Concordato fallimentare - Assuntore - Effetti sull'azione revocatoria - Cessione dell’azione subordinata all'esecuzione del concordato - Perdita della legittimazione processuale del curatore prima del decreto previsto dall'art. 136 l.fall. - Esclusione.

In tema di concordato fallimentare con assunzione, qualora la relativa proposta contempli la cessione delle azioni revocatorie, la perdita della legittimazione processuale del curatore si verifica soltanto con l'emissione del decreto previsto dall'art. 136 l.fall., non determinandosi peraltro l'interruzione del processo sino a quando tale evento non sia stato dichiarato o notificato ai sensi dell'art. 300 c.p.c..

Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 15793 del 15/06/2018 (Rv. 649473 - 01)

Riferimenti normativi: Dlgs_14_2019_art_128, Dlgs_14_2019_art_165, Dlgs_14_2019_art_056, Dlgs_14_2019_art_166, Dlgs_14_2019_art_236, Dlgs_14_2019_art_240, Dlgs_14_2019_art_246, Dlgs_14_2019_art_249, Cod_Proc_Civ_art_111, Cod_Proc_Civ_art_300

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: