convegni corsi master in aula     corsi online     videoconferenze accreditate      eBook/libri      c.p.c. annotato     c.c. annotato     Corso esame avvocato 2018     

Modifiche al codice deontologico forense

Modifiche al codice deontologico forense -  modificati: art. 20 (Responsabilità disciplinare) - art. 27 (Dovere di informazione)

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA COMUNICATO

Modifiche al codice deontologico forense (18A02607) (GU n.86 del 13-4-2018)

 Il Consiglio nazionale forense,

 nella seduta amministrativa del 22 settembre 2017, ha deliberato:

 di modificare l'art. 20 (Responsabilità disciplinare) del Codice deontologico forense sopprimendo la formulazione vigente con quella che di seguito si riporta:

 «1. La violazione dei doveri e delle regole di condotta di cui ai precedenti articoli e, comunque, tutte le infrazioni ai doveri e alle regole di condotta imposti dalla legge o dalla deontologia costituiscono illeciti disciplinari ex art. 51 comma 1 legge n. 247/2012.

  1. Tali violazioni, ove riconducibili alle ipotesi tipizzate ai titoli II, III, IV, V, VI del C.D., comportano l'applicazione delle sanzioni disciplinari ivi espressamente previste; ove non riconducibili comportano l'applicazione delle sanzioni disciplinari di cui agli articoli 52 lettera c e art. 53 legge n. 247/2012 da individuarsi e da determinarsi, quanto alla loro entità, sulla base dei criteri di cui agli articoli 21 e 22 del Codice deontologico.»;

 di modificare il comma 2 dell'art. 27 (Dovere di informazione) del Codice deontologico forense aggiungendo dopo la parola «ipotizzabili», le seguenti: «; deve inoltre comunicare in forma scritta a colui che conferisce l'incarico professionale la prevedibile misura del costo della prestazione, distinguendo fra oneri, spese, anche forfetarie, e compenso professionale.»;

 di modificare il comma 3 dell'art. 27 (Dovere di informazione) del Codice deontologico forense aggiungendo dopo la parola «mediazione», le seguenti: «o di negoziazione assistita».

 Viene dato mandato alla Commissione deontologica di predisporre la stesura definitiva del testo e agli Uffici di segreteria di avviare quanto prima le procedure di consultazione previste dall'art. 35, comma 1, lettera d), della legge n. 247/12, nella consolidata modalità telematica.

 Il Consiglio nazionale forense,

 nella seduta amministrativa del 23 febbraio 2018, preso atto dell'esito delle procedure di consultazione di cui alla propria delibera del 22 settembre 2017, ha deliberato:

 di modificare la formulazione dell'art. 20 del Codice deontologico forense sostituendola con quella che di seguito si riporta:

«Art. 20 - Responsabilità disciplinare»

  1. La violazione dei doveri e delle regole di condotta di cui ai precedenti articoli e comunque le infrazioni ai doveri e alle regole di condotta imposti dalla legge o dalla deontologia costituiscono illeciti disciplinari ai sensi dell'art. 51, comma 1, della legge 31 dicembre 2012, n. 247.
  2. Tali violazioni, ove riconducibili alle ipotesi tipizzate ai titoli II, III, IV, V e VI del presente codice, comportano l'applicazione delle sanzioni ivi espressamente previste; ove non riconducibili a tali ipotesi comportano l'applicazione delle sanzioni disciplinari di cui agli articoli 52 lettera c) e 53 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, da individuarsi e da determinarsi, quanto alla loro entità, sulla base dei criteri di cui agli articoli 21 e 22 di questo codice;

 di modificare il comma 3 dell'art. 27 del Codice deontologico forense eliminando, dopo la parola «informare», l'inciso «la parte assistita» e inserendo, dopo la parola «chiaramente», la seguente frase «la parte assistita della possibilità di avvalersi del procedimento di negoziazione assistita e, per iscritto,» onde il nuovo comma 3 dell'art. 27 recita: «L'avvocato, all'atto del conferimento dell'incarico, deve informare chiaramente la parte assistita della possibilità di avvalersi del procedimento di negoziazione assistita e, per iscritto, della possibilità di avvalersi del procedimento di mediazione; deve altresi' informarla dei percorsi alternativi al contenzioso giudiziario, pure previsti dalla legge.».

 La formulazione del comma 3 dell'art. 27 del Codice deontologico forense e' pertanto sostituita da quella che di seguito si riporta.

«Art. 27 - Dovere di informazione»

 Commi 1 e 2 invariati.

  1. L'avvocato, all'atto del conferimento dell'incarico, deve informare chiaramente la parte assistita della possibilità di avvalersi del procedimento di negoziazione assistita e, per iscritto, della possibilità di avvalersi del procedimento di mediazione; deve altresi' informarla dei percorsi alternativi al contenzioso giudiziario, pure previsti dalla legge.

 Commi da 4 a 9 invariati.

Tags:

Stampa Email

Scuola Forense ForoEuropeo

scuola forense ridotto
3,4,5,6,7 e 8 Settembre 2018 - PREPARAZIONE alla PROVA ORALE “Questions & Answers” e simulazione di esame. Si tratta di un sistema integrativo alla preparazione all’esame orale, che consente sia l'acquisizione di un indispensabile bagaglio giuridico di base, sia di testare la propria preparazione nel corso delle settimane di studio che precedono la fatidica data.
20 e 21  Luglio 2018 - SUMMER LAW CAMPUS - Introduzione al VI Corso intensivo esame avvocato 2018 - Scuola Forense Foroeuropeo
20 e 21 Luglio 2018 - SUMMER LAW CAMPUS - Introduzione al VI Corso intensivo esame avvocato 2018 - Scuola Forense Foroeuropeo - Riservato ai corsisti iscritti al corso annuale e intensivo (Frontale e Online)
VI Corso intensivo frontale preparazione esame avvocato 2018 SCUOLA FORENSE FOROEUROPEO (Accreditato C.N.F.)
VI Corso intensivo frontale preparazione esame avvocato 2018 SCUOLA FORENSE FOROEUROPEO (20 Luglio - 2 Dicembre 2018) (Accreditato C.N.F. 20 crediti formativi) (Sedi: Roma, Milano, Lecce, Lamezia Terme/Catanzaro e Catania) - Il corso intensivo presenta un duplice carattere: - pratico, necessario per imparare ad impostare e a scrivere pareri ed atti, cui gli studenti si cimenteranno durante tutti gli incontri frontali, - teorico, necessario per affrontare le questioni giuridiche anche senza l’a...
sc32018
Esame Avvocato 2017 Risultati dalla Corte di Appello di Roma e Corte di appello di Catanzaro (aggiornamento 26.6.2018 h. 17: elenco mancante dei risultati non pubblicati in altre Corte di Appello) Ecco l'elenco dei corsisti della Scuola Forense Foroeuropeo della Corte di Appello di Roma e della Corte di appello di Catanzaro - ammessi alla prova orale, per garantire, nel pieno rispetto della privacy, massima trasparenza circa i risultati conseguiti da Foroeuropeo - Aggiornamento risultati Esame A...
VI Corso INTENSIVO ONLINE preparazione esame avvocato 2018 (Settembre/Dicembre 2018)
VI CORSO INTENSIVO ONLINE PREPARAZIONE ESAME AVVOCATO 2018 - SCUOLA FORENSE FOROEUROPEO
Video presentazione Lunedì 4 Giugno 2018 h. 20 - Presentazione in diretta streaming VI Corso intensivo preparazione esame avvocato 2018
Video presentazione Lunedì 4 Giugno 2018 h. 20 - Presentazione in diretta streaming VI Corso intensivo preparazione esame avvocato 2018 - SCUOLA FORENSE FOROEUROPEO (Luglio Dicembre 2018) (Accreditato C.N.F. 20 crediti formativi) (Sedi: Roma, Milano, Lecce, Lamezia Terme/Catanzaro Catania)

Scuola Amministratori condominio

inizio ...Corso di aggiornamento online Amministratore condominio
Agosto- Settembre 2018 - Corso di aggiornamento ONLINE Amministratore condominio - Viene rilasciato l'attestato di partecipazione che consente di svolgere l'attività professionale ai sensi dell'art. 71 bis disp. att. c.c. e d.m. 140/2014 - AMMI.CO.PRO - amministratori condominio professionisti asso...
inizio ...Corso abilitante online Amministratore condominio
Agosto- Settembre 2018 - Corso abilitante ONLINE Amministratore condominio - Viene rilasciato l'attestato di partecipazione che consente di svolgere l'attività professionale ai sensi dell'art. 71 bis disp. att. c.c. e d.m. 140/2014 - AMMI.CO.PRO - amministratori condominio professionisti associazio...