod. civ. - Applicabilità - Esclusione. In tema di competenza per territorio, il criterio di cui all'art. 1182, terzo comma cod. civ., non trova applicazione rispetto all'obbligazione di restituzione di ciò che sia stato pagato indebitamente, quando la stessa discenda da una contestazione relativamente al rapporto cui è collegata e il relativo credito sia, pertanto, allo stato, illiquido. Corte di Cassazione Sez. 1, Ordinanza n. 8203 del 02/04/...
Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 4208/2007Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 4208/2007
Contratti stipulati tra professionista e consumatore - Controversie giudiziarie - Foro competente - Determinazione - Foro della residenza o del domicilio elettivo del consumatore (art. 1469 bis, terzo comma, n. 19, cod. civ.) - Carattere esclusivo - Clausola individuante come sede del foro competente una diversa località, ancorché coincidente con uno dei fori legali di cui al codice di rito Presunzione di vessatorietà - Sussistenza - Eccezione di incompetenza ex articolo 1469 bis cod. civ. - Specialità - Vincolo di riferimento ai criteri generali del codice di procedura civile - Esclusione -...
competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 4208/2007competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 4208/2007
Contratti stipulati tra professionista e consumatore - Controversie giudiziarie - Foro competente - Determinazione - Foro della residenza o del domicilio elettivo del consumatore (art. 1469 bis, terzo comma, n. 19, cod. civ.) - Carattere esclusivo - Clausola individuante come sede del foro competente una diversa località, ancorché coincidente con uno dei fori legali di cui al codice di rito - Presunzione di vessatorietà - Sussistenza - Eccezione di incompetenza ex articolo 1469 bis cod. civ. - Specialità - Vincolo di riferimento ai criteri generali del codice di procedura civile - Esclusione...
Competenza civile - competenza per territorio - foro della p.a. (erariale) – Cass. n. 2758/2007Competenza civile - competenza per territorio - foro della p.a. (erariale) – Cass. n. 2758/2007
Domanda avente ad oggetto il pagamento di somme di danaro da parte di ente pubblico - Sede della tesoreria - "Forum destinatae solutionis" - Inderogabilità - Esclusione - Eccezione di incompetenza - Onere di contestare tutti i criteri di collegamento - Sussistenza. Ai fini della competenza territoriale, nella controversia avente ad oggetto il pagamento di somme di danaro da parte degli enti pubblici, le norme di contabilità degli enti pubblici, che fissano il luogo di adempimento delle obbligazioni in quello della sede di tesoreria dell'ente, valgono ad individuare il "forum destinatae...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo in cui l'obbligazione è sorta – Cass. n. 453/2007Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo in cui l'obbligazione è sorta – Cass. n. 453/2007
Vendita da piazza a piazza - Ordinazione effettuata su modulo predisposto da parte venditrice - Mancata prova di accettazione espressa - Luogo di conclusione del contratto. Nelle vendite da piazza a piazza stipulate fra commercianti ed aventi per oggetto merce per sua natura destinata al commercio, ogni qual volta l'ordinazione venga fatta mediante moduli di commissione predisposti da parte venditrice, ai fini della conclusione del contratto, basta che ne sia data esecuzione, consegnando la merce al vettore e allo spedizioniere per l'inoltro all'acquirente. Ne consegue che, qualora non vi...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo in cui l'obbligazione è sorta - Cass. n. 453/2007Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo in cui l'obbligazione è sorta - Cass. n. 453/2007
Vendita da piazza a piazza - Ordinazione effettuata su modulo predisposto da parte venditrice - Mancata prova di accettazione espressa - Luogo di conclusione del contratto. Nelle vendite da piazza a piazza stipulate fra commercianti ed aventi per oggetto merce per sua natura destinata al commercio, ogni qual volta l'ordinazione venga fatta mediante moduli di commissione predisposti da parte venditrice, ai fini della conclusione del contratto, basta che ne sia data esecuzione, consegnando la merce al vettore e allo spedizioniere per l'inoltro all'acquirente. Ne consegue che, qualora non vi...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 453/2007Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 453/2007
Azione di ripetizione dell'indebito - Richiesta di accertamento dell'inesistenza soggettiva od oggettiva del rapporto obbligatorio fondante l'esecuzione della prestazione - Applicazione dei fori dell'insorgenza dell'obbligazione e del luogo di adempimento - Riferimento all'obbligazione di restituzione - Esclusione - Riferimento all'obbligazione soggettivamente od oggettivamente inesistente - Necessità - Fondamento - Eccezione a tale regola - Esercizio dell'azione di ripetizione sulla base di precedente giudicato di accertamento dell'indebito o di negozio di accertamento incontestato -...
Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 369/2007Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 369/2007
Contratti stipulati tra professionista e consumatore - Controversie giudiziarie - Foro della residenza o del domicilio elettivo del consumatore - Carattere esclusivo - Applicabilità in favore del terzo beneficiario di una polizza assicurativa - Sussistenza - Fondamento - Fattispecie. Nei contratti conclusi tra il consumatore e il professionista, per i quali è prevista la competenza territoriale esclusiva del giudice del luogo in cui il consumatore ha la residenza o il domicilio elettivo, presumendosi vessatoria la clausola che preveda una diversa località come sede del foro competente, alla...
Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 377/2007Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 377/2007
Contratti stipulati tra professionista e consumatore - Controversie relative - Foro competente - Determinazione - Foro della residenza o del domicilio elettivo del consumatore (art. 1469 bis, terzo comma, n. 19, cod. civ.) - Carattere esclusivo - Clausola individuante come sede del foro competente una diversa località, ancorché coincidente con uno dei fori legali di cui al codice di rito - Presunzione di vessatorietà - Sussistenza - Natura processuale del citato art. 1469 bis, terzo comma, n. 19 - Conseguenze - Applicabilità ai contratti stipulati anteriormente alla sua entrata in vigore....
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 23410/2006Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 23410/2006
Decreto ingiuntivo emesso sulla base di assegno bancario privo del luogo di emissione - Conseguenze - Nullità dell'assegno - Configurabilità - Valore di promessa di pagamento - Sussistenza - Giudizio di opposizione - Competenza territoriale - Luogo di domicilio del creditore. Nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo emesso sulla base di un assegno privo del luogo di emissione, il titolo è nullo per mancanza di un requisito essenziale ed è utilizzabile solo come promessa di pagamento, potendosi presumere "iuris tantum" l'esistenza del rapporto sottostante; ne consegue che il giudice...
Competenza civile - incompetenza - per territorio – Cass. n. 22526/2006Competenza civile - incompetenza - per territorio – Cass. n. 22526/2006
Competenza per territorio - Pluralità di convenuti - Litisconsorzio facoltativo - Eccezione di incompetenza per territorio sollevata da alcuni convenuti - Efficacia - Sussistenza. In tema di competenza territoriale derogabile, con riguardo al caso di litisconsorzio facoltativo, l'eccezione di incompetenza territoriale del giudice adito può essere formulata anche soltanto da alcuni dei convenuti. Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 22526 del 20/10/2006 _____________________________________ Competenza Incompetenza Valore Territorio Funzionale Corte Cassazione 22526 2006  ...
Competenza civile - incompetenza - per territorio - Cass. n. 22526/2006Competenza civile - incompetenza - per territorio - Cass. n. 22526/2006
Competenza per territorio - Pluralità di convenuti - Litisconsorzio facoltativo - Eccezione di incompetenza per territorio sollevata da alcuni convenuti - Efficacia - Sussistenza. In tema di competenza territoriale derogabile, con riguardo al caso di litisconsorzio facoltativo, l'eccezione di incompetenza territoriale del giudice adito può essere formulata anche soltanto da alcuni dei convenuti. Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 22526 del 20/10/2006 _____________________________________ Competenza Incompetenza Valore Territorio Funzionale Corte Cassazione 22526 2006...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 21625/2006Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 21625/2006
Azione di risarcimento del danno da inadempimento contrattuale - Criterio di determinazione della competenza territoriale - Riferibilità al luogo nel quale si è verificato l'inadempimento - Sussistenza - Esclusione - Riferimento al luogo in cui avrebbe dovuto essere eseguita la prestazione - Necessità. In presenza di domanda avente ad oggetto il risarcimento del danno da inadempimento contrattuale, occorre far riferimento, per la determinazione del foro competente, non già al luogo dove si è verificato l'inadempimento, ma al luogo in cui avrebbe dovuto essere eseguita la prestazione rimasta...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione – Cass. n. 18485/2006Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione – Cass. n. 18485/2006
Determinazione in base alla domanda - Criterio generale - Applicabilità a tutti i criteri di collegamento per individuare il giudice competente - Eccezione del convenuto di inesistenza dell'obbligazione - Ininfluenza. In tema di competenza per territorio, il principio fissato dall'articolo 10 cod. proc. civ. in relazione alla competenza per valore, ma valevole anche per la competenza per territorio, secondo cui il collegamento tra il giudice e la controversia che il primo è chiamato a decidere si determina in base alla domanda, comporta che l'indagine in ordine alla competenza va condotta a...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 18485 del 25/08/2006Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 18485 del 25/08/2006
Determinazione in base alla domanda - Criterio generale - Applicabilità a tutti i criteri di collegamento per individuare il giudice competente - Eccezione del convenuto di inesistenza dell'obbligazione - Ininfluenza. In tema di competenza per territorio, il principio fissato dall'articolo 10 cod. proc. civ. in relazione alla competenza per valore, ma valevole anche per la competenza per territorio, secondo cui il collegamento tra il giudice e la controversia che il primo è chiamato a decidere si determina in base alla domanda, comporta che l'indagine in ordine alla competenza va condotta a...
Competenza civile - incompetenza - per territorio – Cass. n. 16096/2006Competenza civile - incompetenza - per territorio – Cass. n. 16096/2006
Eccezione di incompetenza territoriale - Onere del convenuto - Portata - Proposizione dell'eccezione e prova della relativa fondatezza - Sussistenza - Mancato assolvimento - Conseguenze - Rigetto dell'eccezione - Fattispecie.  In tema di competenza territoriale derogabile, grava sul convenuto che eccepisca l'incompetenza del giudice adito, trattandosi di eccezione in senso proprio, l'onere di contestare specificamente l'applicabilità del criterio di competenza utilizzato dall'attore e di quelli eventualmente concorrenti (qualora siano previsti più fori), nonché di fornire la prova...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 14488/2006Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 14488/2006
Vendita da piazza a piazza avente ad oggetto un insieme di componenti da assemblare con relativo obbligo del venditore di provvedere alle relative operazioni di assemblaggio e messa in funzione - Individuazione del forum destinatae solutionis indicato nell'art. 20 cod. proc. civ. - Luogo di consegna della cosa - Esclusione - Luogo di realizzazione dell'ulteriore attività di assemblaggio delle parti e di attivazione del funzionamento - Configurabilità - Fondamento. Quando, nella vendita da piazza a piazza, l'oggetto della vendita sia costituito da un insieme di parti o di componenti, che poi...
Contratti in genere - requisiti (elementi del contratto) - accordo delle parti - conclusione del contratto - esecuzione prima della risposta dell'accettante – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 13132 del 01/06/2006Contratti in genere - requisiti (elementi del contratto) - accordo delle parti - conclusione del contratto - esecuzione prima della risposta dell'accettante – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 13132 del 01/06/2006
Conclusione del contratto - Condizioni - Foro competente - Individuazione - Fattispecie.  Affinchè il contratto possa intendersi concluso nel tempo e nel luogo dell'iniziata esecuzione senza una preventiva accettazione della proposta è necessario, ai sensi dell'art. 1327 cod. civ., che ricorra una delle tre ipotesi tassativamente previste e, cioè, che sia richiesto dalla natura dell'affare o dagli usi o che vi sia comunque una espressa richiesta in tal senso del proponente. (Nella specie la S.C. ha confermato al sentenza di merito che, con motivazione incensurabile, aveva ritenuto la...
Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 12980/2006Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 12980/2006
Controversie in materia di protezione dei dati personali - Giudice competente per territorio - Art. 152, comma 2, d.lgs. n. 196 del 2003 - Tribunale del luogo di residenza del titolare del trattamento - Foro esclusivo - Illegittimità costituzionale per violazione dell'art. 24 Cost. - Manifesta infondatezza. È manifestamente infondato il dubbio di legittimità costituzionale, in riferimento all'art. 24 Cost., dell'art. 152, comma 2, d.lgs. n. 156 del 2003, il quale indica nel luogo di residenza del titolare del trattamento il foro territoriale esclusivo per le controversie in materia di...
Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 8950/2006Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 8950/2006
Determinazione della competenza - Criterio esclusivo - Conseguenze - Prospettazione dei fatti da parte dell'attore - Indagine sulla fondatezza degli stessi - Necessità - Esclusione - Fattispecie in tema di incarico professionale. La competenza per territorio dev'essere determinata con riferimento alla domanda così come proposta, prescindendo da ogni indagine circa la relativa fondatezza nel merito. Ne consegue che, ove un professionista deduca di avere ricevuto un incarico professionale dalla P.A., il giudice adìto non può declinare la competenza per il solo fatto che quest'ultima eccepisca...
Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 2591/2006Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 2591/2006
Obbligazione pecuniaria - Domicilio del creditore al momento della scadenza - Cessione del credito - Domicilio del cessionario - Rilevanza ai fini della determinazione della competenza per territorio - Limiti. Per il combinato disposto degli articoli 20 cod. proc. civ. e 1182 cod. civ., ai fini della determinazione della competenza per territorio, assume rilievo solo il luogo in cui avrebbe dovuto essere adempiuta l'obbligazione dedotta in giudizio al momento della scadenza, mentre il successivo mutamento di tale luogo per ragioni unilaterali del creditore non incide sul criterio di...
Fonti del diritto - efficacia e limiti della legge nello spazio (diritto internazionale privato) - legge regolatrice - obbligazioni – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 2128 del 31/01/2006Fonti del diritto - efficacia e limiti della legge nello spazio (diritto internazionale privato) - legge regolatrice - obbligazioni – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 2128 del 31/01/2006
Obbligazione da fatto illecito - Nozione di "fatto" - Comportamento illecito ed evento dannoso - Loro verificarsi in luoghi diversi - "Forum delicti" - Riferimento al luogo dell'evento - Fattispecie relativa ai danni subiti da congiunti delle vittime di sinistro avvenuto all'estero. Ai fini della determinazione della legge applicabile relativamente a sinistro aereo avvenuto all'estero, per il quale penda controversia in Italia, poiché l'obbligazione da fatto illecito sorge nel luogo in cui il fatto produttivo di danno si verifica e nella nozione di fatto rientra, oltre al comportamento...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Cass. n. 28227/2005Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Cass. n. 28227/2005
"Forum destinatae solutionis" - Obbligazione di restituzione di indebito - Disciplina di cui all'art. 1182, terzo comma, cod. proc. civ. - Applicabilità - Condizioni - Fattispecie. In tema di competenza per territorio, il criterio di cui all'art. 1182, terzo comma, cod. civ. trova applicazione anche rispetto all'obbligazione di restituzione di ciò che sia stato pagato indebitamente, sempre che detta obbligazione non dia luogo ad alcuna contestazione relativamente al rapporto cui è collegata, rientrando tra i crediti liquidi ed esigibili (il cui pagamento deve essere appunto eseguito, a...
competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - in genere – Cass. n. 28227/2005competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - in genere – Cass. n. 28227/2005
"Forum destinatae solutionis" - Obbligazione di restituzione di indebito - Disciplina di cui all'art. 1182, terzo comma, cod. proc. civ. - Applicabilità - Condizioni - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 28227 del 20/12/2005 In tema di competenza per territorio, il criterio di cui all'art. 1182, terzo comma, cod. civ. trova applicazione anche rispetto all'obbligazione di restituzione di ciò che sia stato pagato indebitamente, sempre che detta obbligazione non dia luogo ad alcuna contestazione relativamente al rapporto cui è collegata, rientrando tra i crediti liquidi ed...
Competenza per territorio - diritti di obbligazione - Cass. n. 24903/2005Competenza per territorio - diritti di obbligazione - Cass. n. 24903/2005
Specificazione del foro concorrente - Da parte dell'attore - Esclusione - Eccezione di incompetenza territoriale avanzata dal convenuto - Onere di formulazione tempestiva con riguardo a tutti i criteri alternativamente previsti - Sussistenza - Conseguenza in caso di contestazione tardiva o solo parziale. Nelle cause relative a diritti di obbligazione, l'attore non ha alcun onere di specificazione del criterio di competenza scelto e delle ragioni per le quali ha ritenuto di incardinare la controversia presso il giudice adito, essendo sufficiente che detto foro corrisponda a uno di quelli...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione – Cass. n. 24903/2005Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione – Cass. n. 24903/2005
Specificazione del foro concorrente - Da parte dell'attore - Esclusione - Eccezione di incompetenza territoriale avanzata dal convenuto - Onere di formulazione tempestiva con riguardo a tutti i criteri alternativamente previsti - Sussistenza - Conseguenza in caso di contestazione tardiva o solo parziale. Nelle cause relative a diritti di obbligazione, l'attore non ha alcun onere di specificazione del criterio di competenza scelto e delle ragioni per le quali ha ritenuto di incardinare la controversia presso il giudice adito, essendo sufficiente che detto foro corrisponda a uno di quelli...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Cass. n. 24903/2005Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - Cass. n. 24903/2005
Specificazione del foro concorrente - Da parte dell'attore - Esclusione - Eccezione di incompetenza territoriale avanzata dal convenuto - Onere di formulazione tempestiva con riguardo a tutti i criteri alternativamente previsti - Sussistenza - Conseguenza in caso di contestazione tardiva o solo parziale.  Nelle cause relative a diritti di obbligazione, l'attore non ha alcun onere di specificazione del criterio di competenza scelto e delle ragioni per le quali ha ritenuto di incardinare la controversia presso il giudice adito, essendo sufficiente che detto foro corrisponda a uno di...
competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - in genere – Cass. n. 24903/2005competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - in genere – Cass. n. 24903/2005
Specificazione del foro concorrente - Da parte dell'attore - Esclusione - Eccezione di incompetenza territoriale avanzata dal convenuto - Onere di formulazione tempestiva con riguardo a tutti i criteri alternativamente previsti - Sussistenza - Conseguenza in caso di contestazione tardiva o solo parziale. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 24903 del 25/11/2005 Nelle cause relative a diritti di obbligazione, l'attore non ha alcun onere di specificazione del criterio di competenza scelto e delle ragioni per le quali ha ritenuto di incardinare la controversia presso il giudice adito,...
Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 19958/2005Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 19958/2005
Criterio di determinazione di cui al terzo comma dell'art. 1182 cod. civ. (c.d. foro del creditore ) - Applicabilità in caso di mancata determinazione della somma dovuta e di previsione delle modalità di determinazione - Condizioni - Fattispecie in tema di appalto. Ai fini dell'applicazione del terzo comma dell'art. 1182, cod. civ. è sufficiente l'esistenza di un criterio di determinazione convenzionale del corrispettivo dovuto, atteso che, quando tradizionalmente si ritiene che per l'applicazione della norma occorra che la misura della somma di danaro oggetto dell'obbligazione sia...
competenza civile - determinazione della competenza - Cass. n. 19958/2005competenza civile - determinazione della competenza - Cass. n. 19958/2005
Pluralità di domande contro la stessa parte, ex art. 104 cod. proc. civ. - Deroga alla competenza per territorio - Ammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 19958 del 14/10/2005 L'art. 104 cod. proc. civ., là dove prevede che nel caso di pluralità di domande nei confronti della stessa parte possa aversi deroga alla competenza per valore, implica la possibilità di una deroga anche alla competenza per territorio derogabile, nel senso che la sussistenza del foro territoriale rispetto ad una delle domande consente la trattazione anche delle altre. Infatti, in ragione...
competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 19958/2005competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 19958/2005
Criterio di determinazione di cui al terzo comma dell'art. 1182 cod. civ. (c.d. foro del creditore ) - Applicabilità in caso di mancata determinazione della somma dovuta e di previsione delle modalità di determinazione - Condizioni - Fattispecie in tema di appalto. Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 19958 del 14/10/2005 Ai fini dell'applicazione del terzo comma dell'art. 1182, cod. civ. è sufficiente l'esistenza di un criterio di determinazione convenzionale del corrispettivo dovuto, atteso che, quando tradizionalmente si ritiene che per l'applicazione della norma occorra che la...
Determinazione della competenza - Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 19958 del 14/10/2005Determinazione della competenza - Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 19958 del 14/10/2005
Pluralità di domande contro la stessa parte, ex art. 104 cod. proc. civ. - Deroga alla competenza per territorio - Ammissibilità - Fondamento. L'art. 104 cod. proc. civ., là dove prevede che nel caso di pluralità di domande nei confronti della stessa parte possa aversi deroga alla competenza per valore, implica la possibilità di una deroga anche alla competenza per territorio derogabile, nel senso che la sussistenza del foro territoriale rispetto ad una delle domande consente la trattazione anche delle altre. Infatti, in ragione del trattamento riservato al criterio di competenza per valore,...
Competenza civile - determinazione della competenza – Cass. n. 19958/2005Competenza civile - determinazione della competenza – Cass. n. 19958/2005
Pluralità di domande contro la stessa parte, ex art. 104 cod. proc. civ. - Deroga alla competenza per territorio - Ammissibilità - Fondamento. L'art. 104 cod. proc. civ., là dove prevede che nel caso di pluralità di domande nei confronti della stessa parte possa aversi deroga alla competenza per valore, implica la possibilità di una deroga anche alla competenza per territorio derogabile, nel senso che la sussistenza del foro territoriale rispetto ad una delle domande consente la trattazione anche delle altre. Infatti, in ragione del trattamento riservato al criterio di competenza per valore...
Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 16574/2005Competenza civile - competenza per territorio - Cass. n. 16574/2005
Contratti stipulati fra professionista e consumatore - Controversie giudiziarie - Foro competente - Determinazione - Foro della residenza o del domicilio elettivo del consumatore (art. 1469 bis, terzo comma, n. 19, cod. civ. ) - Carattere esclusivo - Clausola individuante come sede del foro competente una diversa località, ancorchè coincidente con uno dei fori legali di cui al codice di rito - Presunzione di vessatorietà - Sussistenza. La disposizione dettata dall'art. 1469 bis, terzo comma, numero 19, cod. civ. si interpreta nel senso che il legislatore, nelle controversie tra consumatore...
Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 15012 del 15/07/2005Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 15012 del 15/07/2005
Domanda di risarcimento per inadempimento contrattuale - Determinazione del "forum destinatae solutionis" - Criteri - Fattispecie. In tema di competenza territoriale, per "obbligazione dedotta in giudizio", ai sensi dell'art. 20 cod. proc. civ., deve intendersi, in caso di inadempimento, l'obbligazione originaria rimasta inadempiuta o inesattamente adempiuta. (Nel caso di specie la S.C. ha determinato, in ordine alla responsabilità contrattuale, il luogo di adempimento dell'obbligazione con riguardo a quello in cui era stato eseguito l'intervento operatorio ed in cui era stato prescritto il...
Competenza civile - competenza per territorio - foro della p.a. (erariale) – Cass. n. 14441/2005Competenza civile - competenza per territorio - foro della p.a. (erariale) – Cass. n. 14441/2005
Controversia avente ad oggetto il pagamento di somme di danaro da parte dello Stato - " Forum destinatae solutionis" - Individuazione - Criteri - Inderogabilità dello stesso - Esclusione - Fattispecie. Ai fini della competenza territoriale, nella controversia avente ad oggetto il pagamento di somme di danaro da parte dello Stato e degli altri enti pubblici, le norme di contabilità, che fissano il luogo di adempimento delle obbligazioni in quello della sede di tesoreria dell'ente, valgono ad individuare il "forum destinatae solutionis" eventualmente in deroga all'art. 1182 cod. civ., ma non...
Competenza per territorio - foro della p.a. (erariale) – Cass. n. 14441/2005Competenza per territorio - foro della p.a. (erariale) – Cass. n. 14441/2005
Controversia avente ad oggetto il pagamento di somme di danaro da parte dello Stato - " Forum destinatae solutionis" - Individuazione - Criteri - Inderogabilità dello stesso - Esclusione - Fattispecie. Ai fini della competenza territoriale, nella controversia avente ad oggetto il pagamento di somme di danaro da parte dello Stato e degli altri enti pubblici, le norme di contabilità, che fissano il luogo di adempimento delle obbligazioni in quello della sede di tesoreria dell'ente, valgono ad individuare il "forum destinatae solutionis" eventualmente in deroga all'art. 1182 cod. civ., ma non...
Competenza civile - connessione di cause - cumulo soggettivo – Cass. n. 12299/2005Competenza civile - connessione di cause - cumulo soggettivo – Cass. n. 12299/2005
Accertamento della responsabilità civile in sede penale - Conseguenze in ordine alla competenza territoriale - Competenza dello stesso giudice del luogo di svolgimento del processo penale - Sussistenza - Pluralità di responsabili civili - Competenza territoriale - Operatività del cumulo soggettivo. Competenza civile - competenza per territorio -Accertamento della responsabilità civile in sede penale - Conseguenze in ordine alla competenza territoriale - Competenza dello stesso giudice del luogo di svolgimento del processo penale - Sussistenza - Pluralità di responsabili civili - Competenza...
Competenza civile - determinazione della competenza - criterio – Cass. n. 11609/2005Competenza civile - determinazione della competenza - criterio – Cass. n. 11609/2005
Novellazione dell'art. 38 cod. proc. civ. "ex lege" n. 353 del 1990 - Criterio della determinazione in base alle risultanze degli atti - Applicabilità nel regime previgente - Sussistenza - Fondamento - Desumibilità dall'art. 14 cod. proc. civ. - Fattispecie. Già prima dell'introduzione ad opera della legge n. 353 del 1990 della regola, sancita nel terzo comma del novellato art. 38 cod. proc. civ., secondo cui le questioni sulla competenza per valore, materia e territorio sono decise in base a quello che risulta agli atti, doveva ritenersi insito nel sistema processuale il principio per il...
Determinazione della competenza - criterio – Cass. n. 11609/2005Determinazione della competenza - criterio – Cass. n. 11609/2005
Novellazione dell'art. 38 cod. proc. civ. "ex lege" n. 353 del 1990 - Criterio della determinazione in base alle risultanze degli atti - Applicabilità nel regime previgente - Sussistenza - Fondamento - Desumibilità dall'art. 14 cod. proc. civ. - Fattispecie. Già prima dell'introduzione ad opera della legge n. 353 del 1990 della regola, sancita nel terzo comma del novellato art. 38 cod. proc. civ., secondo cui le questioni sulla competenza per valore, materia e territorio sono decise in base a quello che risulta agli atti, doveva ritenersi insito nel sistema processuale il principio per il...
Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 11016/2005Competenza civile - competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - Cass. n. 11016/2005
Obbligazioni della P.A. - "Forum destinatae solutionis" - Individuazione - Sede dell'ufficio di tesoreria dell'ente - Applicabilità del principio agli enti locali dopo la legge n. 142 del 1990 e il d.lgs. n. 77 del 1995 - Sussistenza - Necessità di specifica pattuizione - Esclusione. Il principio secondo cui, nelle cause relative a rapporti di obbligazione aventi ad oggetto somme di denaro dovute da pubbliche amministrazioni, anche diverse da quelle dello Stato ed anche a titolo di interessi per ritardato pagamento, la competenza territoriale secondo il criterio del "forum destinatae...
Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo – Cass. n. 9013/2005Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo – Cass. n. 9013/2005
"Obbligazione dedotta in giudizio" - Individuazione - Criteri - Inesistenza dell'obbligazione eccepita dal convenuto - Ininfluenza - Fattispecie. In tema di competenza per territorio, per stabilire, agli effetti dell'art. 20 cod. proc. civ., quale sia "l'obbligazione dedotta in giudizio", il giudice deve limitarsi ad interpretare il contenuto obbiettivo della "deductio" su cui verte la controversia, prescindendo da ogni indagine sull'esistenza della obbligazione medesima, che attiene alla decisione di merito e senza che sulla questione possa influire l'eccezione del convenuto che neghi l'...
Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 7674/2005Competenza per territorio - diritti di obbligazione - foro facoltativo - luogo dell'adempimento – Cass. n. 7674/2005
Determinazione in base all'oggetto della domanda - Pagamento di una somma di denaro determinata dall'attore nel "quantum" - Art. 1182, terzo comma, cod.civ. - Applicabilità - Complessità dell'indagine necessaria a determinare l'ammontare del credito - Incidenza sulla competenza territoriale - Esclusione - Fondamento. Ai fini della determinazione della competenza territoriale, ai sensi del combinato disposto degli artt. 20 cod. proc. civ. e 1182 cod. civ., il "forum destinatae solutionis" previsto dal terzo comma di tale ultima disposizione è applicabile in tutte le cause aventi ad oggetto...
Procedimento civile - notificazione - alla residenza, dimora, domicilio – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 5006 del 08/03/2005 Procedimento civile - notificazione - alla residenza, dimora, domicilio – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 5006 del 08/03/2005
Competenza territoriale - Foro delle persone fisiche - Domicilio - Rilevanza - Nozione - Trasferimento della residenza - Presunzione di trasferimento anche del domicilio - Configurabilità - Fattispecie. Ai fini della competenza territoriale, qualora sia convenuta una persona fisica, e si faccia riferimento al luogo del domicilio, che è criterio di collegamento rilevante sia ai fini dell'art. 18 cod. proc. civ. che dell'art. 20 cod. proc. civ. ed autonomo rispetto a quello della residenza, s'intende per domicilio il luogo in cui la persona ha stabilito la sede principale dei suoi affari e dei...
Competenza civile - competenza per territorio - accordo delle parti - forma dell'accordo – Cass. n. 4757/2005Competenza civile - competenza per territorio - accordo delle parti - forma dell'accordo – Cass. n. 4757/2005
Designazione del foro convenzionale come esclusivo - Volontà espressa in tal senso - Necessità - Caratteristiche - Qualificazione dello stesso come "esclusivo" - Sufficienza. La designazione convenzionale di un foro, in deroga a quello territoriale stabilito dalla legge, attribuisce al foro designato dalle parti la competenza esclusiva soltanto se risulta, ai sensi dell'art. 29, secondo comma, codice di rito, un'enunciazione espressa, che non può trarsi quindi da argomenti presuntivi e non deve lasciare adito ad alcun dubbio sulla comune intenzione delle parti di escludere la competenza dei...
Altri articoli