Reclamo - Oggetto - Sussistenza di una delle ipotesi di chiusura di cui all'art. 118 l.fall. - Necessità - Fondamento - Fattispecie.

La cognizione rimessa al giudice in sede di reclamo avverso il decreto di chiusura del fallimento, ai sensi dell'art. 119, comma 2, l.fall., è limitata alla verifica della sussistenza di uno dei casi di chiusura di cui ai numeri da 1) a 4) dell'art. 118 l.fall., potendo il fallito o chiunque altro ne abbia interesse far valere nelle sedi proprie, esterne alla procedura, tutte le doglianze riferite alla conduzione del fallimento da parte dei suoi organi. (Nella specie, la S.C. ha confermato il provvedimento di rigetto del reclamo avverso il decreto di chiusura della procedura fallimentare, con il quale il fallito lamentava l'omesso avviso nei suoi confronti sia del piano di riparto approvato che del deposito del rendiconto finale del curatore).

Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 5892 del 12/03/2018 (Rv. 647436 - 01)

Riferimenti normativi: Dlgs_14_2019_art_124, Dlgs_14_2019_art_220, Dlgs_14_2019_art_231, Dlgs_14_2019_art_234, Dlgs_14_2019_art_233, Dlgs_14_2019_art_235

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: