foroeuropeo.it foro rivista

887 visitatori e 7 utenti online

art. 15 - Dovere di aggiornamento professionale e di formazione continua (art.13/1997)

Art. 15 - Dovere di aggiornamento professionale e di formazione continua - codice deontologico forense (2014)


Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le massime di riferimento in ordine di pubblicazione - La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista. E' possibile attivare una ricerca full test inserendo la parola chiave nel campo "cerca"

formazione continua Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 204formazione continua Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 204
L’obbligo di formazione continua è posto a tutela della collettività L’avvocato deve curare costantemente la preparazione professionale, conservando e accrescendo le conoscenze con particolare riferimento ai settori di specializzazione e a quelli di attività prevalente. In particolare, il dovere di competenza di cui all’art. 12 cdf (ora, 14 ncdf) -che costituisce il presupposto dell’obbligo di aggiornamento professionale previsto dall’art. 13 cdf (ora, 15 ncdf)- ha la finalità di garantire la parte assistita che l’accettazione dell’incarico...
Formazione - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 204Formazione - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 204
L’obbligo di formazione continua è posto a tutela della collettività L’avvocato deve curare costantemente la preparazione professionale, conservando e accrescendo le conoscenze con particolare riferimento ai settori di specializzazione e a quelli di attività prevalente. In particolare, il dovere di competenza di cui all’art. 12 cdf (ora, 14 ncdf) -che costituisce il presupposto dell’obbligo di aggiornamento professionale previsto dall’art. 13 cdf (ora, 15 ncdf)- ha la finalità di garantire la parte assistita che l’accettazione dell’incarico...
Formazione - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 204Formazione - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 204
L’esercizio dell’attività professionale non costituisce adempimento dell’obbligo di formazione L’aggiornamento professionale ben può essere svolto mediante strumenti diversi, non ultimo lo studio individuale, ma è da escludersi – pena la sostanziale elusione dell’obbligo di formazione – che le attività previste come obbligatorie dal Regolamento sulla formazione continua emanata dal CNF possano essere sostituite e/o surrogate dall’ordinaria attività professionale, quand’anche svolta nelle sedi giudiziarie (Nella specie, quale difensore d’...
Formazione e aggiornamento professionale - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 204Formazione e aggiornamento professionale - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 204
L’intensa attività lavorativa non scrimina l’inadempimento al dovere di formazione e aggiornamento professionale L’obbligo di formazione continua sussiste per il solo fatto dell’iscrizione nell’albo e non subisce deroga né attenuazioni nel caso di impegni professionali ritenuti tanto assorbenti da precludere -in thesi- la stessa possibilità materiale di acquisire i “crediti formativi” richiesti giacché, diversamente ragionando, detto obbligo finirebbe per dover essere adempiuto con le modalità regolamentari previste solo dall’iscritto all’...
Formazione - Obblighi formativi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 21 novembre 2017, n. 178Formazione - Obblighi formativi - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 21 novembre 2017, n. 178
L’onere della prova di aver assolto agli obblighi formativi La prova di aver adempiuto all’obbligo formativo incombe sul professionista, il quale è pertanto onerato di documentare detto adempimento. Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 21 novembre 2017, n. 178  ...
Formazione continua - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° giugno 2017, n. 62Formazione continua - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° giugno 2017, n. 62
L’obbligo di formazione continua è posto a tutela della collettività L’avvocato deve curare costantemente la preparazione professionale, conservando e accrescendo le conoscenze con particolare riferimento ai settori di specializzazione e a quelli di attività prevalente. In particolare, il dovere di competenza di cui all’art. 12 cdf (ora, 14 ncdf) -che costituisce il presupposto dell’obbligo di aggiornamento professionale previsto dall’art. 13 cdf (ora, 15 ncdf)- ha la finalità di garantire la parte assistita che l’accettazione dell’incarico...
impugnazione sottoscrizione in originaleimpugnazione sottoscrizione in originale
impugnazione priva della sottoscrizione in originale È inammissibile, perché priva della sottoscrizione in originale, l’impugnazione proposta al C.N.F. esclusivamente a mezzo fax e non seguita da ulteriore invio di originale nei termini per l’impugnazione stessa.Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n. 125...
Senza Pec, utenza telefonica, aggiornamento, e . ., l’avvocato viene cancellato dall’albo.Senza Pec, utenza telefonica, aggiornamento, e . ., l’avvocato viene cancellato dall’albo.
Il nuovo Regolamento recante disposizioni per l'accertamento dell'esercizio della professione forense. Pubblicato sulla G.U. n.81 del 7-4-2016 e in vigore dal 22-4-2016 MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DECRETO 25 febbraio 2016, n. 47 Regolamento recante disposizioni per l'accertamento dell'esercizio della professione forense. (16G00056) (GU n.81 del 7-4-2016) Vigente al: 22-4-2016 IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Visti gli articoli 1, comma 3, e 21, comma 1, della legge 31 dicembre 2012, n. 247; Acquisito il parere del Consiglio nazionale forense,...
formazione continua - Consiglio Nazionale Forense , sentenza del 14 marzo 2015, n. 53formazione continua - Consiglio Nazionale Forense , sentenza del 14 marzo 2015, n. 53
L’obbligo di formazione continua è posto a tutela della collettività - Consiglio Nazionale Forense , sentenza del 14 marzo 2015, n. 53 L’avvocato deve curare costantemente la preparazione professionale, conservando e accrescendo le conoscenze con particolare riferimento ai settori di specializzazione e a quelli di attività prevalente. In particolare, il dovere di competenza di cui all’art. 12 cdf (ora, 14 ncdf) -che costituisce il presupposto dell’obbligo di aggiornamento professionale previsto dall’art. 13 cdf (ora, 15 ncdf)- ha la...
obbligo di formazione - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n. 123obbligo di formazione - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n. 123
L’obbligo di formazione (assistito da sanzione) è conforme a Costituzione La previsione regolamentare in tema di obbligo di formazione (con relative sanzioni disciplinari, poste a tutela della sua effettività) non è in contrasto con l’art. 23 né con l’art. 33 della Costituzione non potendosi riconoscere nella stessa né una previsione patrimoniale imposta né una disposizione per la conservazione dell’iscrizione nell’albo professionale ma, esclusivamente, una condizione per l’accesso.Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n...
obbligo di formazione - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n. 123obbligo di formazione - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n. 123
L’obbligo di formazione (assistito da sanzione) è conforme a Costituzione La previsione regolamentare in tema di obbligo di formazione (con relative sanzioni disciplinari, poste a tutela della sua effettività) non è in contrasto con l’art. 23 né con l’art. 33 della Costituzione non potendosi riconoscere nella stessa né una previsione patrimoniale imposta né una disposizione per la conservazione dell’iscrizione nell’albo professionale ma, esclusivamente, una condizione per l’accesso. Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015,...
formazione in proprio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n. 123formazione in proprio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n. 123
obbligo deontologico formazione La (generica) formazione in proprio non è sufficiente ad assolvere l’obbligo deontologico L’obbligo di formazione non può ritenersi assolto mediante l’autoreferenziale richiamo ad una generica attività formativa svolta in proprio su materie di interesse. Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 luglio 2015, n. 123  ...
obbligo di formazione continua . posto a tutela della collettività - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 30 dicembre 2013, n. 231obbligo di formazione continua . posto a tutela della collettività - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 30 dicembre 2013, n. 231
obbligo di formazione continua . posto a tutela della collettività - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 30 dicembre 2013, n. 231 Il dovere di competenza di cui all'art. 12 cdf (ora, 14 ncdf) -che costituisce il presupposto dell'obbligo di aggiornamento professionale previsto dall'art. 13 cdf (ora, 15 ncdf)- ha la finalità di garantire la parte assistita che l'accettazione dell'incarico da parte dell'avvocato implicitamente racchiuda il possesso di quella preparazione professionale acquisita, appunto, con la regolare frequenza...


 

Stampa Email

FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica
Rivista Specialistica - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma

Elenco Speciale Ordine Giornalisti del Lazio
Direttore avv. Domenico Condello

Foroeuropeo S.r.l.
Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma
CF- PI 1398997100

Copyright © 2001 - 2018 - tutti i diritti riservati

Comitato Redazione e Collaboratori

Collabora con foroeuropeo

pubblicità - note legali