Miglioramenti apportati alla cosa locata - Diritto del conduttore all'indennità - Condizioni - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. . 4532 del 15/02/2019

Locazione - miglioramenti apportati alla cosa locata - Diritto del conduttore all'indennità - Condizioni - Consenso del locatore alla esecuzione delle opere - Necessità - Criteri - Mera consapevolezza o mancata opposizione del locatore - Idoneità - Esclusione.

Nel contratto di locazione, il diritto del conduttore all'indennità per i miglioramenti della cosa locata presuppone, ai sensi dell'art. 1592 c.c., che le relative opere siano state eseguite con il consenso del locatore che non può desumersi da atti di tolleranza di costui, ma deve concretarsi in una chiara ed inequivoca manifestazione di volontà, anche tacita, mediante fatti concludenti, dai quali possa desumersi l'esplicita approvazione delle innovazioni.

Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. . 4532 del 15/02/2019

Cod_Civ_art_1592, Cod_Civ_art_1593

miglioramenti della cosa locata

Stampa