Banca - Apertura di conto corrente sulla base di documento di identità falso – Cass. 11607/2019

Responsabilità - Falso grossolano - Necessità - Fattispecie.

La banca è responsabile, a norma dell'art. 1176 comma 2, c.c., soltanto nel caso in cui al momento dell'apertura del conto corrente non si sia avveduta, in presenza di un falso grossolano agevolmente riconoscibile, della falsità del documento di riconoscimento esibito da un ignoto truffatore per assumere le generalità altrui.

(Nella specie, la S.C. ha ritenuto esente da critiche la sentenza che aveva escluso la responsabilità della banca "in re ipsa" in forza della mera falsità del documento).

Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 11607 del 03/05/2019 (Rv. 653801 - 01)

Riferimenti normativi: 

Cod. Civ. art. 1176 – Diligenza nell’adempimento

Cod_Civ_art_2043 – Risarcimento per fatto illecito

Stampa Email

eBook - manuali

Banca - Apertura di conto corrente sulla base di documento di identità falso – Cass. 11607/2019 - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Banca - Apertura di conto corrente sulla base di documento di identità falso – Cass. 11607/2019 - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati