Previdenza (assicurazioni sociali) - controversie - procedimento - spese giudiziali - Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 15656 del 18/09/2012

Determinazione degli onorari e dei diritti spettanti al difensore - Criteri - Valori della causa - Riferimento all'art. 13 cod. proc. civ. - Necessità - Fondamento.

Il valore di una causa in tema di pensione d'invalidità (o di diritto alla rendita INAIL per i superstiti), al fine di stabilire gli onorari (e i diritti) spettanti al difensore, deve essere determinato alla stregua del criterio dettato dal secondo comma dell'art. 13 cod. proc. civ. per le cause relative a rendite temporanee o vitalizie (e cioè cumulando fino ad un massimo di dieci le annualità domandate), alle quali, ove venga in contestazione l'accertamento del diritto alla corresponsione nella misura richiesta, è assimilabile la prestazione assicurativa. (principio affermato ai sensi dell'art. 360 bis, comma 1, cod. proc. civ.)

Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 15656 del 18/09/2012

 

Stampa