Print Friendly, PDF & Email

Connessione oggettiva - Connessione tra una causa rientrante nella cognizione del tribunale in sede ordinaria ed altra causa di spettanza del TRAP - Conseguenze - Attrazione della prima in favore del giudice specializzato - Configurabilità - Esclusione - Fattispecie. 

La connessione oggettiva, "ex" art. 33 cod. proc. civ., di una causa spettante alla cognizione del tribunale in sede ordinaria (nella specie, domanda di risarcimento del danno da occupazione appropriativa nei confronti del Comune per avere realizzato su un terreno di proprietà privata una strada pubblica), con altra causa rientrante nella competenza per materia del tribunale regionale delle acque pubbliche (nel caso, domanda di risarcimento del danno proposta nei confronti dell'Ente Autonomo Acquedotto Pugliese per avere costruito senza titolo, nel medesimo fondo, un'opera idraulica), non legittima l'attrazione della prima in favore del giudice specializzato, dovendo ciascuna causa essere assegnata al giudice per essa competente.

Corte di Cassazione Sez. 1, Ordinanza n. 4210 del 24/02/2006

 

Accedi

Online ora

334 visitatori e un utente online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile