Successioni "mortis causa" - disposizioni generali - delazione dell'eredità (chiamata all'eredità) - in genere - Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 21436 del 30/08/2018

Acquisto della qualità di erede - Delazione - Sufficienza - Esclusione - Accettazione dell’eredità - Onere di provare l’assunzione della qualità di erede - A carico dell’attore - Fondamento - Fattispecie.

In tema di successioni "mortis causa", la delazione che segue l'apertura della successione, pur rappresentandone un presupposto, non è da sola sufficiente all'acquisto della qualità di erede, essendo necessaria l'accettazione da parte del chiamato, mediante "aditio" o per effetto di una "pro herede gestio", oppure la ricorrenza delle condizioni di cui all'art. 485 c.c.; nell'ipotesi di giudizio instaurato nei confronti del preteso erede per debiti del "de cuius", incombe su chi agisce, in applicazione del principio generale di cui all'art. 2697 c.c., l'onere di provare l'assunzione della qualità di erede, che non può desumersi dalla mera chiamata all'eredità, non operando alcuna presunzione in tal senso, ma consegue solo all'accettazione dell'eredità, espressa o tacita, la cui ricorrenza rappresenta un elemento costitutivo del diritto azionato nei confronti del soggetto evocato in giudizio nella predetta qualità.

(Nella specie, la S.C. ha cassato la decisione di merito che aveva ritenuto provata l'assunzione della qualità di erede del convenuto in forza della mancata risposta all'invito di pagare il debito ovvero della mancata allegazione da parte di quest'ultimo della rinuncia all'eredità.)

Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 21436 del 30/08/2018

 

Stampa Email

eBook - manuali

Successioni "mortis causa" - disposizioni generali - delazione dell'eredità (chiamata all'eredità) - in genere - Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 21436 del 30/08/2018 - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Successioni "mortis causa" - disposizioni generali - delazione dell'eredità (chiamata all'eredità) - in genere - Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 21436 del 30/08/2018 - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati