Obbligazioni del venditore per i vizi della cosa venduta – Cass. 11959/2019

Esistenza e riconoscimento dei vizi - Accertamento del giudice di merito - Incensurabilità in sede di legittimità - Condizioni.

L'accertamento, ad opera del giudice del merito, tanto dell'esistenza, in concreto, dei vizi della cosa venduta, quanto del loro riconoscimento da parte del venditore costituisce un apprezzamento di fatto, incensurabile in sede di legittimità, se sorretto da motivazione adeguata ed immune da errori sul piano logico e giuridico.

Corte di Cassazione, Sez. 2, Ordinanza n. 11959 del 07/05/2019 (Rv. 654075 - 01)

Riferimenti normativi: 

Cod. Civ. art. 1495 – Termini e condizione per l’azione

Cod. Proc. Civ. art. 360.1 – Sentenze impugnabili e motivi di ricorso

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati