Successioni mortis causa - successione necessaria - diritti riservati ai legittimari - misura della quota di riserva - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3888 del 26/10/1976

Reintegrazione della quota di riserva dei legittimari - azione di riduzione (lesione della quota di riserva) - effetti - riduzione delle donazioni - rinuncia di un legittimario - accrescimento a favore degli altri legittimari accettanti - determinazione della quota di riserva spettante a questi ultimi - riferimento all'intera porzione legittima complessivamente riservata.*

168192 382569*

Nella successione necessaria la quota spettante al legittimario rinunciante si accresce a favore degli altri legittimari accettanti: conseguentemente, nel caso di accettazione dell'eredità da parte di uno solo dei figli del de cuius, la quota di riserva spettante all'accettante va determinata, ai fini della riduzione delle donazioni lesive della legittima, sull'intera porzione legittima riservata complessivamente ai figli del de cuius e non già sulla parte individuale che sarebbe toccata all'accettante se egli avesse diviso con i fratelli la porzione suddetta. ( Conf 949/62; ( Conf 221/57).*

Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3888 del 26/10/1976

 

Stampa