Procedimento civile - domanda giudiziale - Interpretazione e qualificazione giuridica - Atti giudiziari - Interpretazione - Utilizzabilità delle regole di ermeneutica contrattuale - Esclusione - Fondamento.

Ai fini dell'interpretazione delle domande giudiziali non sono utilizzabili i criteri di interpretazione del contratto dettati dagli artt. 1362 ss. c.c. poiché, rispetto alle attività giudiziali, non si pone una questione di individuazione della comune intenzione delle parti e la stessa soggettiva intenzione dell'attore rileva solo nei limiti in cui sia stata esplicitata in modo tale da consentire al convenuto di cogliere l'effettivo contenuto dell'atto e di svolgere un'adeguata difesa.

Corte di Cassazione, Sez. 3, Ordinanza n. 24480 del 04/11/2020 (Rv. 659762 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1362, Cod_Proc_Civ_art_112

Interpretazione

domande giudiziali

corte

cassazione

24480

2020

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: