Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - termine – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19277 del 07/11/2012

Verifica di tempestività dell'opposizione - Onere dell'opponente di provare il momento di conoscenza dell'atto opposto - Sussistenza - Coordinamento con il principio di acquisizione probatoria - Necessità - Conseguenze.

In tema di opposizione agli atti esecutivi, il principio secondo il quale l'opponente ha l'onere di provare, oltre che di allegare, il momento in cui ha avuto conoscenza dell'atto esecutivo che assume viziato, ai fini della verifica della tempestività dell'opposizione, deve essere coordinato con il principio dell'acquisizione probatoria, sicché l'onere è assolto anche qualora la prova della tempestività dell'opposizione emerga, comunque, dagli atti del fascicolo dell'esecuzione o da quelli prodotti dall'opposto.

Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19277 del 07/11/2012

 

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - termine – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19277 del 07/11/2012 - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - termine – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19277 del 07/11/2012 - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati