Provvedimenti del giudice delegato - Reclamo ex art. 26 l. fall. - Legittimazione del P.M. - Esclusione - Fondamento - Fattispecie in tema di autorizzazione all’affitto d’azienda.

 Poichè al di fuori delle ipotesi tassativamente previste dalla legge processuale il Pubblico Ministero non ha potere di azione e tanto meno di impugnazione, deve negarsi la legittimazione della parte pubblica ad impugnare mediante il reclamo endofallimentare un provvedimento del giudice delegato, in quanto l'art. 26 l.fall., che indica con precisione i soggetti che sono legittimati all'impugnazione, non include il Pubblico Ministero. (Nella specie la S.C. ha confermato la decisione con la quale il Tribunale aveva dichiarato l'inammissibilità del reclamo proposto dal Procuratore della Repubblica avverso un decreto con il quale il giudice delegato aveva autorizzato l'affitto dell'azienda fallita).

Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 6093 del 13/03/2018 (Rv. 647755 - 01)

Riferimenti normativi: Dlgs_14_2019_art_124, Dlgs_14_2019_art_211, Cod_Proc_Civ_art_069, Cod_Proc_Civ_art_070

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: