Print Friendly, PDF & Email

Configurabilità - Condizioni - Fattispecie. 

Per dar luogo alla competenza per connessione ai sensi dell'art. 40 cod. proc. civ. non è sufficiente una qualsiasi relazione di interdipendenza fra due cause pendenti davanti a giudici diversi, ma è necessario che, tra esse, intercorra uno dei rapporti previsti dagli artt. 31 e segg. cod. proc. civ., che giustificano i relativi effetti modificativi della competenza legati all'opportunità di consentire la trattazione congiunta delle cause.(Nella specie, la S.C., in sede di regolamento di competenza, ha ritenuto che non costituisse motivo di connessione, rilevante ai fini dello spostamento di competenza, la pendenza, dinanzi a diversi uffici giudiziari, di due cause aventi entrambe a fondamento un medesimo fatto dannoso. (Nella specie, un incendio - e che in entrambe si controvertesse in ordine all'eliminazione dei danni derivati dall'incendio stesso).

Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 23890 del 09/11/2006

 

Accedi

Online ora

836 visitatori e un utente online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile