Art. 29 - Richiesta di pagamento - Codice deontologico forense 2014

articolo vigente

Articolo vigente

Art. 29 - Richiesta di pagamento

1. L'avvocato, nel corso del rapporto professionale, può chiedere la corresponsione di anticipi, ragguagliati alle spese sostenute e da sostenere, nonché di acconti sul compenso, commisurati alla quantità e complessità delle prestazioni richieste per l'espletamento dell'incarico.

2. L'avvocato deve tenere la contabilità delle spese sostenute e degli acconti ricevuti e deve consegnare, a richiesta del cliente, la relativa nota dettagliata.

3. L'avvocato deve emettere il prescritto documento fiscale per ogni pagamento ricevuto.

4. L'avvocato non deve richiedere compensi o acconti manifestamente sproporzionati all'attività svolta o da svolgere.

5. L'avvocato, in caso di mancato pagamento da parte del cliente, non deve richiedere un compenso maggiore di quello già indicato, salvo ne abbia fatta riserva.

6. L'avvocato non deve subordinare al riconoscimento di propri diritti, o all'esecuzione di prestazioni particolari da parte del cliente, il versamento a questi delle somme riscosse per suo conto.

7. L'avvocato non deve subordinare l'esecuzione di propri adempimenti professionali al riconoscimento del diritto a trattenere parte delle somme riscosse per conto del cliente o della parte assistita.

8. L'avvocato, nominato difensore della parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato, non deve chiedere né percepire dalla parte assistita o da terzi, a qualunque titolo, compensi o rimborsi diversi da quelli previsti dalla legge.

9. La violazione dei doveri di cui ai commi da 1 a 5 comporta l'applicazione della sanzione disciplinare della censura. La violazione dei doveri di cui ai commi 6, 7 e 8 comporta l'applicazione della sanzione disciplinare della sospensione dall'esercizio dell'attività professionale da sei mesi a un anno.


modifiche - note

COMMENTI

articolo previgente

PRECEDENTE FORMULAZIONE

art. 43 Richiesta di pagamento (articolo modificato con delibera 27.01.2006 e poi il 18 gennaio 2007)

Durante lo svolgimento del rapporto professionale l’avvocato può chiedere la corresponsione di anticipi ragguagliati alle spese sostenute ed a quelle prevedibili e di acconti sulle prestazioni professionali, commisurati alla quantità e complessità delle prestazioni richieste per lo svolgimento dell’incarico.

I - L’avvocato deve tenere  la contabilità delle spese sostenute e degli acconti ricevuti ed è tenuto a consegnare, a richiesta del cliente, la nota dettagliata delle somme anticipate e delle spese sostenute per le prestazioni eseguite e degli onorari per le prestazioni svolte.

– L’avvocato non deve richiedere compensi manifestamente sproporzionati all’attività svolta.

III – L’avvocato non può richiedere un compenso maggiore di quello già indicato, in caso di mancato spontaneo pagamento, salvo che ne abbia fatto espressa riserva.

IV – L’avvocato non può condizionare al riconoscimento dei propri diritti o all’adempimento di prestazioni professionali il versamento alla parte assistita delle somme riscosse per conto di questa.

[V – E’ consentito all’avvocato concordare onorari forfettari per le prestazioni continuative solo in caso di consulenza e assistenza stragiudiziale, purché siano proporzionali al prevedibile impegno.] comma abrogato 

art. 43 Richiesta di pagamento

Durante lo svolgimento del rapporto professionale l’avvocato può chiedere la corresponsione di anticipi ragguagliati alle spese sostenute ed a quelle prevedibili e di acconti sulle prestazioni professionali, commisurati alla quantità e complessità delle prestazioni richieste per lo svolgimento dell’incarico.

I - L’avvocato deve tenere  la contabilità delle spese sostenute e degli acconti ricevuti ed è tenuto a consegnare, a richiesta del cliente, la nota dettagliata delle somme anticipate e delle spese sostenute per le prestazioni eseguite e degli onorari per le prestazioni svolte.

– L’avvocato non deve richiedere compensi manifestamente sproporzionati all’attività svolta.

III – L’avvocato non può richiedere un compenso maggiore di quello già indicato, in caso di mancato spontaneo pagamento, salvo che ne abbia fatto espressa riserva.

IV – L’avvocato non può condizionare al riconoscimento dei propri diritti o all’adempimento di prestazioni professionali il versamento alla parte assistita delle somme riscosse per conto di questa.

V – E’ consentito all’avvocato concordare onorari forfettari per le prestazioni continuative solo in caso di consulenza e assistenza stragiudiziale, purché siano proporzionali al prevedibile impegno.

la giurisprudenza 

___________________________________________________________

Documenti collegati:

aaa

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo i primo cento documenti di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI  per continuare la visualizzazione di altri documenti).

La visualizzazione dei documenti può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile anche attivare la ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca" il sistema visualizzerà solo i documenti con la parola chiave inserita.

Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivoCome stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 83 del 18 settembre 2019...
Avvocato – Norme deontologiche – Violazione doveri deontologici - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 14 ottobre 2008, n. 120Avvocato – Norme deontologiche – Violazione doveri deontologici - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 14 ottobre 2008, n. 120
Avvocato – Norme deontologiche – Violazione doveri deontologici - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 14 ottobre 2008, n. 120...
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 aprile 2018, n. 23Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 aprile 2018, n. 23
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 aprile 2018, n. 23...
Illecito richiedere un compenso sproporzionato e comunque eccessivo rispetto all’attività professionale svolta - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 aprile 2018, n. 23Illecito richiedere un compenso sproporzionato e comunque eccessivo rispetto all’attività professionale svolta - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 aprile 2018, n. 23
Illecito richiedere un compenso sproporzionato e comunque eccessivo rispetto all’attività professionale svolta - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 aprile 2018, n. 23...
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 marzo 2018, n. 14Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 marzo 2018, n. 14
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 marzo 2018, n. 14...
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 19 marzo 2018, n. 9Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 19 marzo 2018, n. 9
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 19 marzo 2018, n. 9...
Illecito richiedere compensi al cliente ammesso al patrocinio a spese dello Stato (a prescindere dall’eventuale futura revoca del beneficio) - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 240Illecito richiedere compensi al cliente ammesso al patrocinio a spese dello Stato (a prescindere dall’eventuale futura revoca del beneficio) - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 240
Illecito richiedere compensi al cliente ammesso al patrocinio a spese dello Stato (a prescindere dall’eventuale futura revoca del beneficio) - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 240...
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 241La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 241
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 241...
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 241Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 241
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2017, n. 241...
Parcella - Mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 21 novembre 2017, n. 178Parcella - Mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 21 novembre 2017, n. 178
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento...
Compenso eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 ottobre 2017, n. 143Compenso eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 ottobre 2017, n. 143
La richiesta di un compenso eccessivo non costituisce altresì minaccia di azioni od iniziative sproporzionate...
Compensi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 ottobre 2017, n. 150Compensi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 ottobre 2017, n. 150
Illecito richiedere compensi al cliente ammesso al patrocinio a spese dello Stato...
Compensi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 25 settembre 2017, n. 136Compensi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 25 settembre 2017, n. 136
Come stabilire se il compenso è sproporzionato o eccessivo...
Compensi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 13 luglio 2017, n. 102Compensi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 13 luglio 2017, n. 102
La richiesta di compensi manifestamente sproporzionati o eccessivi...
Compensi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 3 luglio 2017, n. 79Compensi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 3 luglio 2017, n. 79
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo...
Mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° giugno 2017, n. 68Mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° giugno 2017, n. 68
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento...
Compenso - proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 maggio 2017, n. 56Compenso - proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 maggio 2017, n. 56
Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità...
Compenso - denaro spettante al cliente - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 maggio 2017, n. 58Compenso - denaro spettante al cliente - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 maggio 2017, n. 58
L’avvocato non può subordinare all’incasso del proprio compenso la consegna del denaro spettante al cliente...
Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 maggio 2017, n. 57Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 maggio 2017, n. 57
Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 10 maggio 2017, n. 57...
Decisioni del CNF - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 4 aprile 2017, n. 41Decisioni del CNF - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 4 aprile 2017, n. 41
L’efficacia esecutiva ex lege delle decisioni del CNF...
Mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 9 marzo 2017, n. 13Mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 9 marzo 2017, n. 13
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento...
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2016, n. 346Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2016, n. 346
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2016, n. 346...
Compenso professionale e criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2016, n. 337Compenso professionale e criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2016, n. 337
Compenso professionale e criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2016, n. 337...
compenso è sproporzionato ed eccessivocompenso è sproporzionato ed eccessivo
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo...
Il rifiuto di adempiere al mandato professionale in assenza di previo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 aprile 2016, n. 58Il rifiuto di adempiere al mandato professionale in assenza di previo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 aprile 2016, n. 58
Il rifiuto di adempiere al mandato professionale in assenza di previo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 aprile 2016, n. 58...
richiesta di un compenso - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2014, n. 157richiesta di un compenso - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2014, n. 157
La richiesta di un compenso sproporzionato - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2014, n. 157...
Compensi eccessivi: la parcella predisposta dal collaboratore di studio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44Compensi eccessivi: la parcella predisposta dal collaboratore di studio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44
Compensi eccessivi: la parcella predisposta dal collaboratore di studio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44...
Compenso eccessivo: l’attività non conteggiata in parcella non scrimina la condotta - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44Compenso eccessivo: l’attività non conteggiata in parcella non scrimina la condotta - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44
Compenso eccessivo: l’attività non conteggiata in parcella non scrimina la condotta - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44...
Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44
Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 44...
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 39La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 39
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 marzo 2016, n. 39...
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 11 giugno 2015, n. 87Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 11 giugno 2015, n. 87
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 11 giugno 2015, n. 87...
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 22 dicembre 2014, n. 203La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 22 dicembre 2014, n. 203
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 22 dicembre 2014, n. 203...
La rilevanza deontologica del compenso eccessivo non è esclusa dal consenso del cliente - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 dicembre 2014, n. 181La rilevanza deontologica del compenso eccessivo non è esclusa dal consenso del cliente - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 dicembre 2014, n. 181
La rilevanza deontologica del compenso eccessivo non è esclusa dal consenso del cliente - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 dicembre 2014, n. 181...
Il patto di quota lite non può derogare al divieto deontologico di richiedere compensi manifestamente sproporzionati - Corte di Cassazione, SS.UU, sentenza n. 25012 del 25 novembre 2014Il patto di quota lite non può derogare al divieto deontologico di richiedere compensi manifestamente sproporzionati - Corte di Cassazione, SS.UU, sentenza n. 25012 del 25 novembre 2014
Il patto di quota lite non può derogare al divieto deontologico di richiedere compensi manifestamente sproporzionati - Corte di Cassazione, SS.UU, sentenza n. 25012 del 25 novembre 2014...
La richiesta di un compenso sproporzionato - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2014, n. 157La richiesta di un compenso sproporzionato - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2014, n. 157
La richiesta di un compenso sproporzionato - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2014, n. 157...
L’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 marzo 2014, n. 42L’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 marzo 2014, n. 42
L’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 marzo 2014, n. 42...
L’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 19 febbraio 2014, n. 3L’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 19 febbraio 2014, n. 3
L’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 19 febbraio 2014, n. 3...
L’omessa imputazione degli acconti ricevuti - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 giugno 2013, n. 96L’omessa imputazione degli acconti ricevuti - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 giugno 2013, n. 96
L’omessa imputazione degli acconti ricevuti - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 giugno 2013, n. 96...
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 giugno 2013, n. 94La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 giugno 2013, n. 94
La riserva di maggiorare l’importo della parcella in caso di mancato spontaneo pagamento - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 8 giugno 2013, n. 94...
indebito trattenimento del danaro ricevuto dal cliente per un fine diverso dal pagamento della parcella - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 maggio 2013, n. 68indebito trattenimento del danaro ricevuto dal cliente per un fine diverso dal pagamento della parcella - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 maggio 2013, n. 68
L’indebito trattenimento del danaro ricevuto dal cliente per un fine diverso dal pagamento della parcella - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 7 maggio 2013, n. 68...
L’indicazione, in precetto, di voci non dovute e manifestamente abnormi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 febbraio 2013, n. 21L’indicazione, in precetto, di voci non dovute e manifestamente abnormi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 febbraio 2013, n. 21
L’indicazione, in precetto, di voci non dovute e manifestamente abnormi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 febbraio 2013, n. 21...
La rilevanza deontologica del compenso eccessivo non è esclusa dal consenso del cliente - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2013, n. 9La rilevanza deontologica del compenso eccessivo non è esclusa dal consenso del cliente - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2013, n. 9
La rilevanza deontologica del compenso eccessivo non è esclusa dal consenso del cliente - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2013, n. 9...
I limiti deontologici all’accordo con il cliente sul proprio compenso professionale - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2012, n. 203I limiti deontologici all’accordo con il cliente sul proprio compenso professionale - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2012, n. 203
I limiti deontologici all’accordo con il cliente sul proprio compenso professionale - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2012, n. 203...
La richiesta di compensi manifestamente sproporzionati o eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 196La richiesta di compensi manifestamente sproporzionati o eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 196
La richiesta di compensi manifestamente sproporzionati o eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 196...
La richiesta di un compenso sproporzionato rispetto a quello riconosciuto alla controparte - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 197La richiesta di un compenso sproporzionato rispetto a quello riconosciuto alla controparte - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 197
La richiesta di un compenso sproporzionato rispetto a quello riconosciuto alla controparte - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 197...
I limiti deontologici del c.d. palmario - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 196I limiti deontologici del c.d. palmario - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 196
I limiti deontologici del c.d. palmario - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 27 dicembre 2012, n. 196...
La richiesta di compensi manifestamente sproporzionati o eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 novembre 2012, n. 160La richiesta di compensi manifestamente sproporzionati o eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 novembre 2012, n. 160
La richiesta di compensi manifestamente sproporzionati o eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 novembre 2012, n. 160...
La richiesta di compensi sproporzionati ed eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2012, n. 18La richiesta di compensi sproporzionati ed eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2012, n. 18
La richiesta di compensi sproporzionati ed eccessivi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2012, n. 18...
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2012, n. 17Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2012, n. 17
Come stabilire se il compenso è sproporzionato ed eccessivo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 20 febbraio 2012, n. 17...
Rapporti con la parte assistita – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 3 ottobre 2011, n. 152Rapporti con la parte assistita – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 3 ottobre 2011, n. 152
Rapporti con la parte assistita – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 3 ottobre 2011, n. 152...
Richiesta compenso manifestamente sproporzionato ed eccessivo –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 settembre 2011, n. 142Richiesta compenso manifestamente sproporzionato ed eccessivo –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 settembre 2011, n. 142
Richiesta compenso manifestamente sproporzionato ed eccessivo –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 settembre 2011, n. 142...
Richiesta onorario eccessivo – Doveri di lealtà e correttezza –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 13 dicembre 2010, n. 202Richiesta onorario eccessivo – Doveri di lealtà e correttezza –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 13 dicembre 2010, n. 202
ìRichiesta onorario eccessivo – Doveri di lealtà e correttezza –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 13 dicembre 2010, n. 202...
Rapporti con la parte assistita –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 16 marzo 2010, n. 11Rapporti con la parte assistita –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 16 marzo 2010, n. 11
Rapporti con la parte assistita –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 16 marzo 2010, n. 11...
Tariffe forensi – Richiesta onorario – Mancato pagamento – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 21 luglio 2009, n. 79Tariffe forensi – Richiesta onorario – Mancato pagamento – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 21 luglio 2009, n. 79
Tariffe forensi – Richiesta onorario – Mancato pagamento – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 21 luglio 2009, n. 79...
Richiesta onorario eccessivo – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 13 luglio 2009, n. 73Richiesta onorario eccessivo – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 13 luglio 2009, n. 73
Avvocato – Norme deontologiche – Richiesta onorario eccessivo – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 13 luglio 2009, n. 73...
Contratto di patrocinio stipulato con un ente pubblico - Conferimento del mandato unitamente ad altri avvocati interni Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17506 del 30/08/2005Contratto di patrocinio stipulato con un ente pubblico - Conferimento del mandato unitamente ad altri avvocati interni Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17506 del 30/08/2005
Contratto di patrocinio stipulato con un ente pubblico - Conferimento del mandato unitamente ad altri avvocati interni . Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17506 del 30/08/2005...
Conferimento di incarico da svolgere in favore di un terzo - Duplicità di rapporti Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 24010 del 27/12/2004Conferimento di incarico da svolgere in favore di un terzo - Duplicità di rapporti Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 24010 del 27/12/2004
Conferimento di incarico da svolgere in favore di un terzo - Duplicità di rapporti - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 24010 del 27/12/2004...
bbb

___________________________________________________________


 

Stampa