Print Friendly, PDF & Email

Facoltà dell'assicurato - Esercizio - Domanda di autorizzazione - Efficacia - Decorrenza legale ex art. 7 del d.P.R. n. 1432 del 1971 - Esclusione - Data di presentazione della domanda - Configurabilità - Sussistenza - Fondamento.

La contribuzione volontaria, ai sensi dell'art. 1, comma 8, della l. n. 243 del 2004, come modificato dall'art. 1, comma 2, lett. c) della l. n. 247 del 2007, è un diritto potestativo dell'assicurato i cui effetti decorrono legalmente dal momento della presentazione della domanda da parte dell'interessato, essendo attribuito all'ente previdenziale un potere meramente ricognitivo, senza che rilevi la data fissata dal legislatore per il versamento dei contributi, ai sensi dell'art. 7 del d.P.R. n. 1432 del 1971.

Corte di Cassazione, Sez. L - , Sentenza n. 11241 del 24/04/2019 (Rv. 653743 - 01)

Accedi

Online ora

893 visitatori e 4 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile