convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali - processo equo - termine ragionevole

Violazione del termine ragionevole del giudizio promosso dal condominio - Legittimazione ad agire per l'equa riparazione - Spettanza esclusiva all'amministratore del condominio - Fondamento e condizioni. Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 19663 del 18/09/2014

In caso di violazione del termine ragionevole del processo, qualora il giudizio sia stato promosso dal condominio, sebbene a tutela di diritti connessi alla partecipazione di singoli condomini, ma senza che costoro siano stati parte in causa, la legittimazione ad agire per l'equa riparazione spetta esclusivamente al condominio, quale autonomo soggetto giuridico, in persona dell'amministratore, autorizzato dall'assemblea dei condomini.

Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 19663 del 18/09/2014 (Rv. 632218)

Riferimenti normativi:
Cod. Civ. art. 1117,
Cod. Civ. art. 1131,

Stampa Email

eBook - manuali

convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali - processo equo - termine ragionevole - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali - processo equo - termine ragionevole - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati