successioni "mortis causa" - disposizioni generali - petizione di eredità - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 22915 del 08/10/2013

in genere (nozione, distinzioni) - petizione ereditaria - presupposti - contestazione della qualità di erede - necessità - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 22915 del 08/10/2013

La petizione di eredità ha come presupposto indefettibile che la qualità di erede, al cui riconoscimento è preordinata, sia oggetto di contestazione da parte di chi detiene i beni ereditari a titolo di erede o senza titolo alcuno, poiché, ove tale contestazione manchi, vengono meno le ragioni di specificità dell'azione di petizione rispetto alla comune rivendicazione, che ha, invero, lo stesso "petitum".

Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 22915 del 08/10/2013

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati