Esecuzione forzata - opposizioni - in genere - Divieto ex art. 51 l.fall. – Sez. 3, Sentenza n. 14449 del 15/07/2016

Deduzione della sua violazione - Natura - Opposizione all'esecuzione - Conseguenze.

In tema di procedimento esecutivo, la contestazione della possibilità per il creditore di iniziare o proseguire l'esecuzione forzata individuale in costanza del fallimento del debitore, ai sensi dell'art. 51 l. fall., attiene al diritto di procedere all'esecuzione forzata (individuale) e non semplicemente alla regolarità di uno o più atti della procedura ovvero alle modalità di esercizio dell'azione esecutiva, sicchè va qualificata come opposizione all'esecuzione ex art. 615 c.p.c. e non è assoggettata al regime, anche di decadenza, di cui all'art. 617 c.p.c.

Sez. 3, Sentenza n. 14449 del 15/07/2016

 

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

Esecuzione forzata - opposizioni - in genere - Divieto ex art. 51 l.fall. – Sez. 3, Sentenza n. 14449 del 15/07/2016 - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Esecuzione forzata - opposizioni - in genere - Divieto ex art. 51 l.fall. – Sez. 3, Sentenza n. 14449 del 15/07/2016 - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati