Successioni mortis causa - successione legittima e necessaria – azione di riduzione (lesione di quota di riserva) - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3605 del 11/12/1971

Rinunzia all'azione da parte del legittimario - trasferimento di beni già acquisiti al patrimonio del legittimario medesimo - configurabilità - esclusione - effetti.*

Il diritto del legittimario di chiedere la riduzione delle Disposizioni testamentarie lesive della sua quota di legittima ha carattere potestativo, e l'eventuale rinunzia all'Azione di riduzione non può configurarsi come un trasferimento di beni già acquisiti al patrimonio del legittimario, ma ha solo l'effetto di rendere definitive ed intangibili, nei confronti di uno o più coeredi, le situazioni giuridiche determinate dal testatore.*

Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3605 del 11/12/1971

 

Stampa