"solve et repete" - condono fiscale – Cass. 14945/2019

Definizione automatica ex art. 7 della l. n. 289 del 2002 - Presupposti - Cause ostative - Notifica di pvc con esito positivo e mancata sua definizione - Configurabilità.

In tema di condono fiscale, la definizione automatica dei redditi di impresa e di lavoro autonomo per gli anni pregressi, prevista dall'art. 7 della l. n. 289 del 2002, presuppone l’assenza di qualsivoglia attività accertativa da parte dell'Amministrazione, sicché è preclusa nel caso di notifica di un processo verbale di constatazione "con esito positivo", la cui mancata definizione ai sensi dell'art. 15 della l. n. 289 del 2002, come richiamato dalla lett. c) del comma 3 dell'art. 7 cit., costituisce causa ostativa qualunque sia l'importo oggetto della contestazione.

Corte di Cassazione, Sez. 5 - , Ordinanza n. 14945 del 31/05/2019 (Rv. 654142 - 01)

Stampa Email

eBook - manuali

"solve et repete" - condono fiscale – Cass. 14945/2019 - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

"solve et repete" - condono fiscale – Cass. 14945/2019 - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati