Successioni mortis causa - successione necessaria - reintegrazione della quota di riserva dei legittimari - azione di riduzione (lesione della quota di riserva) - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 4352 del 08/07/1980

Deduzione della simulazione di atti compiuti dal de cuius - prova per testi - ammissibilità - limiti.*

Contratti in genere - simulazione - prova - testimoniale.*

Il legittimario assume la veste di terzo quando agisce per l'accertamento della simulazione di Atti compiuti dal de cuius in violazione della quota legittima, e può quindi avvalersi, senza limite alcuno, della prova testimoniale, mentre l'erede soggiace ai limiti probatori previsti dall'art 1417 cod civ, quando la sua Azione tende solo al conseguimento della quota disponibile. ( Conf 913/74, mass n 368811; ( Conf 167/72, mass n 355928).*

Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 4352 del 08/07/1980

 

Stampa