convegni corsi master in aula     corsi online     videoconferenze accreditate      eBook/libri      c.p.c. annotato     c.c. annotato     Corso esame avvocato 2018     
  • Percorso:
  • MATERIE
  • Lavoro - Previdenza
  • Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) - diritti ed obblighi del datore e del prestatore di lavoro - tutela delle condizioni di lavoro - Corte di Cassazione Sez. L , Sentenza n. 14313

Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) - diritti ed obblighi del datore e del prestatore di lavoro - tutela delle condizioni di lavoro - Corte di Cassazione Sez. L , Sentenza n. 14313

Responsabilità dell'imprenditore ex art. 2087 c.c. - Eccessivo carico di lavoro - Prova liberatoria a carico del datore di lavoro - Carenza di organico - Irrilevanza - Fondamento - Fattispecie.

In tema di responsabilità dell'imprenditore, ex art. 2087 c.c., per l'eccessivo carico di lavoro imposto al lavoratore, è irrilevante l'assenza di doglianze o di sollecitazioni mosse da quest'ultimo, né, ai fini della prova liberatoria, è sufficiente l'allegazione generica della carenza di organico, costituendo l'organizzazione dei reparti, la consistenza degli organici e la predisposizione dei turni espressione ed attuazione concreta dell'assetto organizzativo adottato dall'imprenditore. (Nella specie, il dipendente, deceduto per infarto del miocardio, era stato inserito nel servizio di pronta disponibilità, in violazione reiterata e sistematica dei limiti posti dall'art. 18 del d.P.R. n. 270 del 1987 e dalla contrattazione collettiva del comparto sanità).

Corte di Cassazione Sez. L , Sentenza n. 14313 del 08/06/2017

 

Stampa Email