Locazione - Trasferimento a titolo oneroso - Contratto di prelazione

Locatore avente la veste di società commerciale - Trasferimento delle quote sociali seguito da fusione per incorporazione nella società controllante - Sussistenza di un "trasferimento" idoneo a legittimare il riscatto da parte del conduttore - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 8567 del 29/05/2012

 

Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 8567 del 29/05/2012

Il conduttore di un immobile destinato ad uso commerciale non può esercitare il diritto di prelazione di cui all'art. 38 della legge 27 luglio 1978 n. 392 se il locatore, avente la veste di società commerciale, trasferisca a terzi le quote sociali, oppure si fonda per incorporazione in altra società: la cessione delle quote, infatti, non mutando la titolarità del bene locato, non costituisce un "trasferimento" in senso stretto, né l'art. 38 della legge n. 392 del 1978 accorda al conduttore il diritto di prelazione nel caso di trasferimenti effettuati con negozi diversi dalla compravendita.

Stampa Email

eBook - manuali

Locazione - Trasferimento a titolo oneroso - Contratto di prelazione - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Locazione - Trasferimento a titolo oneroso - Contratto di prelazione - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati